Lupa ha chiesto in SaluteSalute della donna · 1 decennio fa

Quali sono i farmaci che vanno in "conflitto" con la pillola ?

Dalla fine del mese di Novembre ho iniziato ad assumere Loette come pillola anticoncezionale.

Sul libretto all'interno di ogni confezione ho letto che alcuni farmaci possono diminuire o togliere completamente la protezione da rapporti sessuali, come ad esempio, quando si assume l'antibiotico.

Ma quali sono gli altri farmaci che vanno in "conflitto" con la protezione della pillola anticoncezionale ?

Si possono tranquillamente assumere farmaci come aulin o moment e qualcosa contro i sintomi da raffreddamento senza che la pillola abbia ancora la sua funzione di anticoncezionale ?

Tantissimi auguri di buone feste !

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    anchio prendo loette e so che sono tanti i farmaci che entrano in conflitto con la pillola

    per esempio gli antibiotici, la capamarzepina,

    ora ti cerco la lista completa:

    INTERAZIONI:

    E` importante informare il medico prima della prescrizione di Loette di tutti i medi-cinali che si stanno assumendo, ed e` altresi` importante informare il medico o il dentista del fatto

    che si assume Loette all`atto della prescrizione di nuovi farmaci. Alcuni medicinali possono di-minuire l`efficacia del prodotto, quali gli antibiotici (come l`ampicillina e la rifampicina,le tetracicline); la griseofulvina (usata per trattare le infezioni fungine); il fenilbutazone (usato come

    antinfiammatorio per trattare alcuni tipi di malattie delle articolazioni); la difenilidantoina, il fe-nobarbital, ed alcuni altri farmaci usati in pazienti epilettici; la carbamazepina (usata per trattare l`epilessia e altri tipi di malattie), il topiramato e alcuni inibitori della proteasi. Se si sta assumendo o si deve iniziare a prendere uno di questi farmaci, si potra` ugualmente usare Loette ma sara`necessario adottare un altro metodo contraccettivo per tutto il periodo di assunzione del farmaco stesso e per altri 7 giorni dopo averlo sospeso. Se questi 7 giorni oltrepassano la fine della confezione, la confezione successiva deve essere iniziata immediatamente senza alcun intervallo di interruzione. In tal caso il flusso mestruale si presentera` soltanto alla fine della secondaconfezione. Se il flusso mestruale non dovesse presentarsi durante l`intervallo di sospensione

    delle compresse alla fine della seconda confezione, sara` necessario escludere una gravidanza prima di iniziare un nuovo ciclo di trattamento. Nel caso della rifampicina, sara` necessario usare un altro metodo contraccettivo per tutto il periodo dell`assunzione e per 4 settimane dopo la so-spensione del farmaco. Si possono anche verificare interazioni con farmaci inibitori degli enzimi

    microsomiali che potrebbero aumentare le concentrazioni di etinilestradiolo (per es. indinavir, fluconazolo). L`etinilestradiolo puo` interferire con il metabolismo di altri farmaci inibendo gli en-zimi microsomiali epatici o inducendo la coniugazione epatica del farmaco, in particolare la glucuronizzazione. Conseguentemente, le concentrazioni plasmatiche e tessutali possono risultare aumentate o diminuite, rispettivamente (per es. ciclosporina, teofillina). Farmaci che agiscono come inibitori competitivi della solfatazione nella parete gastrointestinale possono aumentare labiodisponibilita` dell`etinilestradiolo (per es. acido ascorbico). Nel caso dei pazienti diabetici, il

    fabbisogno del farmaco antidiabetico puo` subire variazioni. E SAMI DI LABORATORIO L`uso degli steroidi contraccettivi puo` influenzare i risultati di alcuni esami di laboratorio, compresi i para-metri biochimici della funzionalita` epatica, tiroidea, renale e surrenale; i livelli plasmatici delle

    proteine di trasporto (per es. globulina legante i corticosteroidi e frazioni lipidiche/lipoproteiche); i parametri del metabolismo dei carboidrati, della coagulazione e della fibrinolisi.

    cmq l'aulin ti consiglio di non prenderlo sai in alcuni stati ne hanno vietato la vendita (non mi ricordo se anche in italia ma sicuramente in inghilterra)

  • dixie
    Lv 4
    4 anni fa

    Consiglio un ottimo sistema naturale che può aiutare chi soffre di diabete http://guarirediabete.teres.info/?kNo0 Le basi della terapia del diabete sono il corretto stile di vita e l’alimentazione adeguata, personalizzati sulla base del tipo di diabete, dell’età, del grado di sovrappeso e delle esigenze individuali quotidiane. Questo prodotto può aiutare molto ma deve comunques essere affiancato da una cura medica vera e propria.

  • Anonimo
    1 decennio fa
  • Anonimo
    1 decennio fa

    La pillola è composta da un’associazione di estrogeni e progestinici, in forma monofasica, dove i 21 confetti contengono la stessa quantità di questi ormoni, o trifasica, i cui confetti hanno tre colori diversi, a seconda della quantità di estrogeni e progestinici.

    L’efficacia della pillola è molto alta per quattro motivi:

    blocca l’ovulazione;

    altera l’endometrio, rendendolo inadatto all’annidamento di un uovo eventualmente fecondato;

    altera il muco cervicale, rendendolo più viscoso e meno penetrabile da parte degli spermatozoi:

    altera la motilità tubarica.

    Questo contraccettivo può essere assunto continuativamente, anche per alcuni anni, e non sono necessarie sospensioni periodiche, se non in caso di disturbi o complicazioni. Terminata una confezione, si sospende la pillola per 7 giorni, durante i quali arriverà una “falsa mestruazione”; dopo questo periodo di tempo si riprende l’assunzione quotidiana.

    I benefici della pillola.

    Numerosi studi e ricerche hanno dimostrato che la pillola ha molti effetti positivi nella donna: si riducono o scompaiono le cisti ovariche, diminuiscono i dolori mestruali, si riduce il rischio di cancro alle ovaie e all’endometrio e il ciclo si regolarizza.

    Quando evitare la pillola

    Non tutte le donne possono assumere questo contraccettivo, esistono alcune controindicazioni se la donna:

    ha gravi disturbi cardiocircolatori;

    ha gravi malattie del fegato;

    se c’è la presenza o il sospetto di tumori;

    se ci sono perdite di sangue al di fuori del ciclo mestruale, di cui non si conosce la causa.

    False credenze

    Sull’uso della pillola sono state costruite false credenze, quali il fatto che la pillola potesse provocare il cancro, le vene varicose e riducesse la fertilità o causasse parti gemellari. Tutte idee senza un fondamento scientifico.

    Cosa fare se si vuole assumere la pillola

    La pillola va presa sotto controllo medico; è importante quindi recarsi da un ginecologo che effettua una visita, raccoglie la storia clinica personale e famigliare, misura la pressione e richiede un approfondimento con esami del sangue. Se tutto va bene prescriverà questo contraccettivo, con la richiesta di effettuare controlli annuali.

    Bisogna prestare attenzione all’assunzione della pillola, quando contemporaneamente si prendono farmaci quali, antibiotici, tranquillanti, antiepilettici, carbone vegetale e purganti. Queste sostanze possono compromettere l’efficacia della pillola, e per evitare gravidanze indesiderate sarebbe meglio per quel mese, usare anche un altro metodo anticoncezionale.

    La minipillola

    Dopo una gravidanza, per evitarne una successiva, è possibile assumere la minipillola, soprattutto se si è scelto di allattare il neonato. Queste compresse sono costituite da basse dosi di progestinico, che quindi non influenzano la quantità e la qualità del latte materno. La minipillola va assunta senza interruzione e la sua efficacia è molto buona, perché:

    altera l’endometrio;

    altera la motilità tubarica;

    altera il muco cervicale;

    riduce la secrezione tubarica.

    Le controindicazioni della minipillola (rare e non accertate da tutti) sono rappresentate da alterazioni del ciclo mestruale, quali mancanza del ciclo, perdite ematiche intramestruali, emorragie uterine. In rarissimi casi provoca una riduzione del desiderio sessuale, astenia e tendenza alla depressione.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.