Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteVivere verde · 1 decennio fa

Come posso curare bene il mio Bonsai?

nella targhetta c'è scritto Bonsai Zelkova..ma nn sono sicuro....

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Per prima cosa assicurati che abbia sempre un irrigazione adeguata: di solito i bonsai sono tenuti in piccoli vasi poco profondi cosicchè il terreno tende ad inaridirsi con grande facilità. Però non devi nemmeno tenerlo sempre bagnato altrimenti rischi di far marcire le radici.

    In primavera e in estate se il bonsai è una pianta di buona vegetazione recidi i ributti troppo lunghi cercando di far mantenere al bonsai la sua "forma armoniosa".

    In inverno verso febbraio è probabile che abbia bisogno di un rinvaso per tagliare un poco le radici in più che avrà messo. Infatti se non si tagliano per diversi anni, le radici tendono a far emergere il tronco del bonsai che sta sotto terra.

    Naturalmente tutto dipende da che pianta hai: un bonsai di ficus va trattato diversamente da uno di olivo o di acero, ma in genere luce e buona irrigazione saranno sufficienti per farlo stare bene.

  • 1 decennio fa

    Generalità: detta anche Olmo giapponese, in natura questa pianta decidua raggiunge ache i 30 metri di altezza; ha foglie di media taglia, verdi, dentellate, chioma molto fitta, tondeggiante; corteccia marrone, fiori verdi, insignificanti. Le foglie in autunno, prima di cadere, si colorano di giallo-arancio. Abbastanza indicata come bonsai per principianti, non offre particolari difficoltà di cotivazione.

    Potature: si pota vigorosamente in autunno, levando i rami che escono troppo dal folto della chioma; dalla primavera fino alla fine dell'estate cimare i germogli lasciando due o tre paia di foglie. Se la pianta è sana è possibile diminuire la grandezza delle foglie defoliandola tra maggio e giugno. Il filo metallico si può applicare durante tutto l'anno.

    Esposizione: la Zelkova gradisce le posizioni in pieno sole, all'esterno per tutto l'anno. Durante il periodo più caldo dell'anno è opportuno ombreggiarla. Se l'inverno è paricolarmente rigido riparare il vaso e le radici con del tessuto-non-tessuto.

    Annaffiature: non necessita di annaffiature abbondanti, attendere che il terreno si asciughi prima di fornire ulteriore acqua; in inverno annaffiare ogni mese. Nel periodo vegetativo aggiungere all'acqua delle irrigazioni del concime per bonsai ogni quindici giorni.

    Terreno: non ha molte esigenze per quanto riguarda il terreno, per preparare una composta ottimale mescolare una parte di torba, una parte di sabbia e tre parti di argilla. Rinvasare ogni due o tre anni, alla fine dell'inverno, potando abbondantemente le radici.

    Molitplicazione: si possono seminare i frutti a fine inverno, mantenendoli a temperatura moderata fino a germinazione avvenuta. In primavera si possono prelevare delle talee verdi, da far radicare in contenitori riempiti con un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali.

    Parassiti e malattie: non è una pianta particolarmente soggetta all'attacco di parassiti e malattie, a volte può essere colpita da

    afidi verdi

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Usa Google (scrivi zelkova nell' apposito spazio, clicca su "Cerca con Google", aspetta un po'... poi clicca sul primo sito che viene fuori... poi leggi).

  • 1 decennio fa

    Ogni tanto bacialo.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    CON UN PO DI MUSICA

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.