Cerato ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 1 decennio fa

Gli alberi di limone ingialliscono d'inverno?

è normale e fisiologico che le foglie ingialliscano o è una mancanza di ferro o altro?

(è un albero in vaso)

8 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Ti invia la risposta data da marciset l' anno scorso:

    Se noti ingiallimenti e/o perdite di colore a livello delle nervature delle foglie, si tratta di clorosi ferrica, questa è dovuta a un eccesso di calcare nel terreno, nelle piante in vaso di solito dovuta a innafiature con acqua contenente calcio in eccesso; questi ingiallimenti si possono correggere con chelati di ferro( non solfato di ferro) , i chelati vanno messi subito sotto un piccolo strato di terra, perchè vengono degradati dalla luce. Se invece le foglie sono colpite da un ingiallimento ad eccesione di una striscia centrale , il fatto è dovuto a mancanza di magnesio. Le frequenti innafiature estive , avranno impoverito il terreno dei preziosi nutrienti che andranno reintegrati con un concime complesso contenente azoto- fosforo . potassio - magnesio. Come regola non dovresti concimare da ottobre in poi , pochè col freddo il limone entra in una sorte di riposo vegetativo e non è in grado di assimilare nessun nutriente, ma rimandare la concimazione ai primi tepori primaverili. Una cosa importante che devi ricordareè che i limoni sono piante a foglie persistenti e quindi necessitano irrigazioni anche in inverno, però i limoni non amano terreni umidie i ristagni d'acqua che possono provocare pericolosi marciumi a livello delle radici. Per capire se le piante hanno bisogno di essere innafiate , rimuovi uno strato superficiale di terriccio e verifica se è umido, anche l'osservazione delle foglie è indicativa: tutto bene se sono turgide e distese, sta attendo quando tendono ad appasire e a accartociarsi. Se ne hai la possibilità somministra acqua piovana (senza calcio , utile contro la clorosi) basta che non sia troppo fredda, oppure utlizza quella dll'acquedotto lasciandola decantare per un giorno in secchi , in modo che l'eventuale cloro presente evapori.

    Ciao

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    dipende tanto dal terreno. Somministra subito il ferro e del concime a lento rilascio. poi in primavera fai una bella potatura e un arricchimento del terreno con un buon concime , se è in vaso cambia lo strato superiore della terra e sostituiscila con quella nuova, letame maturo e aggiungi anche i lupini macinat(li trovi nei negozi di agraria). Controlla sempre che non ci siamo parassiti.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    non ho letto interamente tutte le risposte ma essendo della costiera amalfitana dove la coltivazione dei limoni va per la maggiore ti posso consigliare per prima cosa di coprirli d'inverno con del telo predisposto ma soprattutto di zappettare la terra intorno e naturalmente concimare con concime adeguato che ti consigleranno i rivenditori, perchè credo che il problema sia proprio la concimazione e il tipo di terreno.Nella copertura fai attenzione all'esposizione e ripararlo anche dal vento che viene dal nordest.Come vedo si tratta di un albero in vaso probabilmente si tratta di un vaso piccolo e se è cosi devi metterlo in vaso più grande e tagliare leggermente le radici che sicuramente sono molte.Se abiti a pian terreno ti consiglio di mettere il vaso su un carrellino con le ruote cosi' potrai spostarlo in zona piu' riparata d'inverno. ciao.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    http://www.pianteferretti.it/sempreverdi.htmlhttp:... cmq vanno coperti cn un telo!In genere il Citrus sinensis viene innestato su altre specie di rutacee, come l'arancio amaro, C. aurantium, o il Poncirus trifoliata; in questo ultimo caso le piante originate da questo innesto sono molto più resistenti al freddo.

    Esposizione: le arance si coltivano in luogo soleggiato, e semiombreggiato; temono il gelo intenso e prolungato, quindi nelle zone con inverni molto rigidi vengono cotlivati in serra fredda o riparati con agritessuto o teli in plastica; anche nelle zone con inverni miti è consigliabile posizionare questi alberi in luogo riparato dal vento, visto che gelate tardive o venti molto freddi possono rovinare irreparabilmente i boccioli o i giovani frutti.

    Annaffiature: le piante del genere Citrus sopportano senza problemi la siccità, che però, soprattutto se prolungata, causa la perdita dei fiori e dei frutti; per una fruttificazione ottimale è quindi bene annaffiare regolarmente le piante, da marzo a ottobre, evitando gli eccessi, ed attendendo che il terreno si asciughi tra un'annaffiatura e l'altra. Durante il perido vegetativo ricordiamo di fornire del concime per agrumi, ogni 10-15 giorni, mescolato all'acqua delle annaffiature.

    Terreno: utilizziamo un composto ricco di humus, soffice e molto ben drenato.

    Moltiplicazione: avviene in genere per talea, o per innesto su altre rutacee.

    Parassiti e Malattie: temono l'attacco della cocciniglia.

    a fine inverno, dagli anche altro concime, tipo stallatico. [...] Hai una serra o una veranda fredde? Sarebbe perfetto. Senno' meglio un muro esposto a sud e poi proteggere tutta la pianta con cellophane robusto, anche il vaso. Ma ...forse da te a Roma non e' indispensabile proteggerlo [ferro]: di solito i sali sequestranti vanno diluiti in rapporto tipo 10-200 gr / 20-30 lt acqua. Pero' tutto dipende da che prodotto ti hanno dato. Io piuttosto che eccedere, sarei cmq. e sempre parco nel dosaggio. [...] a volte il limone presenta dei bordi che sembrano rosicchiati/smangiucchiati, ma non e' una vera parassitosi. Prima dovresti forse verificare se la cosa progredisce, nel qual caso ti conviene portare direttamente la foglia in un buon consorzio agrario dove ci sia qualcuno di esperto sugli agrumi.

    Il momento per fare la potatura è dopo la nuova vegetazione. Quindi non prima di maggio. Il modo per potarlo è (considerando che si trova in vaso e che ha 2 anni) quello di privilegiare tre branche di rami disposte in maniera uniforme e similmente distanziate tra loro. E' necessario eliminare tutti i rami doppioni (vicini tra loro e accavallati). Cioè quei rami che non fanno parte delle tre branche. Concimare sempre nel periodo vegetativo e con concimi a base di azoto.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    no.....

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    anche il mio albero di limone è in vaso ( e anche piccolo (il vaso) ma l' albero ha 15 anni! xD) e non è ingiallito

    se è ingiallito potrebbe essere o mancanza di ferro o mancanza di magnesio (dipende da com'è questo ingiallimento, se interessa le nervature o gli spazi "internervali")

    vuoi un consiglio fai vedere l' albero ad un agronomo ( non a qualche babbeo di fioraio -.-"( come fa qualche sciocco) ) egli saprà consigliarti cosa fare ;-)

    ciao

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    in inverno se fa freddo bisogna ritirarle in serra o in un locale riparato dalle fredde giornate se le foglie diventano gialle è una mancanza di ferro

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    non dovrebbero ingiallire d'inverno. al massimo si potrebbe vedere una diminuzione nella lucentezza delle foglie , ma se iniziano a ingiallire la pianta sta soffrendo.. magari potrebbe essere il freddo se non le hai in serra.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.