Anonimo
Anonimo ha chiesto in Auto e trasportiTrasporti marittimi · 1 decennio fa

ma è stata solo colpa dell' iceberg?

tempo fa ho letto su giornale che il titanic è stato costruito con materiali scadenti.. ma se fossero stati usati materiali di qualità più alta, il titanic anche andando contro l' iceberg, sarebbe "sopravvissuto"??????

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Acciaio vuoto contro ghiaccio massiccio vince ghiaccio massiccio. Con qella massa le inerzie, alla velocità di 24 nodi sono impressionati.

    5 compartimenti stagni contigui allagati, compresi compartimenti caldaie, impompabli, mancanza di energia e di manovra a bordo della nave.

    Anche con l'acciaio migliore che ci sia. con la nave più perfetta che ci sia, verrà a mancare galleggiablità (volume di carena vuoto da acqua che dà spinta idrostatica) e stabilità (momento di inerzia rispetto asse longitudinale della figura di galleggiamento che assicura il momento raddrizzante trasversale alla nave.

    Durante l'appruamento l'acqua si travasa da un compartimento all'altro in quanto i ponti non sono stagni dall'alto (es: trunk scale, boccaporti di interponte in stiva).

    Le speranze di sopravvivenza della nave al fatto, come volume che si riempie progressivamante di acqua, al di là di ogni considerazione strutturale è vicina a zero.

    @koola:

    A tutt'oggi non sono previste navi passeggeri a doppia carena, vi è il doppio fondo, le fiancate della nave in unica lamiera.

    La chiglia è l'elemento longitudinale più basso della nave, la carena è la parte di scafo immersa.

  • 1 decennio fa

    mmmm, difficile dirlo, la falla da quel che ho capito ha aperto diversi compartimenti e inoltre le paratie stagne non prevedevano che l'acqua arrivasse cosi in alto... certamente il Titanic, come molte altre catastrofi successe in mare, hanno insegnato molto, rendendo le navi di oggi più sicure... una cosa è certa! nessuna nave è inaffondabile; anche al giorno d'oggi gli incidenti ci sono e in futuro si useranno misure di sicurezza migliori imparando dall'esperienza...

    Più che altro il Titanic si sarebbe salvato se ai tempi c'erano il radar e il sistema gmdss... visto che oltre a localizzare l'iceberg, c'era una nave ferma nei paraggi.

    Un altro errore nella costruzione del titanic è stato il timone, troppo piccolo in proporzione con la grandezza della nave; in pratica, per fare un evoluzione, doveva compiere un raggio troppo grande...

    Ancora oggi l'Iceberg rappresenta un pericolo per la navigazione, ma grazie a un parallelo limite, le Pilot Chart aiutano i comandanti a pianificare la traversata in maniera da evitare di incontrarli lungo la propria rotta (grazie alla navigazione mista o la spezzata lossodromica). Ai tempi del titanic non si era tenuto conto delle condizioni averse per la sicurezza, ma si è preferito usare il percorso più breve ed economico (Ortodromia sullo stesso emisfero col vertice ad alte latitudini). Comunque, secondo me se avessero usato materiali di più alta qualità, il risultato sarebbe stato lo stesso, in quanto con le conoscenze attuali sulla struttura ideale dello scafo, il sistema usato, non era di certo sicuro... ma erano conoscenze diverse, in quanto parliamo di un confronto tra i giorni nostri e gli inizi del novecento

    Nikooo ha detto una cosa giustissima, infatti dopo la tragedia del Titanic, la SOLAS e l'IMO stesso iniziarono a battersi per la salvaguardia della vita (lo fanno tutt'ora) in mare disponendo leggi in materia di sicurezza per il mezzo nautico, i passeggeri, l'equippaggio e i beni trasportati. Esempio banalissimo, nel titanic, le scialuppe bastavano appena per la prima classe... oggi una cosa del genere non esiste e una nave iscritta nei registri internazionali e italiani deve avere scialluppe per il 125% degli occupanti nel lato dritto e il 125% in quello sinistro per un totale del 250%...

  • 1 decennio fa

    Non è stata colpa dei materiali, con lo squarcio che ha fatto l' iceberg nella fiancata, e con la sua estensione,è stata solo questione del tempo necessario ad allagare in successione i compartimenti della nave.

    Se fai il raffronto con quello che è successo alla nostra meravigliosa Andrea D'Oria il 26 luglio del 1956,

    http://it.wikipedia.org/wiki/Andrea_Doria_%28trans...

    capisci perché ci sono delle falle ( è il nome che si dà al buco accidentale sullo scafo che fa entrare acqua a bordo ) che non possono essere controllate, perché non sono state previste.

    Pensa che la normativa di compartimentazione e galleggiabilità di una nave è continuamente rianalizzata e corretta, anche in funzione degli incidenti che si verificano, e di come evitarli di nuovo.

    Ricorderai una quindicina di anni fa quando è affondata una nave nel Golfo di Finlandia, si chiamava Estonia, con un numero altissimo di morti.

    http://archiviostorico.corriere.it/1994/ottobre/01...

    Da allora sono state modificate le regole per l' esecuzione delle rampe di accesso prodiere, in modo che non possa più accadere.

    Ciao

  • Anonimo
    1 decennio fa

    all' epoca non esistevano le convenzioni internazionale per la sicurezza della nave e della vita umana in mare...il titanic fu costruito normalmente senza per esempio le paratie stagne, le porte taglia fuoco e tutti gli altri dispositivi di sicurezza per esempio le sezioni del titanic non erano compartimentate e l' iceberg è stata la goccia che ha fatto trabboccare il vaso....infatti dopo l' affondamento del titanic furono istituite le varie convezioni che tutt' oggi vigono

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    è stata una serie di circostanze sfortunate, oltre al fatto che aveva paratie stagne che arrivavano solo a metà altezza, ma poichè da ogni grande disastro l'uomo ha saputo trarre insegnamenti, ora le paratie interne sono state modificate e in una situazione identica in tutte le sue fatalità, le cose sarebbero andate diversamente.

  • ciao capisco ke per ieri vedendo il concerto su rai uno e vedendo la colonna sonora di titanic ti sia venuto in mente,comunque penso ke non ce l'avrebbe fatta

  • 1 decennio fa

    purtroppo, in fase di costruzione, si è voluto risparmiare sui materiali ma, soprattutto, le tecnologie dell'epoca non prevedevano la struttura a doppia chiglia che avrebbe consentito di salvaguardare l'integrità della nave.

    oggi, con i transatlantici attuali, il pericolo che accada quello che è successo al titanic è molto vicino allo zero.

  • 1 decennio fa

    è inprobabile ma almeno sarebbe stato più sicuro se non si fosse scontrato

  • Anonimo
    1 decennio fa

    no era grande l'iceberg

  • 1 decennio fa

    Probabilmente nn sarebbe sopravvissuto, ma i danni sarebbero stati minori, infatti la struttura era inadeguata x sopportare temperature basse come quelle del Nord Atlantico!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.