Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Malata chiede eutanasia.Il vescovo:"Un grido di dolore".Nessuno l'aiuta.E' questo il ruolo di chiesa e stato?

cito:

Indigente e malata di cancro. Per questo Angela S., 58 anni, pensionata, vuole morire e chiede l'eutanasia. "Non auguro a nessuno di vivere in queste condizioni", ripete dal giorno di Natale, quando per mettere assieme il pasto ha dovuto chiedere aiuto ai vicini.

Vive con 250 euro al mese di pensione (ottenute per una invalidità).Ha chiesto alla Asl una semplice indennità di accompagnamento. Ma la sanità abruzzese - già sconquassata e priva di fondi, anche a causa degli scandali legati alle tangenti nella pubblica amministrazione - è stata irremovibile.

Il "no" da parte dell'ente ha spinto la donna a chiedere pubblicamente una "morte dignitosa piuttosto che una vita di stenti, dolore e umiliazione". Non sa come mantenersi, figurarsi come potersi curare.

Per il vescovo della diocesi di Sulmona, Angelo Spina, si tratta di "un grido di dolore, un grido di una persona sola che reclama il diritto alla vita e non alla morte". Ma anche la chiesa non è stata d'aiuto. La donna infatti si è rivolta anche al parroco del paese per cercare sostegno, senza ottenere risultati.

Chiesa e stato a fare tante belle parole vuote e inutili di solidarieta' e contro l'eutanasia, ma poi i poveri sono costretti a chiedere di morire?

http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/cronaca/a...

10 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Lo stato non assiste queste persone la chiesa lo fa SOLO A PAROLE, però non sia mai che qualcuno voglia smettere di soffrire. Il dolori ci eleva, ma finiamola solo in bocca a chi non conosce il dolore possono stare certe parole.

    Questi ipocriti che non mangiano se non hanno posate almeno d'argento si permettono di sindacare sulla vita e la morte delle persone e noi italiani popolo di pecoroni ci facciamo comandare da simili esseri abietti.

    Poi quando si avvicina la dichiarazione dei rediti ti fanno vedere preti superman che salvano il mondo quando non sono capaci neanche di aiutare una donna che soffre e chiede solo dignità e rispetto. Dategli pure l'otto per mille (tanto se non glielo date se lo prendono lo stesso) non sia mai che il pastore tedesco non possa comprarsi le sue pantofole prada e pensare che gesù cristo sta gente l'aveva cacciata dal tempio.

    Chi è senza peccato scagli la prima pietra.. vi ricordate chi l'ha detto?? signori a giudicare dalle pietre che vedo lanciare dai cristiani tra un po' bisognerà ampliare il paradiso visto che son tutti senza peccato.

    Le colpe della chiesa non giustificano certo il comportamento disgustoso dello stato dare una pensione decente a sta donna (e tutti quelli che purtroppo stanno come lei) quanto può costare mai allo stato? 1€ a contribuente? beh se in Italia vi sono persone che non sono disposte a questo sacrificio beh non ho parole.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    sono abruzzese e lavoro nella sanità, quindi posso confermare di persona che i fondi sono proprio azzerati grazie a i delinquenti(dx, centro e sx) che formano il consiglio regionale!!!

    quindi il vescovo di Sulmona al posto di dare solo fiato alla bocca perchè non ne approfitta dando LUI una mano alla povera signora???

    la Chiesa ha tanti soldi ma mai per i poveri ed i bisognosi, a loro basta la speranza e le preghiere..........................

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sei sorpreso? Ormai per ottenere l'accompagnamento bisogna essere dichiarati invalidi al 100%, incapaci di provvedere a se stessi e di svolgere le attività della vita quotidiana semplici e complesse....non lo hanno dato neanche a mia nonna, malata di leucemia.

    Nemmeno l'ipocrisia della diocesi mi sconvolge; l'eutanasia, si sa, non la accetteranno mai- per carità di Dio!- ma il punto è che qui sono tutti bravi ad incitare a fare figli come i conigli in gabbia, ma se c'è da aiutare qualcuno che non riesce ad arrivare alla fine del mese sai cosa gliene frega?! Come se la gente campasse d'aria o di fede!

    Stato o Chiesa, cosa cambia? Si tratta sempre di fare politica e di guardarsi i propri interessi, i bisogni dell'individuo contano niente.

  • 1 decennio fa

    Perché i soldi della Chiesa servono ad ampliare il dominio religioso, non a curare i malati, che non riescono nemmeno a sopravvivere decentemente.

    E lo Stato non fa nulla per loro, completamente assoggettato alla vonlontà del Vaticano.

    Per i poveri non v'è mai tempo né possibilità, da parte di nessuno: e sono costretti a lasciarsi morire.

    Questo non è degno di un Paese democratico.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Predicano di essere ospitali con gli stranieri e con i bisognosi e poi sono i primi a chiudere le porte. La parrocchia a cui si è rivolta può essere piccola e povera, ma il vescovo potrebbe agire anzichè sparare cazzate e travisare le parole della signora.

    Spero che stia solo prendendo tempo per organizzarsi e che trovi una soluzione,

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sono dei porci.. Sono solo capaci a predicare.. Poi quando veramente potrebbero insegnare qualcosa se ne approfitano per fare politica. Sono solo dei porci...

  • 1 decennio fa

    "Siam Tutti fr0ci col **** degli altri" diceva mio nonno!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    La chiesa nella sua lunga storia ne ha fatte di tutti i colori,questa non mi stupisce.

    Lo stato in cui viviamo hai dei problemi strutturali che abbiamo ereditato da quelli che venivano prima e anche quelli che si sono ora non è che facciano proprio l'impossibile.

    In una situazione così,il diritto legittimato all'eutanasia dovrebbe essere una cosa logica,almeno per chi sa che non avrà una vita lunga e felice per una qualche terribile patologia.

    Arrangiati che nessuno ti aiuta,questo penso sarà il motto del futuro.

  • che ipocrisia, se la chiesa non l'ha aiutata!!!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ha bisogno prima di tutto di calore umano e di un'abbraccio, e soprattutto di speranza.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.