Dragos V ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

come posso fare un tema descrivendo una persona che mi suscita ammirazione e fiducia?

7 risposte

Classificazione
  • Brillo
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    fai prima a dire che te lo facciamo noi cambia qualcosa ok ?

    Era il primo giorno della festa patronale alla Parrocchia Maria Immacolata. Già dalla Messa si preannunciava una giornata speciale. Ero giunto con pochi minuti di ritardo e la chiesa era affollatissima; all'esterno erano state sistemate tante panche di legno da occuparne l'intero spiazzale e ancora intorno al perimetro c'era tanta gente in piedi; donne in costume tradizionale; boy scouts a curare il "servizio d'ordine" cercando da sedere a quante più persone possibile (devo dire che uno degli scouts, mio amico e studente appassionato di italiano, mi trovò velocemente un posto....il solito napoletano); uomini con il loro miglior vestito, sia esso di stile occidentale o meno; bambine con pettinature che a noi europei risultano bizzarre e bellissime allo stesso tempo; e la luce del sole che, filtrata dai teli sistemati a copertura del cortile, rendeva ancora più scintillante quella ubriacatura di colori.

    Dopo la celebrazione cominciò la vera festa; un gruppo di donne della parrocchia avevano preparato il pranzo per qualche centinaio di persone, basandosi su quanti avevano versato la quota di partecipazione. In attesa del pranzo, in compagnia della giovane Suor Rose, mi sembrava di girare come una trottola: io non avevo nulla da offrire in quel momento se non la gioia di trovarmi in mezzo a tutta quella gente, con bambini che mi tiravano da tutte le parti per giocare, chi mi si aggrappava alla schiena, chi voleva essere portato sulle spalle, uomini e donne che mi salutavano cordialmente come fossi uno che incontravano abitualmente alla messa. Mi sentivo uno di loro, non ero più un tubab.

    E venne il momento che io avevo atteso tantissimo, un momento che mi avrebbe veramente fatto sentire in comunione con il popolo senegalese. Si andavano formando i gruppi che avrebbero condiviso il cibo. Seduti in circolo, eravamo forse una decina, io, Suor Rose e donne e uomini della parrocchia attendevamo che ci venisse portata la nostra calabas con il riso, le verdure e la carne di montone. Proprio di fronte a me era seduta una donna di una cinquantina d'anni; in verità noi la chiameremmo piuttosto un donnone, considerando la sua stazza, nel suo abito coloratissimo e il copricapo dello stesso tessuto del vestito. Arrivò il nostro "piatto" e tutti, contemporaneamente, vi avremmo mangiato. Con mia meraviglia, come per incanto, comparvero dei cucchiai: per rispetto del tubab che mangiava con loro, stavano rinunciando alle loro abitudini di prendere il cibo con le mani. Cominciammo a mangiare. La donna di fronte a me era in estrema difficoltà; mi rendevo conto che non era abituata a mangiare con le posate, anzi non sapeva proprio usarlo e invece di imboccarlo di punta lo accostava alla bocca di lato con il risultato che gran parte del contenuto le si versava sul vestito. Fu in quel momento che incrociai il suo sguardo: uno sguardo che diceva tutto. Mi stava chiedendo, senza parlare, se poteva rinunciare a quella specie di supplizio, visto che non riusciva proprio a godersi quel cibo così saporito. E senza parlare, con un sorriso, ci capimmo: entrambe posammo il cucchiaio; cominciammo a mangiare con le mani e stavolta ero io quello in difficoltà. La donna -mi dispiace ma proprio non ne ricordo il nome- mi mostrò la maniera migliore per ungermi il meno possibile e mangiare quanto più abbondantemente possibile e già dal terzo-quarto tentativo riuscivo perfettamente ad appallottolare riso, verdure e carne e farne un bel boccone. Il cerchio si era chiuso: in quel momento, più che mai, mi sono sentito uno di loro e io non dimenticherò mai quello sguardo che mi chiedeva, non dico mi implorava, ma quasi, se era proprio necessario mangiare con un cucchiaio; era stata una bella manifestazione di affetto da parte loro l'aver portato delle posate ma io non potevo permettere che a causa mia loro dovevano rinunciare ai loro costumi, fare gli occidentali. Ero io l'ospite e quindi ero io che dovevo adattarmi, ero io quello che doveva mettere un altro pezzo di "esperienza" nello zaino della vita che ognuno di noi porta sulle spalle. E' stato il cibo più buono che io abbia mai mangiato in vita mia!

    Sistemalo un pò e il tema è fatto

    Ciao

    Federico

  • 1 decennio fa

    Secondo me dovresti per prima cosa trovare questa persona, poi descriverla brevemente fisicamente e interiormente soffermandoti, infine, sui motivi per cui tale individuo ti suscita questi sentimenti.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Parla pure di me e scrivi tutto quello che te passa per la capa. ma senza esagerare. però.

  • 6 anni fa

    Trovi un ampia varietà  e scelta di Posate da bistecca sul sito Amazon.it. Ti lascio il link della sezione corrispondente http://amzn.to/1zpy7Ss.

    Prima di ogni acquisto online io cerco sempre di confrontare caratteristiche e costi dei vari prodotti per trovare il giusto compromesso tra qualità  e prezzo. Fondamentale poi leggere i giudizi di chi questi prodotti li ha già  acquistati per orientare la scelta finale. Credo che dando una occhiata a questa pagina potrai ricavare tutte le informazioni che ti servono su questo tipo di prodotto

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    inizi così: io conosco pinco pallino da un tot di anni, poi dici come vi siete conosciuti, scrivi qualcosa ke avete fatto insieme, qualcosa ke ha fatto in modo ke tu lo ammirassi e poi xkè ti fidi di lui. infine scrivi qualcosa di carino.

  • 1 decennio fa

    ma che domanda è, scusa?

    Se questa persona che ti ispira fiducia esiste, bene, parla di lei, del perchè ti suscita queste cose, etc..

    Se la persona non esiste, inventane una e fingi che esista..

    VERSATILITA'...

  • 1 decennio fa

    dev'essere una persona che stimi tipo un tuo caro amiko un tuo parente

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.