Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

chi ha letto il libro noi, i ragazzi delo zoo di berlino?

ciao mi potete fare un riassunto del libro...e una descrizione breve di tutti i personaggi sopratutto di cristine detlef ..? grazie

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    La trama del film segue in maniera molto meno completa e non del tutto fedele quella del libro.

    Il film, diversamente dal libro, inizia quando Christiane vive con sua madre e sua sorella nel quartiere dormitorio di Gropiusstadt, situato alla periferia meridionale della città, non distante dal Muro. Il padre di Christiane ha già lasciato la famiglia.

    Per sfuggire da questo squallore, Christiane, insieme alla sua amica Kessi, passa le sue serate alla discoteca Sound, tristemente nota per il traffico di droga e la diffusione della prostituzione giovanile. Una di queste sere Christiane, già consumatrice di droghe leggere, consuma per la prima volta degli acidi. E, proprio in questa occasione, fa la conoscenza di Detlef.

    La situazione personale di Christiane è aggravata dalla decisione della sorella di andare a vivere con il padre. Christiane non ne è affatto contenta e resta in questo modo sempre più sola. Inoltre la ragazza non vede di buon occhio la frequentazione della madre con un altro uomo (che a breve si trasferirà a casa con loro), nonostante questi si mostri con lei simpatico ed affettuoso tanto da regalarle un disco del suo cantante preferito David Bowie.

    Christiane così si affeziona sempre più a Kessi, a Detelf e al suo gruppo di amici, tra cui ci sono Axel e Bernd, i migliori amici di Detlef. Insieme passano le notti, fumando e assumendo droghe. Bellissima la scena in cui i ragazzi scappano dalla polizia dopo aver rapinato un negozio all’interno dell’Europa Center e nella fuga si rifugiano sul tetto da cui osservano tutta la città di Berlino alla luce notturna delle stelle.

    Durante una sosta ad una fermata della metropolitana, dopo una delle solite notate passate fuori casa, la madre di Kessi troverà la figlia completamente addormentata, sotto effetto delle anfetamine, in compagnia di Christiane, scoprendo gli inganni che le due ragazze sistematicamente utilizzavano (affermavano di dormire l'una a casa dell'altra) per poter stare fuori per tutta la notte, e le proibirà di frequentarla ancora, ordinandole di interrompere bruscamente la loro amicizia. Da questo punto, il personaggio di Kessi scompare dalla scena, mentre Christiane continuerà a frequentare il Sound.

    Senza l’amicizia di Kessi Christiane è sempre più sola. La ragazza, inoltre, subisce un grosso colpo quando capisce che sia Detlef, del quale si è chiaramente innamorata, che i suoi amici fanno uso giornaliero di eroina.

    Al concerto di David Bowie, insieme a due amici, Pollo e Bernd, sniffa per la prima volta. Di ritorno al Sound, completamente sballata, Christiane fa la conoscenza di Stella e di Babsi, che d’ora in poi diventeranno le sue amiche del cuore. Qui rincontra anche Detlef, anche lui completamente sballato, ed i due vanno nella stanza in cui vive Detlef, ospite del suo amico Alex.

    Christiane scopre che Detlef vive in un appartamento da bucomane e scopre inoltre che il suo innamorato, oltre ad essere tossicodipendente, si prostituisce nei pressi della stazione dello Zoo di Berlino con clienti omosessuali per procurarsi la roba.

    Il giorno del suo quattordicesimo compleanno Christiane ospita a casa sua Babsi e scopre che anche lei assume eroina. Presa una fetta della sua torta raggiunge Detlef alla stazione. Lo spettacolo appare abbastanza inquietante agli occhi di una ragazzina di soli 14 anni. Raggiunto Detlef, Christiane capisce quale sia effettivamente l’attività del suo innamorato. Nei bagni della Bulowstrasse, nonostante il parere contrario di Detlef, Chistiane si inietta per la prima volta eroina. La scena è descritta con un realismo davvero molto crudo. Il commento di Christiane è: se è come una *******, una ******* non deve essere granché.

    Da allora in poi Christiane passa spesso le notti a casa di Detlef. In una notte in cui entrambi sono puliti dall’ero, fanno per la prima volta l’amore. Il film descrive l’episodio in modo molto tenero.

    Christiane frequenta sempre più anche lei la stazione, diventando molto amica di Stella e Babsi. Arriva così anche per Christiane la prima crisi di astinenza. Il film descrive in modo particolarmente efficace l’episodio. Christiane raggiunge Detlef, ed entrambi non hanno i soldi per procurarsi la roba. Così Christiane si prostituisce per la prima volta. Anche questa scena è abbastanza cruda, anche se Christiane si limita a masturbare il cliente. Con i soldi della marchetta i due ragazzi possono bucarsi. I due entrano così in una spirale di prostituzione, droga e crisi di astinenza.

    Finalmente, una mattina, la madre di Christiane si accorge che la figlia è una tossicodipendente. Decide così di occuparsi di lei e di Detlef tenendoli in casa e curandoli personalmente. La scena della crisi di astinenza dei due ragazzi è ancora particolarmente cruda . Alla fine i due ne escono completamente puliti.

    Tuttavia i due ragazzi tornano immediatamente alla fermata della stazione e ricadono nel giro della droga e della prostituzione. Qui il film, sotto le lugubri n

    Fonte/i: spero di averti aiutata ciao
  • Anonimo
    4 anni fa

    Se vuoi un consiglio per trovare l’hotel per andare a Berlino ti linko questo sito https://tr.im/1zCv2 ho fatto le mie ricerche ed ha i prezzi più bassi

    Berlino rispetto alle altre metropoli offre innanzitutto gli stessi berlinesi, il cui cuore ruvido ma allo stesso tempo accogliente contribuisce a creare l'atmosfera tipica della capitale tedesca. E naturalmente un numero quasi incredibile di attrazioni in cui si rispecchiano la dinamicità e lo spirito moderno, la storia ,l arte ,la cultura e il divertimento.

  • 1 decennio fa

    nulla d'aggiungere alla trama finora raccontata da chi mi ha preceduto, semmai qualche riflessione...

    questo libro è nato da una lunga intervista che nel 1978 2 giornalisti -i quali cercavano di risalire alle motivazioni di un largo uso di sostanze stupefacenti da parte di givanissimi- nel carcere di Neukölln fecero ad una ragazza, christiane felscherinow, allora imputata x spaccio. il libro divenne un film nel 1981 e x lungo tempo fu considerato, in germania, fortemente educativo, xché cristiane, nonostante tutto era riuscita a liberarsi dall'incubo della droga (dopo aver perso diversi amici, a partire da babsi, la + giovane eroinomane morta di overdose: aveva 12 anni e tutt'ora mantiene il triste primato). pag di questo libro furono inserite in antologie x studenti tedeschi e a lungo si è dibattutto sulla condizione anche familiare di questi adolescenti, a partire dalla stessa christiane, strappata alla piccola città natale x finire nella periferia di berlino in un palazzo anonimo e con genitori sempre + assenti.

    il punto è che la ragazza in questione anni dopo nel tunnel c'è rientrata, e a nulla le è servita l'iniziale notorietà (si era data anche alla musica), x cui a volte mi chiedo se quel libro abbia ancora un senso...

    Fonte/i: ho letto e riletto il libro anni fa
  • 1 decennio fa

    Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino

    Di Christiane F.

    Questo libro è stato realizzato grazie alle interviste a una giovane berlinese Christiane F. che racconta la sua storia e quella dei suoi coetanei, sullo sfondo di una Berlino ove i quartieri-dormitorio e le discoteche sono simili a quelli di ogni grande città europea. E’ una storia di una precoce ascesa nel mondo della droga e della sua faticosa risalita.

    Trama

    Christiane è una dodicenne berlinese. Inizia a frequentare, introdotta da un'amica, un circolo di giovani gestito da un’associazione di volontariato. Le difficoltà familiari, un padre che la picchia e la madre che se ne va di casa e i suoi continui rapporti con tossicodipendenti la conducono ben presto sulla strada della droga. A dodici anni Christiane inizia a fumare hascisc a tredici a iniettarsi eroina. Insieme a delle amiche inizia a frequentare una nota discoteca berlinese : “Il Sound”. E’ proprio lì che incontra il suo primo grande amore Detlef, anche lui bucomane. Christiane continua a entrare e a uscire di prigione, attraversa tutte le tappe della degradazione, dal furto alle prostituzione, e un giorno decide di smettere e di avviarsi verso la disintossicazione. Prova diverse volte la disintossicazione in casa, con Detlef, ma quando sembra pulita ricade sempre nel tunnel dell’eroina e della prostituzione. Prova allora ad affidarsi a una casa di cura, ma scopre che il giro di eroina c’è anche lì e capisce che non gli servirà a niente rimanere e decide di scappare. Attraversa periodi di profonda commiserazione, dice di non riconoscere più il suo corpo e pensa anche di suicidarsi. La madre alla fine decide di mandarla a vivere lontano da Berlino, dalla droga e dagli amici, ed è lì, in un paese di campagna dall’altra parte della Germania che Christiane riesce a liberarsi definitivamente dal tunnel della droga e riesce anche a vedere per se stessa un domani migliore.

    Personaggi Principali:

    Christiane, la giovane protagonista di questo documento - verità. Inizia a fumare hascisc a dodici anni e a iniettarsi eroina a tredici, racconta con un linguaggio crudo la sua storia e quella dei suoi coetanei.

    Christiane F. (l'anonimato del cognome svincola il personaggio da una precisa identificazione e lo rende un caso esemplare: la sua vicenda potrebbe essere quella di tanti altri giovani) compie il percorso di chi precipita

    nella tossicodipendenza. Dall'illusione di poter controllare il rapporto con la droga (posso smettere quando voglio) evitando la dipendenza alla degradazione estrema. Una volta entrati nel tunnel dell’autodistruzione (significativa l'immagine di Christiane che dopo il primo buco entra in macchina in una galleria senza che se ne veda l’uscita) l’esistenza diventa un'ossessiva e costante ricerca della dose, unico scopo della vita.

    Dietro a Christiane c'è il vuoto: la famiglia praticamente non esiste, la scuola nemmeno, non c'è traccia di riferimento umano ed istituzionale, la protagonista e con lei i disperati coetanei che popolano la stazione di Berlino

    sono irrimediabilmente soli.

    Detlef, il primo vero amore di Christiane. Detlef è un bravo ragazzo entrato nel tunnel della droga per sfuggire alla degradazione del mondo che lo circonda. Inizialmente non vuole che Christiane si droghi, e quando lei è ormai una dipendente dell’eroina non vuole che si prostituisca e lo fa lui al posto suo, rimediando così una dose per tutti e due. Pirtroppo i suoi sforzi risultano vani in quanto si trova costretto ad ammettere che non riesce a guadagnare abbastanza per due dosi cosìcche Christiane si prostituisce. Detlef e Christiane sognano spesso di essere sposati, di avere una bella casa, nei loro sogni non compare la droga. Decidono di disintossicarli, ma dopo un po’ di tentativi falliti Detlef va a Parigi, ove si disintossica definitivamente.

    Babsi e Stella, le due amiche di Christiane. Anche loro sono delle bucomani, aiutano Christiane in caso di necessità. Babsi diventerà la più giovane ragazza morte di overdose nella storia della Germania e Stella morirà anche lei dopo poco.

    La madre e il padre di Christiane. La madre di Christiane è praticamente inesistente, educa la figlia con troppa indulgenza, è sempre impegnata per lavoro, via, fuori casa. Il padre invece è uno dei responsabili della ascesa di Christiane nella droga, infatti quando Christiane è piccola lui scarica le sue frustazioni su di lei picchiandola, cosicchè la ragazza vede nella casa un luogo oscuro, e si allontana dalla famiglia. Quando il padre si accorge del suo errore è troppo tardi, la moglie e le figlie se ne sono andate di casa e Christiane è ormai dipendente dall’eroina.

    Personaggi Secondari:

    Tutti gli amici del Sound, li più importante è Atsi, il primo ragazzo che “ci ha provato con Christiane”. Il suo suicidio da un grande turbamento a Christiane, che per la prima volta pensa alla morte come a una cosa reale e sempre in agguato.

    Valutazioni personali:

    La storia porta sicura

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.