Fabio
Lv 6
Fabio ha chiesto in Scuola ed educazioneCuriosità · 1 decennio fa

Per chi va a scuola e chi andava. Curiosità?

Curiosità. Quale è stato il metodo più furbo e astuto per copiare e quale quello più ridicolo?

E' una domanda che mi è venuta in mente pensando ai vecchi ricordi della scuola e il nostro prof che ci beccava sempre un giorno ci disse "ma devo insegnarvi anche come copiare? Se volete copiare non fatevi beccare almeno" ahahahah che gabbia di matti eravamo.

Aggiornamento:

si Danny ma con stile :)

Aggiornamento 2:

Ragazzi siete obsoleti e pensare che voi siete più giovani di me se andate ancora a scuola.... i fogliettini piccoli non si scannerizzano si stampano a carattere 5 su word, ma poi nell'astuccio è facilissimo essere sgamati e nelle maglie anche...

Aggiornamento 3:

Io mi ero comprato una calcolatrice programmabile con un schermo lcd di 1 pollice e mezzo e mi ero fatto un programmino con testi e testi di libri. schiacciavi 1-2-3 e riuscivi a leggere tutto e la calcolatrice potevi lasciare lì mica ci arrivavano a vedere il testo, al limite controllavano che non ci fossero bigliettini, ma con un tasto spegnevo l'LCD e la calcolatrice era come spenta. hihihi

10 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    mi ricordo in primo superiore il metodo dei ''bigliettini-nel-foglio-protocollo'': mai piu'! la prof di storia mi si avvicina e mi guarda: oh, cecilia, che bella calligrafia hai!. si alza il foglio davanti al viso per vedere meglio: cade giu' un papiro di foglietti lungo come l'antico testamento :D

    ma poi ci sono stati anche i successi :D

    tipo il "mi dai un fazzoletto?" e il compagno ti passa quel famoso fazzoletto preparato prima con tutte le risposte dentro

    oppure il foglio protocollo scritto all'interno con la matita sottile sottile, in modo che la prof non possa leggere, e tu possa a tua volta perdere la vista per prendere un 8...

    ma il migliore di tutti era lo "striscione" xD

    per le interrogazioni tipo di matematica, quando si doveva andare alla lavagna, la prof si metteva di fronte all'interrogato, seduta. quindi ci dava le spalle.

    dettava l'espressione o quello che era, o faceva domande. e mentre lei diceva noi dal banco la si risolveva e si scriveva su questi fogli da disegno, e li alzavamo tipo striscione allo stadio :D ovviamente la prof non si insospettiva, che ci sentiva tutti muti, quindi non si girava mai a vedere se c'era qualcuno che spifferava a voce le soluzioni :D

    cosi' tu dalla lavagna facevi finta di pensare fissando l'infinito.... e magicamente eravamo tutti bravissimi in matematica :O

    Fonte/i: che nostalgia... :)
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    mettevo un polsino con dentro i bigliettini o quando c'era inverno i bigliettini erano messi dentro la cinghia dell'orologio accuratamente piegati perche non si vedessero e facili da estrarre e riporre

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • anche io quando andavo a scuola solitamente usavo i classici fogliettini che mettevo nell'astuccio e grazie a dio nessun professore se ne è mai accorto...a volte arrivavo 10 minuti prima e scrivevo qualcosa sul banco...oppure ci prestavamo i fazzoletti con sopra scritte le cose o mini foglietti infilati nei cappucci delle penne..una volta abbiamo persino scritto le formule di matematica sul muro... poi l'ultimo anno invece ci passavamo le note tramite bluetooth!!! bei tempi :(

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Oltre a tante di quelle già citate,all'esame di terza superiore ho passato tutte le risposte di inglese a una mia compagna così:io ero avanti,appoggiata al muro,sotto la lavagna.la mia compagna era dietro di me appena davanti la cattedra.La prof era appoggiata alla cattedra che spiegava il compito,erano crociette quindi io velocemente lo feci e passai tutte le risp alla mia compagna..x non farci sgammare facevamo che lei mi mimava cn le dita il numero della risposta e io se era a mi toccavo il naso se era b la bocca e così via...prese il primo sette della sua vita in inglese dopo un anno di 2...la prof iper meravigliata:)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    haha, anche una mia profe fece una battuta del genere.. comunque mi ricordo che quand'ero a scuola scopiazzavo semplicemente mettendo bigliettini all interno dell astuccio o facendomi le fotocopie rimpicciolite...poi in quarta superiore mi ricordo che ero in prima fila, davanti alla cattedra e quando da dietro mi chiedevano di poter copiare io alzavo il foglio con le domande( facendo finta di leggere cio' che avevo scritto davanti al prof.) ma mettevo il foglio un po' in alto facendo in modo che tutta la fila dietro di me potesse copiare....mi ricordo che solo la prof di inglese se ne accorse una volta e sogghignando soltanto mi disse" ma che stai facendo tu?!"

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    io sn uscita l'anno scorso da un perito turistico. la mia carriera scolastica è stato un continuo copiare: io attaccavo i bigliettini scritti su an fogliettoa sfondo blu sull'etichetta della bottiglietta d'acqua, nn m'hanno mai sgamata!La mia compagna di banco invece attaccava i fogli al contrario sotto il banco e poi li guardava con uno specchietto;oppure avevamo la tecnica di attaccare i foglietti sulla schiena di chi era davanti....

    ma la migliore è stata alla terza prova della maturità, quando

    mihanno passato le risposte in un panino....

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Foglietti dentro al dizionario. oppure, se il compito era di inglese o latino, si scriveva a matita dentro al dizionario tutto quello che si riteneva utile. Inoltre foglietti dentro ai calzini oppure nella tasca interna della camicia. Frequente il prestito della biro con dentro la frase o l'esercizio che si voleva copiare.Sai, era fatto tutto artigianalmente, non esistevano computer o telefonini cellulari.

    Eh si, bei tempi...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Anche la mia prof di Biologia diceva cosi, una voltà beccò un mio compagno e gli disse:"Ennio, per favore....ti sto vedendo, almeno sposta la testa più a sinistra ke così ti copri con la testa della compagna che ti sta avanti"...ASSURDO!!! Era troppo brava, a volte se ne usciva e tornava 5/10 min dopo. Ma tanto aveva ragione, lei diceva sempre ke è inutili fare i carabinieri perchè tanto si copia lo stesso e magari è pure peggio xkè per copiare in fretta si fanno più strafalcioni che altro!!! Una volta ci lasciò copiare addirittura dai libri, ma tanto a lei interessavano i voti ke prendevamo all'interrogazione: scema si, ma f e s s a no! Invece il modo più furbo ke usai è stato quello di copiarmi tutte le info a matita sul muro dell'aula!!! A me piaceva sedermi col banco vicino al muro e un giorno decisi di imbrattare con spiegazioni di Scienze, ricordo ke addirittura mi feci il disegnino delle cellule e lo colorai pure! XD!!! una volta invece riempii le gambe del mio banco e il muro nella parte bassa di post-it (lo avevano ripittato il giorno prima, quella volta mi avrebbe sgamato). Quello più comune è ridicolo invece è stato quello di copiare tutto sul banco, quello è il più classico ed è uno dei modi migliori. I modi peggiori invece sono quelli con bigliettini nel portapastelli e libri nascosti sotto al sedere, là si ke ti fai beccare!!!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    il metodo piu' ingegnoso ed efficace : scannerizzazioni delle pagine e stampa su fogliettini piccolissimi con il carattere leggibile piu' piccolo in assoluto (era microscopico... ma si leggeva!). I bigliettini li infilavano nelle maniche, nei pantaloni, nelle scarpe..

    quello piu' ridicolo: tutti gli appunti scritti sulla lavagna dietro alla prof.. una volta ha funzionato!

    i bigliettini so solo che li scannerizzavano il giorno prima... nn l'ho mai fatto quindi di preciso nn so nulla ^^

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    o mamma che tempi...heheheh

    io mi facevo i classici foglietti...e li mettevo dentro l'astuccio.....ma poi ci fregava con le interrogazioni.....

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.