Anonimo
Anonimo ha chiesto in Affari e finanzaFinanza personale · 1 decennio fa

Quanto può essere conveniente un conto su Poste Italiane?

Il primo grosso vantaggio che mi viene in mente è la certezza del capitale depositato sul conto corrente (garantito dallo stato). Altri grossi vantaggi?

Aggiornamento:

@iovincosempre: evidentemente tu sei stato fortunato con le banche "private". Di incapaci ce ne sono tanti anche nelle banche private e ne avrei una lista che neppure ti immagini. Per quanto riguarda interessi etc.. Per quanto riguarda il Fondo Interbancario ... lo so che esiste, ma non ho molta fiducia sul tempo che intercorrerebbe dal fallimento della banca a quando ti vengono restituiti i soldi. Senza contare l'avere un mutuo su di una banca che potrebbe fallire. Per cartà ognuno fa come vuole ... grazie comunque.

Aggiornamento 2:

@wohnung5: grazie. Il fatto che la banca paghi di più ... non è che me ne importi più tanto dato che sono solo "promesse" queste ma non fatti nella stragrande maggioranza dei casi. grazie

Aggiornamento 3:

@mb_2000_it: questo non è vero, almeno non in generale. Potrei dire la stessa cosa io anche delle banche private allora, e portando anche validi esempi. Ma non mi sembra il caso di parlare male delle banche solo perchè io non mi sono trovato bene fino ad ora ... magari per altri è l'opposto.

Aggiornamento 4:

@mb_2000_it: ah dimenticavo ... non so cosa intendi tu come servizi bancari ma in questo momento a me basta avere un conto corrente garantito dal quale pagare bollette etc ... un investimento sicuro (e per quanto posso vedere attualmente nulla sembra essere meglio dei buoni postali) e dal quale fare bonifici via internet. e basta. questi sono i servizi che mi interessano.

Aggiornamento 5:

@mitzi: in effetti il discorso bancomat potrebbe essere un motivo di scelta molto importante: grazie, questo non lo sapevo.

Aggiornamento 6:

@vineriacarrera: grazie! c'e' però sto discorso del bancomat che mi preoccupa

Aggiornamento 7:

@belloccio: forse non hai capito il vero problema: se fallisce Fineco alias Unicredit Group i tuoi 20000 (anche se sono sul conto) spariscono! poi certo lo stato te li restituisce ... ma il mio dubbio è ... dopo quanto tempo?

Aggiornamento 8:

Da quello che mi pare di capire quindi: se hai parecchi soldi ti conviene sicuramente un conto alla posta altrimenti può convenire come no (se qualcuno poi sapesse dirmi dopo quanto tempo lo stato ti restituisce i soldini del tuo conto in banca ... gliene sarei molto lieto)

9 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Vorrei fare un po' di chiarezza, perche' mi sembra ci sia un po' di confusione.

    Comunque correggetemi pure se dico cose sbagliate, perche' sono solo una dilettante della finanza.

    Il conto postale non aderisce al fondo interbancario di garanzia sui depositi, perche' tale fondo riguarda solo le banche. La posta in tutto cio' non c'entra, quindi. Tuttavia, essendo le Poste proprieta' dello Stato, allora lo Stato garantisce per i depositi postali.

    Questo significa che il deposito postale e' teoricamente (anche praticamente credo) garantito al 100% per qualsiasi importo. Quindi, sempre teoricamente, ancora meglio che un conto bancario, posto che uno abbia piu' di 103.000 o suppergiu' da metterci dentro, perche' sara' lo Stato a garantire, cosi' come fa per i suoi titoli. Per non avere indietro i soldi dovrebbe fallire il sistema- Italia, e allora francamente credo che non ce ne sia davvero per nessuno!!

    Per quanto concerne invece il discorso competenze e di efficienza sollevato da qualcuno, francamente qualche dubbio sorge spontaneo anche a me.

    Premetto che non ho solida esperienza diretta, perche' in posta vado poco. Ho pero' un libretto intestato a mia figlia minorenne (le banche danno interessi veramente ridicoli in qs caso e davvero non fanno concorrenza, checche' ne possiate dire). Gli interessi sabato 10 gennaio non erano stati ancora accreditati, pare che arriveranno a febbraio. Questo mi sembra che non sia un indice di efficienza. Per quanto concerne la competenza, ne avranno acquisito una quantita' sufficiente essendosi dedicati da sempre al solo servizio postale? Mah!

  • 1 decennio fa

    Ok per sicurezza! Anche se il Fondo Interbancario ecc. ecc., anche se lo Stato si fa garante che nessuna Banca potrà fallire (le Banche italiane sono cmque molto solide e nn soffrono problemi come altre estere). Meno per la capacità di consulenza. Se ti serve solo come appoggio utenze ok. anche se ne trovi algtre con costi molto bassi. Personalmente investirò tramite Bancoposta solo quando le Banche ordinaria faranno le raccomandate.

    Ultima considerazione, perchè dovrei investire in Buoni Postali, quando la stessa proprietà di Bancoposta, ovvero la Cassa Depositi e Prestiti emette Btp a tassi molto più remunerativi?

    Fonte/i: promot. finanz. da 24 anni
  • 1 decennio fa

    banco click se usi tanto internet e' molto conveniente, nn paghi praticamente le spese x i pagamenti on line e il conto all'anno ti costa 36 euro

    le poste sono aperte anche il sabato e con orari piu' lunghi rispetto le banche

    per tutto il resto nn fa' molta differenza

  • 1 decennio fa

    Io ho avuto il conto in posta gli ultimi 4 anni prima di andare a vivere all' estero e anche qui ho aperto un conto in posta. Devo dirti che il vantaggio piu' grande e' la certezza del capitale in quanto come hai detto e' garantito dallo stato.C'e' un altro grande vantaggio, le poste hanno un orario piu' ampio delle banche e sono aperte anche di sabato per cui puoi fare le operazioni con piu' calma e per piu' giorni. Gli interessi suoi conti sono piu' o meno uguali. L' unica differenza sono gli eventuali investimenti che la posta paga meno rispetto alle banche. Pero' in generale con l' inertezza che abbiamo e che avremo anche per i prossimo due-tre anni penso sia la cosa migliore da farsi.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • mitzi
    Lv 5
    1 decennio fa

    paghi solo 31 euro al anno di spese e hai tutti i vantaggi di un conto in banca solo che il bancomat delle poste non e valido in tutti i negozi , supermercati

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Molto piu conveniente di un conto bancario.

    I tassi di interesse e le spese del conto corrente sono molto inferiori,e con tutti gli esatti vantaggi che puoi avere con una banca.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    lascia perdere la posta e non investire in questo periodo in nulla.

    Rischi solo perdite.

    tienili su un conto corrente remunerato così non rischi e li hai sempre disponibili.

    se il tuo conto attuale non è remunerato prova Fineco che

    per 20.000 euro di dà all'anno 298,80 € senza rischiare o fare nulla semplicemente tenendoli sul tuo conto.

    In più se al momento dell'apertura del conto inserisci questo codice AA8772556 ottieni 80 euro in omaggio oltre agli altri vantaggi di questo conto che puoi vedere su www.fineco.it.

    Io sono cliente fineco e quando mi arrivano gli interessi ogni tre mesi è un piacere.

    a presto e in bocca al lupo per i tuoi investimenti!

    Fonte/i: www.fineco.it
  • 1 decennio fa

    aprire un c/c alla posta è esattamente come portare la tua automobile da un meccanico di biciclette innvece che da un autoriparatore di auto specializzato

    probabilmente risparmi qualcosina ma in fatto di servizi bancari meno di 0

  • Ma tu lo sai che esiste una cosa che si chiama Fondo Interbancario Tutela dei Depositi, che ti garantisce fino a 100 mila euro anche se il conto ce l'hai in una qualunque Banca aderente?

    Ti ricordo che il tuo Stato che " garantisce " e' anche quello che modifica per decreto ( ed in senso sfavorevole al risparmiatore ) i tassi sui Buoni Postali gia' emessi, quindi di garanzie del genere ne faccio sinceramente a meno... Ciao.

    P.s. Non vedo una sola ragione per preferire un conto corrente aperto presso un soggetto che fino a ieri si occupava solo di timbrare lettere a quello aperto presso una Banca....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.