Perché il C ha avuto successo?

Questa è una domanda che ho fatto a (veri o presunti) "esperti" e nessuno mi ha saputo dare una risposta convincente. La maggior parte iniziano col dire xché è un linguaggio ad oggetti. Eppure lo usano ormai anche i fisici e matematici che della programmazione ad oggetti ne hanno bisogno solo di rado. Altri dicono xché è di basso livello e più veloce. Ma anche dinosauri come il Fortran sono velocissimi (anzi, forse anche più ed anche più facili da imparare e, nelle versioni moderne, con capacità aggiuntive). A questo punto tutti mi dicono che non lo sanno, ma che usano il C (o C++) perché hanno imparato quello e rimangono su quello. Insomma, non sarà solo una moda?

Aggiornamento:

Ciripill: mi stai confermando che appunto è un fatto storico. Della serie: "il mio papi programmava in C, e allora lo faccio pure io....".

Forfronzo: si giusto il C++ è ad oggetti. Io invece ho imparato il Fortran (molto più facile e codice leggibile, altrettanto veloce, e non so che cosa abbia in meno del C, ne esiste perfino una versione ad oggetti), ma ora mi ridono dietro.... Eppure ancora aspetto qualcuno che mi dica che cosa mi sono perso nel passare al C?

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Non devi vedere il C in chiave moderna, ma nel contesto in cui e' nato.

    Erano anni in cui c'erano linguaggi complicati o troppo facili. L'assembler da un lato, il Basic dall'altro insieme a Fortran, Cobol e compagnia.

    Il C e' stato un po' l'anello di congiunzione fra le 2 parti, permetteva di creare programmi veloci poco piu' di quelli in Assembler mantenendo comunque la struttura di un linguaggio piu' evoluto.

    Chi impara bene un linguaggio poi tende (se non obbligato) a rimanere su quello (il primo amore non si scorda mai) in seguito passando anche un po' di anni non e' che abbia voglia di imparare strutture diverse.

    Per quello che ci sono le nuove generazioni...

    No, non sto dicendo che devi usare il C perche' lo usava tuo padre... io ti sto dicendo il perche' i "vecchi" usano il C.

    I computer sono cambiati, potenza e memoria inimmaginabile venti anni fa. Alcuni linguaggi si sono modernizzati (Visual Basic per esempio) altri sono rimasti troppo simili all'origine e sono ormai parte della storia.

    Anche senza C puoi vivere benissimo, trova la tua strada. Se la imbocchi e cerchi di conoscere ogni sua via, non e' detto che fra vent'anni la vorrai cambiare e ricominciare un'altro percorso.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il C ha avuto successo perché integrava in un unico linguaggio costrutti di alto livello (tipici di linguaggi come il Pascal, ad esempio) con altri molto più vicino all'assembler. Inoltre permetteva di creare codice molto sintetico (a volte pure troppo...), che a sua volta dava origine a degli eseguibili molto compatti (e quando la RAM si misurava in kilobyte non era un aspetto trascurabile). N.B. il C non è a oggetti...il C++ è nato proprio dall'esigenza di inserire questi (ed altri) concetti più "moderni" nel C.

  • 1 decennio fa

    eeeh!!!????? 0.o

  • Anonimo
    1 decennio fa

    è arabo per me.......

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.