La profezia delle 70 settimane è una conferma che Gesù era il Messia?

Daniele 9:24-27

“Settanta settimane sono state determinate sul tuo popolo e sulla tua santa città, per porre termine alla trasgressione, e porre fine al peccato, e fare espiazione per l’errore, e recare giustizia per tempi indefiniti, e imprimere un suggello sulla visione e sul profeta, e ungere il Santo dei Santi. E devi conoscere e avere perspicacia [che], dall’emanazione della parola di restaurare e riedificare Gerusalemme fino a Messia [il] Condottiero, ci saranno sette settimane, anche sessantadue settimane. Essa tornerà e sarà effettivamente riedificata, con pubblica piazza e fossato, ma nelle strettezze dei tempi.

E dopo le sessantadue settimane Messia sarà stroncato, senza nulla per lui stesso"

“E il popolo di un condottiero che verrà ridurrà in rovina la città e il luogo santo. E la fine d’esso sarà mediante l’inondazione. E sino alla fine ci sarà guerra; sono decise le desolazioni.

Ed egli deve tenere in vigore [il] patto per i molti per una settimana; e alla metà della settimana farà cessare sacrificio e offerta di dono.

“E sull’ala di cose disgustanti ci sarà colui che causa desolazione; e fino a uno sterminio, la medesima cosa decisa si verserà anche su colui che giace desolato”.

Si parla di 70 settimane.

Siccome qui si parla del Messia la profezia non può intendere 70 settimane letterali o Gesù sarebbe dovuto giungere nel bel mezzo dell’Impero Persiano 2400 anni fa.

La profezia inizia con l’emanazione del decreto di restaurare la Gerusalemme distrutta

Neemia 2:1,5 ci fa comprendere come questo avvenne nel 455 a.E.V in seguito a vari confronti.

La profezia dice che da quel tempo alla venuta del Messia devono passare 69 settimane.

Se noi le consideriamo 69 settimane di anni otteniamo (69x7) -455= 483-455= 28(contando l’anno zero 29 E.V)

Nel 29 EV si battezzò Gesù come confermano le scritture

Si parla però anche di ricostruzione di Gerusalemme dopo 7 settimane

455 – (7x7)= 455-49= 406 a.E.V e anche questo avvenne

Tornando a Gesù è scritto che dopo le 62 settimane sarebbe stato stroncato e infatti poco dopo il 29 E.V (nel 33 E.V) Gesù viene ucciso

Dopo una settimana dalla comparsa del Messia ci sarebbe stato il “patto per i molti”

29 +7 = 36 E.V.

In quell’anno Pietro allarga la possibilità di divenire cristiani anche ai non ebrei istituendo questo patto e rigettando definitivamente Israele come nazione di Dio.

Voi che ne pensate? Avete un altro modo di interpretare questa profezia?

Vi pare un'interpretazione corretta?

Aggiornamento:

Per trottolo.

Neemia ebbe da Artaserse re di Persia, nel 20° anno del suo regno, nel mese di nisan, il permesso di ricostruire le mura e la città di Gerusalemme

Non è scienza. E' storia.

Aggiornamento 2:

Ah ecco ti sei reso conto da solo e hai cancellato la risposta. Hai fatto la cosa migliore.

Aggiornamento 3:

Uriel

Se fossero state 70 settimane letterali non si sarebbero adempiute le altre profezie riguardanti Gesù che coincidono con questa.

Inoltre 70 settimane dopo non ci fu questo famoso patto coi molti. Se tu ne conosci qualcuno dimmelo ma a me non risulta

Aggiornamento 4:

Gianni,

Sbagliato. Perchè la scrittura da te citata non è una profezia.

Aggiornamento 5:

Nemsek

Sbagliato.

62 settimane dopo le prime 7.

Ossia 69 settimane dopo il 455...non 62

Aggiornamento 6:

Grazie Unamico per i dettagli.

Al frate che di frate ha poco, vedo che non mi leggi.. Parlo di profezie..tu parli di dati..dati che non riguardano profezie. Quindi non girare il discorso in argomenti che non riguardano la domanda.

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    la profezia parla da se.

    (non cambia anche usando la CEI la profezia naturalmente è la stessa...)

    la spiegazione è biblica e sopratutto le date concordano perfettamente su almeno 3 aspetti:

    -battesimo di gesù

    -morte di gesù

    -patto con molti (nuovo patto con l'israele di dio)

    3 date azzeccate dalla profezia, con un anticipo spaventoso.

    tutto è opinabile, ma quando le cose coincidono così perfettamente c'è bisogno anche di ragionevolezza. sarebbe una casualità inconcepibile se il ragionamento fosse sbagliato e le date fossero giuste "per caso".

    io concordo con tutto.

    poi ricordo che ai tempi di gesù gli ebrei ASPETTAVANO il messia, SAPEVANO che doveva venire in quei tempi. ecco perchè tutto questo accanimento di erode, ecco perchè il popolo aspettava il messia con tanta ansia.

    ANCHE LORO CONOSCEVANO la profezia di daniele

    (Luca 3:15) ...Or mentre il popolo era IN ASPETTAZIONE e tutti ragionavano in cuor loro di Giovanni: “Che sia lui il Cristo?...

    (Luca 2:25) Ed ecco, c’era a Gerusalemme un uomo di nome Simeone, e quest’uomo era giusto e riverente, e aspettava la consolazione d’Israele, e lo spirito santo era su di lui.

    (Luca 2:38) ...E in quella stessa ora si avvicinò e rendeva grazie a Dio, parlando del [bambino] a tutti quelli che aspettavano la liberazione di Gerusalemme.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    E' tutto giusto.

    Le 70 settimane scadevano il 29 E.V. quindi gesù si presentò a suo cugino giovanni il battista per iniziare a fare la volontà del padre suo, quindi a predicare il regno di Dio, unico governo che recherà vera pace e sicurezza.

    Sei stato bravo nella tua esposizione dei fatti, ti metto una stellina

    ciao

    Fonte/i: bibbia
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Quindi, secondo la tua interpretazione, Daniele fece penitenza per (3x7=) 21 anni?

    Daniele 10:2-3

    In quel tempo io, Daniele, feci penitenza per tre settimane, non mangiai cibo prelibato, non mi entrò in bocca né carne né vino e non mi unsi d'unguento finché non furono compiute tre settimane.

    =====

    L'evidenza decisiva per la lunghezza del regno di Artaserse si fonda sulle informazioni astronomiche di tavolette datate al suo tempo. Uno di tali testi è il "diario" astronomico "VAT 5047", chiaramente datato 11° anno di Artaserse. Sebbene danneggiato, il testo preserva informazioni riguardanti due posizioni lunari in relazione a pianeti e alle posizioni di Mercurio, Venere e Saturno. Questa informazione basta a identificare la data del testo con il 454 a.C. Dato che questo fu l'11° anno di Artaserse, l'anno precedente, il 455 a.C. non può essere stato il suo 20° anno, ma il suo 10° anno. Il suo 20° anno deve per forza essere il 445/44 a.C. (vedi Sachs/Unger, Astronomical Diaries and Related Texts from Babilonia, vol. 1, Wien 1988, pp.56-59).

    Vi sono anche alcune tavolette datate al 21° e ultimo anno di Serse. Una di esse, BM 32234, che è datata 14° o 18° giorno del 5° mese del 21° anno di Serse, appartiene allo stesso gruppo di testi astronomici denominati "testi dei 18 anni" o "testi di Saros". Le informazioni astronomiche preservate su queste tavolette sono riferite all'anno 465 a.C. I testi includono le seguenti interessanti informazioni: "Mese V 14 (+X) Serse ucciso da suo figlio". Questo testo da solo, non solo mostra che Serse governò per 21 anni, ma anche che il suo ultimo anno fu il 465 a.C., non il 475 a.C.!

    Vi sono diversi "testi di Saros" di questo tipo che coprono il regno di Serse e Artaserse. In diverse dettagliate e datate descrizioni di eclissi lunari dei differenti anni di regno, esse stabiliscono la cronologia di questo periodo come una cronologia assoluta.

    Due altre tavolette astronomiche del regno di Serse e Artaserse, BM 45674 e BM 32299, contengono osservazioni datate del pianeta Venere. Di nuovo, queste osservazioni stabiliscono la cronologia di questo periodo come una cronologia assoluta. Abbiamo così numerose osservazioni astronomiche datate di differenti parti dei regni di Serse e Artaserse preservate su tavolette cuneiformi. In parecchi casi, solo una o due di queste osservazioni sarebbero sufficienti a stabilire l'inizio e la fine del loro regno. Il numero totale di osservazioni astronomiche datate del loro regno, comunque, supera le 40. È perciò impossibile modificare i loro regni perfino di un anno. Il 455 a.C. come 20° anno di Artaserse datato dalla Società è palesemente sbagliato.

    Le settanta settimane di Daniele

    Un certo numero di spiegazioni delle 70 settimane di Daniele sono state date nel corso dei secoli. Alcune di loro, compresa quella della Società Torre di Guardia, devono essere scartate senza esitazioni, dato che mostrano di essere in diretto conflitto con le date storicamente stabilite. Non hanno niente a che vedere con la realtà.

    Se il ventesimo anno di Artsaserse era il 445/44 anziché il 455, è ancora possibile partire da quell'anno, a condizione che usiamo "un anno profetico" di 360 giorni anziché l'anno solare di 365,2422 giorni. Ciò è stato dimostrato dal sir Robert Anderson in suo libro La venuta del Principe (1895, prima edizione). La sua spiegazione è stata recentemente migliorata da H. W. Hoehner nel suo libro Aspetti cronologici della vita di Cristo (1977), pagine 135 e seguenti. Questi autori mostrano i 476 anni dal ventesimo anno di Artaserse, 445/44 a.C., alla morte di Cristo (se datata al 33 A.D.) corrispondono a 483 anni di 360 giorni (476x365,2422 = 173.855 giorni; e se questo numero è diviso per 360 otteniamo 483 anni). Questo è solo un esempio di una spiegazione che presenta almeno il vantaggio di partire da una data accertata storicamente.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Non so che razza di traduzione stai usando tu come sempre [ma visto le centinaia parentesi quadre e il linguaggio sgrammaticato posso intuire]:

    ma le Bibbie in mio possesso non parlano "del Messia", ma al limite di "un messia", uno dei tanti liberatori che poteva mandare Dio per salvare il suo popolo (Giudici 3:9 e 3:15).

    Nuova riveduta:

    Sappi dunque e comprendi bene: dal momento in cui è uscito l'ordine di restaurare e ricostruire Gerusalemme fino all'apparire di UN UNTO, di UN CAPO [non l'unto, il capo]

    (Daniele 9:25)

    CEI

    Sappi e intendi bene,

    da quando uscì la parola

    sul ritorno e la ricostruzione di Gerusalemme

    fino a UN PRINCIPE CONSACRATO,

    vi saranno sette settimane

    (Daniele 9:25)

    Luzzi:

    Sappilo dunque, e intendi! Dal momento in cui è uscito l'ordine di restaurare e riedificare Gerusalemme fino all'apparire di UN UNTO, di UN CAPO, vi sono sette settimane

    (Daniele 9:25)

    Per quanto ne sappiamo quindi potevano anche essere settanta settimane letterali.

    il resto sono solo congetture.

    ---------------------------------------

    Mardok, ma se non sai neanche in che anno è nato Gesù come fai a fare i calcoli per coinncidere la sua vita con quella delle settimane?

    Ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 anni fa

    ?? ???? ????? ???? ?????? ?? ??????? ????. ????? ?? ????? ???? ?????, ??? ???? ???? ?? ????? ???????. ????? ?????? ??????? ?????, ???? ??????? ???????? ????? ????? ?????? ????? ?? ????? ?????? ????. ?????? ?? ?????? ?? ??? ?/??? ?????? ??: a million ) ??? ?? ????? ?? ??????? ????????. 2 ) ??? ?? ???? ?? ???????? ??????? ?? ?????. 3 ) ????? " ????? " ???? ?? ??????? ??????. 4 ) ????? ?????? ?? ???? ????? ?????.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    infatti gli ebrei fedeli che amavano Dio conoscevano queste profezie e aspettavano il Messia proprio in quel periodo.

    questa è una delle conferme che Gesù era proprio il messia.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sono d'accordo fratello, ed è per questo che ti ho acceso una stellina. Ciao!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    il 7 (70 volte 7 , ecc,) viene utilizzato come numero simbolico per indicare una grosso quantità.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ciao, ti consiglio vivamente di leggerti gli articoli presenti su questo sito

    http://www.effedieffe.com/

    troverai gli articoli che cerchi, sono nella sezione Free

    leggiti anche quest`altro sito

    http://www.comedonchisciotte.org/

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Senza entrare nel merito della domanda, è INTERESSANTE rilevare che ANCHE TU parli di INTERPRETAZIONE della Bibbia! Infatti tu INTERPRETI le SETTIMANE come SETTENNATI, allora è IL GIORNO che diventa UN ANNO! Ma in base a cosa? Le PROFEZIE andrebbero spiegate PRIMA dei fatti, e NON MILLENNI DOPO! ...In ogni caso, se un giono va inteso UN ANNO, allora il mondo fu fatto in 6 ANNI e Dio si riposò il 7mo ANNO????! E SOPRATTUTTO i famosi 144.000 ELETTI, perchè NON VUOI INTERPRETARLI in modo DIVERSO da quello LETTERALE???! Sennò PUO' SEMBRARE che interpreti SOLO QUANDO FA COMODO A TE, E COME FA COMODO A TE! ... Infatti la Bibbia quando intende ANNI PARLA DI ANNI, NON DI GIORNI! Adamo visse 930 ANNI !!! Come lo INTERPRETI ???! ...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.