BilliXD ha chiesto in Mangiare e bereCucina e ricette · 1 decennio fa

GINSENG.... A cosa serve?

in pratica papà ha comprato il ginseng perchè stava cercando il tapinambur e il venditore gli ha detto che era la stessa cosa, ora però a qnt abbiamo capito nn sono la stessa cosa, ma cosa si fa con il ginseng?? eè tipo una spezia?? non ho idea di come si utilizzi.... voi cosa sapete? baci

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Il Ginseng è una radice proveniente dall'Oriente dove è considerata a tutti gli effetti un rimedio contro ogni male.

    il ginnseng deve la sua efficacia terapeutica ad un gruppo di sostanze che vanno sotto il nome di "ginsenosidi".

    L'industria alimentare lo utilizza per potenziare l'effetto della caffeina e nei caffè e come tonico nelle bevande energizzanti.Principi attivi: ginsenosidi, vitamine del gruppo B, vit. C, olio essenziale (0.05%), peptidi, pollini, saponosidi, aminoacidi, minerali (manganese) ed oligoelementi.

    Stimola il sistema immunitario, rafforzandolo contro batteri e virus

    Effetto tonico sul sistema nervoso centrale con conseguente miglioramento del livello di vigilanza, attività mnemonica, capacità di adattamento.

    Antidepressivo: una ricerca condotta su animali ha dimostrato che, a livello cerebrale, il Ginseng inibisce la sintesi di certi neuromediatori implicati nella depressione o ne facilita il metabolismo.

    Antiossidante, protegge le cellule dall'invecchiamento.

    Grazie alla presenza di manganese migliora la funzionalità della tiroide, del cervello, del sistema nervoso.

    Proprietà adattogene, antistress. Riducendo gli indicatori di stress fa innalzare i livelli di fatica e la generale capacità di lavoro psico-fisico. Inoltre stimola la risposta del sistema immunitario, rafforzando le capacità di adattamento contro fattori fisiochimici sfavorevoli.

    Ha potere ipoglicemizzante.

    Non consumare in gravidanza e allattamento. Attenzione al consumo contemporaneo di grandi quantità di caffeina. Non indicato per i bambini o in caso di iperattività. Non eccedere le dosi consigliate.

    Il Ginseng può ostacolare l'azione dei farmaci antidepressivi triciclici, può aumentare i livelli di digossina nel sangue e può interferire, potenziandola, con l'azione farmacologica del warfarin. Sembra anche che il ginseng possa aumentare l'effetto farmacologico dei cortisonici e degli estrogeni.

    Il topinambur è detto anche patata americana, patata del Canada, pera di terra, tartufo di canna, tartufala bastarda ed è originaria del Brasile. Fu introdotto in Italia nel secolo XVII.

    Il topinambur è stato per decenni un alimento sostitutivo della patata, per anni abbandonato. Attualmente sta vivendo una nuova vita.

    Oltre che nell'alimentazione umana, esso viene infatti utilizzato dalle industrie alimentari per ottenere etanolo.

    Dai suoi tuberi si ottiene anche la farina che può sostituire fino al 10% la farina di grano nella preparazione di prodotti da forno.

    il topinambur è costituito principalmente da:

    Glucidi per il 15%-20%;

    Protidi 2%;

    Acqua 80%;

    Vitamina A, indispensabile per il meccanismo della visione e per la differenziazione cellulare; di conseguenza è necessaria per la crescita, la riproduzione e l'integrità dei sistema immunitario;

    Vitamine del gruppo B. Queste vitamine sono indicate negli stati di debilitazione generale, secondaria a varie malattie, stress psico-fisici intensi, anoressia, anemia, alcolismo, obesità, patologie neurologiche varie, periodi post-operatori;

    Ferro;

    Potassio.

    Contiene inoltre:

    Asparagina, un aminoacido necessario nel metabolismo dell'alcol.

    Arginino, un aminoacido molto diffuso in natura che partecipa ad importanti funzioni nel metabolismo cellulare. È un immunostimolatore, aiuta le ferite a rimarginarsi, rigenera il tessuto del fegato.

    Colina, che protegge le cellule contro i danni da ossidazione e svolge un'azione protettiva contro le patologie cardiovascolari.

    I tuberi del topinambur sono ricchi di zuccheri complessi.

    Essi sono rappresentati per il 15% dall'inulina, sostanza molto simile all'amido ma a differenza di questo, costituita chimicamente non da glucosio ma da fruttosio e da amido.

    Il fruttosio è uno zucchero monosaccaride, solubilissimo in acqua, con potere dolcificante molto superiore a quello del saccarosio.

    Esso costituisce una valida alternativa a saccarosio e glucosio in molti impieghi: dall'uso come dolcificante, conservante e additivo per bibite dolci, alimenti conservati e sciroppi.

  • 1 decennio fa

    Su wikipedia è spiegato abbastanza bene. Comunque è una pianta,il cui impiego risale a migliaia di anni fa (erba che cura tutti i mali).

    benefici:rafforza difese immunitarie,migliora la circolazione,la resistenza fisica ecc. Viene venduto come integratore, è consigliabile per un buon prodotto rivolgersi ad una buona erboristeria.ciao ciao

  • 1 decennio fa

    è un tonico molto efficace

    non mi risulta che si utilizzi in cucina

  • 1 decennio fa

    il ginceng va nel caffe e una spezia per aromatizzare il caffe

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    paolina sei fantastica

  • 1 decennio fa

    Il Ginseng o Panax è un genere di 11 specie di piante perenni a crescita lenta con le radici carnose, della famiglia Araliaceae.

    USI E CARATTERISTICHE

    Il suo impiego risale a migliaia di anni fa e la sua efficacia è attestata da numerosi studi scientifici[senza fonte], sebbene ci siano alcune ricerche di segno opposto. Numerose sono, comunque, le sue virtù: dall'incremento della resistenza fisica e delle capacità di recupero (ad esempio in seguito ad attività sportiva) al miglioramento della circolazione, passando per un potenziamento della memoria e della resistenza ai fattori ambientali negativi. Nel complesso riduce stress e nevrosi, migliora l'adattamento agli stimoli della vita quotidiana, potenzia il rendimento fisico e mentale, rafforza le difese immunitarie e abbassa i rischi di contrarre diverse malattie. Inoltre, può migliorare le prestazioni sessuali.

    Tuttavia, esistono naturalmente anche degli effetti collaterali. Uno dei più frequenti è l'insonnia, l'irrequietezza e l'irritabilità (è come se si avessero i 'nervi a fior di pelle'). Specialmente se assunto assieme a una quantità elevata di sostanze stimolanti quali la caffeina si potrebbero verificare effetti collaterali dovuti a una stimolazione eccessiva del sistema nervoso. Un prolungato utilizzo di ginseng, inoltre, potrebbe generare tremori ed anomalie ormonali. Naturalmente la questione non è così semplice come sembrerebbe.

    Nel caso in cui non si riscontrino gli effetti stimolanti desiderati, non di rado ciò è dovuto al tipo di preparazione utilizzata che, quasi mai, contiene un valido quantitativo di principi attivi. Secondo alcuni autori quindi, il problema non è imputabile al ginseng, ma ai preparati commerciali che, di fatto, sono quasi privi di ginsenosidi.

    Con il giusto apporto di principio attivo si ritiene quindi che venga stimolato il sistema endocrino pituitario e surrenalico nel rilascio di ormoni stimolanti, capaci di ritardare l’insorgere della fatica. Al pari della caffeina, alcuni autori sostengono che il ginseng favorisca l’ossidazione degli acidi grassi, salvaguardando quindi le scorte di glicogeno epatomuscolare.

    Sempre in sostegno del ginseng, ulteriori studi sulla quantità di lattato presente nei soggetti sportivi che utilizzavano tale integratore, avrebbero rilevato una minore concentrazione, segno evidente del miglioramento della prestazione aerobica. Per ottenere i migliori benefici, dando credito alle ricerche che esaltano le virtù del ginseng, occorrerebbe assumere il prodotto per periodi medio-lunghi, in quantità prossime ai 200mg al giorno. Tuttavia, il dosaggio può variare a seconda del peso e della tollerabilità individuale verso il ginseng.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    so ke ci si fa il caffe! piglialo quando ti trovi in un bar lo provato e ti dico ke e buono :-)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.