Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Lettera di un bambino mai nato?

15/01/2009

"Cara mamma,oggi hai deciso di non farmi nascere,sono dispiaciuto anche se so che la vita "fa schifo",lo so perchè te l'ho sentito dire alla tua migliore amica,so che in parte lo fai per il mio bene ma non condivido questa tua scelta perchè avrei messo in gioco le mie sofferenze pur di provare almeno un istante cosa significa un tuo abbraccio,tenerti per le tue grandi mani,ed essere orgoglioso di te,di avere per mamma una ragazza bellissima,sarebbe stato bello nutrirmi dai tuoi seni ancora giovani,si mamma sei giovane e fin troppo per caricarti la responsabilità di crescere un figlio sia emotivamente che economicamente,troppo giovane per imparare a me come si vive quando ancora non l'hai capito nemmeno tu,crescere me quando ancora tu devi crescere,ma mamma io non avrei pianto per la fame se tu non avrestii avuto i soldi per comprarmi le pappe,non avrei sofferto il freddo se non avresti avuto i soldi per pagarci i riscaldamenti o delle coperte sufficienti,non avrei fatto i capricci se i miei giocattoli fossero stati solo delle semplici "buste della spesa"o "mollettine per panni"e se una sera tu avresti voluto uscire con le amiche io avrei dormito anche da solo,non avrei pianto,avrei atteso in silenzio il tuo ritorno anche se avresti fatto le ore piccole,no mamma,ti avrei promesso di essere buono pur di poter assaporare il calore delle tue braccia,sentire la tua voce pronunciare il mio nome,chissà mamma come mi avresti chiamato,a me sarebbe piaciuto chiamarmi "Jose" che significa "dato da Dio",mi considero comunque un dono mamma,anche se tu oggi l'hai rimandato al mittente..

Mamma chissà se tu mi penserai,chissà se mi rimpiangerai,se tra 10 anni ti chiederai come sarei stato,se tra 40 anni ti chiederai chi sarei stato..Io mamma posso dirti che sarei stato biondo come il colore dei capelli di papà,avrei avuto gli occhi verdi come quelli tuoi,le labbra carnose di papà e il nasino all'insù che hai tu..Sarei stato intelligente come te,forte come papà e avrei avuto il coraggio che nè tu nè papà avete...

Mamma promettimi che non ti pentirai mai della tua scelta,mi sento già in colpa per aver segnato dolorosamente questi giorni,per averti fatto litigare con i nonni,perdonami,perdonami mamma..

E perdonami anche queste parole,spero non ti facciano del male,io non ti accuso,io ti capisco e so che ci stai male,ma volevo solo parlarti di ciò che volevo e che non avrò mai...Ti amo mamma,nonostante tutto io ti amo come amo anche papà"....Addio...

Con questa lettera non voglio dettare un mio pensiero ma solo sperare di toccare i cuori(qualunque sia il loro pensiero a riguardo)..

Commenti?

Aggiornamento:

Non l'ho preso da nessun libro...

L'ho scritta io stanotte...Riflettendo un po' su cosa avrebbe potuto dire un "bimbo mai nato" se ne avesse avuta la possibilità di parlare..

So che i feti non parlano ma so anche che non tutti i cervelli sono in grado di captare il senso..Ad ogni modo...

Aggiornamento 2:

Blackheart se ci somigliano evidentemente un bimbo non direbbe che quasi le stesse parole,non esprimerebbe altro che quasi lo stesso desiderio di vita..

Poi io ho premesso che la mia non era un accusa,ne pretendevo "redenzioni" ma se tu associ un cuore sensibile ad una mente semplice mi sa che il tuo metro di giudizio ha forti problemi funzionali...

Se ogni cosa che si fa o dice parte l'accusa non siamo simili a gente ignorante e con poca cultura..

* Per Syria,Grazie è stupenda

18 risposte

Classificazione
  • Syria
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Altra lettera di un bambino mai nato : "Non saprò chi sei"

    Sono qui, protetto e sicuro, vivo perchè tu vivi,

    mi nutro se tu mi nutri,

    batte il mio cuore e ascolto il tuo,

    sublime musica che allevia la mia solitudine.

    Non so chi si, mamma,

    ma ti vedrò

    e allora dirò che il mondo è bello

    perchè ci sarai tu,

    creatura sublime che mi hai voluto.

    I tuoi dolori mi apriranno la via

    all'incognita vita

    ma non avrò timore

    perchè ti avrò vicina

    per insegnarmi le vie del bene.

    Mamma.....che dicono nel mondo?

    E' vero che tu non mi vuoi più,

    che vuoi farmi tornare là donde sono venuto?

    Dimmi che non è vero, perchè allora

    come potrai trovarmi al suono delle trombe

    se il mio volto non conosci?

    Che avviene, mamma?...

    Ho freddo, mi stacco da te

    con mani incomplete per afferrarti,

    senza occhi per poterti vedere un solo istante,

    senza labbra per poterti dire che ti amo!

    Più lento adesso batte il mio cuore,

    che fra un pò si fermerà per sempre

    perchè tu l'hai voluto,

    senza darmi la gioia di poterti vedere

    e di chiamarti "Mamma".

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Gli embrioni che parlano, mi sembra la pubblicità dell'acqua Lete...

  • .
    Lv 6
    1 decennio fa

    lo trovo di cattivissimo gusto. Vuoi toccare i cuori? Sul serio? A me sembra che tu voglia rinnovare il dolore a tutte quelle donne che hanno DOVUTO ricorrere all'interruzione.

    Perchè, psss PSSS!, ti svelo un segreto.. non sono tutte mutanda-facile quelle che abortiscono.. ci sono donne che sono costrette per via di complicazioni mediche. E, psss PSSS!, vatti a fare un giro nel reparto dell'ospedale della tua città: conoscerai diverse donne cattoliche che sono lì per quello, ma shh, non diciamolo a nessuno e continuiamo a scrivere ste comunicazioni epistolari da embrione-parlante a mamma.

    Questa è una delle cose che maggiormente non tollero dei cattolici: il continuo, incessante, prepotente, presuntuoso ravanare e risvegliare sensi di colpa ed emozioni negative per giocarci su con i vostri discorsoni da quattro lire.

    Ma, porca miseria, chiudi sta lettera del caspio con la boiata dell'embrione-parlante che perdona: ma sei di un no-sense agghiacciante figliuola mia!! Ma questa è violenza gratuita, vergognati! Ma ci pensi o no a quelle poverette o la tua prima preoccupazione è dimostrare quanto sei buona e brava? Ti giuro, sono inorridita. Va là va là, poche parole e più buon senso farebbe migliore il mondo.

    Dormi la notte, è un consiglio.

    Fonte/i: una mamma.
  • 1 decennio fa

    È un argomento difficile e, qualunque risposta io dia può essere considerata giusta o sbagliata a seconda di chi mi legge.

    Ritengo che ogni donna sia libera di decidere della propria vita e del proprio corpo in base alle proprie credenze e opinioni, senza essere giudicata in alcun modo, perchè nessuno ha il diritto di giudicare le scelte altrui.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    patetico.

    Non si vive di soli carezze e braccia di mamma.

    Tutti parlano del coraggio della madre.... ma al coraggio che dovrebbe avere un figlio mai desiderato non pensa nessuno

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Se non è mai nato, non può scrivere nessuna lettera. O almeno, io non ho mai visto nessuno dei miei spermatozoi - tutti potenziali bambini mai nati, massacrati dal mio insano onanismo - con carta e penna.

  • Commenti?

    Intanto, detesto queste lettere sdolcinate. Nessuno di voi difensori della vita ad ogni costo pensa che l'aborto spesso e volentieri è una scelta dolorosissima per i genitori, mentre non comporta nessuna sofferenza per il feto che si sta sviluppando.

    Poi, detesto questi patetici tentativi di sensibilizzare le persone usando frasi dolci e luoghi comuni scontati, che fanno presa solo sulle menti più semplici.

    Infine, ci avrai anche riflettuto tanto, stanotte, non l'avrai presa da nessun libro, ma mi sembra tanto che assomiglino a queste:

    http://www.ciao.it/Con_la_L__Opinione_680524

    http://forum.alfemminile.com/forum/matern1/__f6610...

    http://grazia842002grazia.spaces.live.com/blog/cns...

    http://www.genitoricattolici.org/ltraborto.htm

    eccetera...

    Luoghi comuni raffazzonati qua e la al solo scopo di istigare un po' di pietà... Raggiungete lo scopo, in parte. Provo pietà ma non per il feto, per voi.

    ______________

    E vorrei augurare a tutte le persone che si oppongono all'aborto di venire stuprate (o di vedere la propria compagna stuprata).

    Voglio vedere poi chi tiene il bambino, ogni volta che lo guarderà si ricorderà di quella terribile notte...

    E se il feto mettesse in pericolo mortale la vita della madre? Vediamo chi di voi si sacrifica.

    @!?!: ma che càzzo ne sai tu delle mie esperienze?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ad una prima lettura potrebbe sembrare commovente, ma rileggendolo si capisce che è soltanto una montatura, un inganno costruito abilmente per far leva sul senso di colpa delle persone. Anzi delle donne.

    Sorvolando sul fatto che un embrione non potrebbe mai pensare una cosa del genere (e questo è ovvio), quale bambino se ne sarebbe stato buono buono in attesa della madre (che evidentemente non lo vuole) che fa le ore piccole con la madre? Quale bambino non piangerebbe perchè ha fame o freddo, sole per poter stare con la madre? Ma dai, siamo realistici. Non si vive di amore...

    Dato che ci sei leggiti "Lettera di un bambino mai nato" di oriana Fallaci

  • 1 decennio fa

    Se non venisse recapitata, per una volta, non credo che si possano accusare di imperizia le poste.

  • 1 decennio fa

    Ognuno è libero di fare quello che meglio crede,ma queste parole sono solamente una vile strumentazione,questo il mio pensiero.Gli embrioni non parlano e sinceramente usare tante belle parole per far sentire in colpa donne che applicano un loro diritto lo trovo mostruoso!E ribadisco che l' aborto NON è un omicidio,ovviamente per me.

    Oh il senso si è capito benissimo,credimi!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    una volta mi sono trovata a dover scegliere se tenere il bimbo che aspettavo o no: ringrazio Dio che mi ha aiutato, non è stato facile ma oggi quando lo guardo con quei suoi occhioni neri ancora piango e mi commuovo.

    Grazie per quello che hai scritto, mi ci sono rivista!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.