Cibi bio e i cibi cosiddetti alternativi?

Tipo seitan, tofu, cereali, insomma tutti cibi per un'alimentazione equilibrata e sana... dicono.

Si ma, quanto costano?!? O_o

Gli allevamenti e lo colture bio sono anche finanziati in parte dallo Stato, ma allora perche' costano cosi' tanto?

Qualcuno di voi ha qualche accorgimento da adottare e/o consiglio da darmi per comprare quei prodotti senza correre il rischio di non arrivare a fine mese (gia' e' dura far la spesa di questi tempi)

Grazie :-)

Aggiornamento:

Per fare un semplice esempio, lo sciroppo d'acero - che dicono sia il migliore da usare poiche' e' il dolcificante naturale meno calorico ed ha un alto contenuto di sali minerali - costa ben 13,80

0_o

Ok, ne basta poco ma...

Aggiornamento 2:

13,80 euro ovviamente!

Aggiornamento 3:

Toro, ma com'e' che ogni tanto ti devo riaggiungere?

Cambi avatar ed io ti tolgo (hihihi) o il mio avatar resta sempre quello e mi togli tu?!!

Ben ritrovato comunque :)

Aggiornamento 4:

Lo sciroppo d'acero era solo un esempio (io odio i dolci!); era per dire che per alimentarsi in modo "sano" costa davvero tanto.

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    ciao, io non mangio nè carne, nè pesce, nè uova o latticini. Eppure seitan e tofu a me, come del resto a nessuno, NON servono per stare benone. Compero, una o due volte all'anno le alghe per cuocere i legumi, un barattolo di malto, al negozio bio. E non è una grande spesa, il malto qui costa come il miele, circa 3 euro a barattolo, e le alghe non sono tanto di +, e poi non le uso così tanto. Per le proteine io mangio quotidianamente legumi, che cuocio una volta a settimana e poi congelo in sacchettini, così ho pure la varietà e la scelta ogni giorno, e cereali integrali, che però trovo al supermercato normale e mi costano un paio di euro in confezioni da mezzo chilo. Cuocendoli aumentano di volume tantissimo e quindi non li ritengo dei cibi costosi. La farina per il pane nero con i semi ho la fortuna di trovarla al supermercato normale e mi costa circa 1,4 euro al chilo e ci faccio il pane per una settimana. Verdura e frutta cerco di prenderle bio se sono in offerta, qui al supermercato in austria c'è un settore di frutta bio equo e solidale. Le banane le compero solo eque e solidali, per ovvio rispetto dei lavoratori, e se voglio l'ananas, equo e solidale pure lui, anche se costano un po' di +. Equo e solidale pure il thè, se ne compero. Anche l'olio di lino (da tenere in frigo e usare solo crudo) lo trovo al supermercato e anche se costa di + di quello di oliva, lo uso per gli omega 3. Ma non è una grande spesa, considerato che dura molto e sono comunque 2,5 euro. Insomma, se ti stai chiedendo se per evitare cibi animali e derivati occorre essere dei nababbi, ti direi che certamente non è così, sono sicura di spendere molto meno delle persone non veg che conosco, anche perchè facendomi anche il pane in casa, taglio un bel po' le spese mensili, visto che di pane ne mangio tanto. Così poi preferisco spendere i soldi per i prodotti equi e solidali al posto di quelli normali, se proprio ho voglia di banane, che per me che lavoro molto e viaggio molto sono comode da portarmi dietro durante la giornata e non richiedono un coltello per essere mangiate comodamente, senza fare sugo in giro sui vestiti con cui devo visitare i clienti. Ti lascio un link del mio blog dove trovi il mio punto di vista sui cibi "costosi" per veg...io credo siano il + delle volte solo operazioni di mercato che non servono a stare meglio, non sono + salutari di quello che ci dà direttamente la natura, e servono solo ai produttori per arricchirsi, con la bandierina del "naturale", anche quando ti rifilano prodotti che naturali e salutari non lo sono affatto.

    http://uk.blog.360.yahoo.com/blog-SW5hIJUyaamlQaP0...

    Beh...spero che ti sia + chiaro che non è affatto necessario spendere cifre assurde per mangiare in modo salutare e completo. Io sto bene, ho analisi del sangue in assoluto ordine, con complimenti del medico che mi fa le visite di controllo generale una volta ogni due anni, sono attiva, non dico sportiva, perchè non sono una atleta, ma corro quasi tutti i giorni circa un'oretta, lavoro molto, viaggio molto per lavoro, mi do da fare insomma e senza tanti cibi elaborati mi sento bene. Per il corpo il vero toccasana non sono certo il seitan o il tofu, che se proprio vuoi risparmiare puoi farti in casa senza troppa fatica. Il vero toccasana sono la frutta e la verdura crudi in abbondanza, con cui sostituire tutte le merendine, i biscotti industriali e tutti i cibi elaborati di cui siamo abituati a ingozzarci, mentre il corpo ha piuttosto bisogno di una mela, una arancia, delle olive, pomodori...germogli, cibo fresco e sano insomma, non porcherie trattate e lavorate.

    Bacioni.

  • ?
    Lv 7
    1 decennio fa

    I prezzi degli alimenti biologici sono alti e questo dipende dal fatto che la produzione è nettamente inferiore a quella dei cibi normali. Non è necessario lo sciroppo d'acero. Puoi usare benissimo dello zucchero integrale di canna, anch'esso ricco di sali minerali. Quanto ad alimenti quali tofu, seitan e simili, indubbiamente costano molto, tuttavia un'ottima alternativa è il consumo diretto di legumi biologici secchi o già cotti: sono un'ottima fonte di proteine vegetali e costano poco.

  • Marta
    Lv 5
    1 decennio fa

    Ciao,

    i costi del biologico sono dovuti in parte alla scarsa produttività delle colture, in parte allo sfruttamento di questo nuovo trend; per risparmiare ti consiglio di comprare prodotti di stagione e provenienti, se non dalla tua provincia, almeno dalla tua regione. Costano molto meno e aiutano a non danneggiare l'ambiente, evitando lunghi viaggi.

    Lo sciroppo d'acero che tu porti ad esempio, così come lo zucchero di canna e altri prodotti "alternativi" sono inutili e dannosi; i lunghi viaggi che devono percorrere ne aumentano il costo e danneggiano l'ambiente.

    Quindi, è meglio comprare un prodotto a km zero, anziché un biologico che viene da lontano.

    Quanto al tofu, al seitan e agli altri prodotti veg, ti consiglio vivamente di comprarli in un supermercato; io alla Coop trovo tutto e i costi sono più che accessibili.

    Frutta e verdura biologici costano parecchio, ma se eviti prodotti fuori stagione o esotici vedrai che lo scontrino sarà meno pesante.

  • Non è facile rispondere in due righe, anche perchè una risposta sicura non esiste.

    Il bio "serio" costa principalmente per due fattori: è costoso e rischioso produrre senza coadiuvanti chimici e la concorrenza è ancora bassa.

    Credo che momentaneamente, un prodotto coltivato usando tecniche integrate (interventi mirati), ha un prezzo accettabile è sano e anche buono.Momentaneamente lo vedo una buona alternativa al bio e biodinamico, ovviamente fino a quando questi non diventeranno pratiche sicure e non un solo mezzo di lucro.

    Perchè non usi un buon miele al posto dell'acero? Costa al massimo 9 euro al kilo ma lo ottimo. Hai poi la possibilità di cambiare gusto a tuo piacimento (millefiori, castagno, erica, girasole, pure rosmarino!!).

    Un sano saluto!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Naturalmente si tratta di purissimo business.

    Molti preferiscono comprare prodotti bio,perchè li vedono come prodotti sicuri e benefici alla salute.Come dargli torto visto che in tv parlano un mese dei polli malati,un mese della mozzarella di bufala,un mese del maiale,un mese della Cremonini che compieva le sue malefatte(ed ora è tornata più viva che mai),organismi geneticamente modificati ecc ecc...

    Ovvio che la gente non si senta sicura di ciò che compra e il marketing offre prodotti sicuri,ben sapendo di poter chiedere anche prezzi a dir poco esagerati..

    Per il seitan,tofu ecc penso che il motivo sia la non concorrenza tra più imprese,che determina più libertà di scelta del prezzo

  • 1 decennio fa

    attenta questi cibi così detti biologici entrano in un circolo commerciale speculativo ingiustificato che fa perno sulle paure e sulla moda, meglio la dieta mediterranea che fa benissimo e ci è invidiata da tutto il mondo, non dare retta ai ciarlatani vivi, in questo stupendo paese e sfrutta quello che i nostri costumi hanno consumato da anni, poi se hai dei dubbi, vai a fare la spesa a pochi chilometri dalla tua città, in campagna e lì troverai dai contadini il meglio che si può a prezzi competitissimi

  • 1 decennio fa

    Io amo, e mi procuro asparagi, rucola selvatica e cicoria selvatica. Il bio ecc. Quello Vero è il frutto non sottoposto a pesticidi, maiali allevati in condizioni di discreta libertà, pesce appena o da poco pescato. Io tifo per la natura. Ciao.

  • 1 decennio fa

    fai una cernita, compra solo alcune cose e un mese sì e uno no

    perchè privarsi delle cose genuine anche se costano tanto?

    un pochino è sempre meglio di niente per la salute

    penso che costino tanto perchè le comprano in pochi e il mercato è ristretto.. anche se delle leggi del mercato non ci ho mai capito molto

  • 1 decennio fa

    Io credo che una dieta equilibrata sia la cosa migliore al mondo...

    i prodotti bio costano di più perchè le quantità prodotte sono minime e poi una cosa di moda ha un prezzo più alto...

    ...lo sciroppo d'acero costa così tanto perchè viaggia per migliaia di km, lascialo agli americani/canadesi ed usa lo zucchero, magari dimezzandone la quantità, non occorre mangiare per forza cose molto dolci...ciao!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Costeranno pure.

    Di sicuro meglio che mangiare delle paste marce.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.