Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoManutenzione e riparazione · 1 decennio fa

Consiglio regolazione temperatura caldaia?

Ciao!

Il mio è un quesito tecnico: normalmente in questo periodo tengo la temperatura dell'acqua nei radiatori a 65 °C di giorno mentre di notte spengo la caldaia, facendo così abbassare la temperatura ambiente anche di 4 o 5 °C (rispetto ai soliti 19 - 20 ). Ho notato, però, che se lascio la temperatura dell'acqua anche molto bassa di notte (circa sui 38 °C), la temperatura ambiente che ritrovo alla mattina è circa di 17°C, e questo mi permette di tenere la temperatura dell'acqua nei radiatori più bassa durante il giorno ( a 50 - 55 °C). Per "salvaguardare" il mio portafogli, qual'è la soluzione più economica tra le due? Grazie!

Aggiornamento:

specifico che la mia caldaia è nuova ed è di tipo tradizionale con microaccumulo (arriva un po sopra la temperatura impostata, poi il bruciatore si spegne per un po fin quando non si abbassa).

Aggiornamento 2:

rispondo a graziano m: la casa è indipendente su 4 lati ed è di 77 metri quadrat... purtroppo essendo vecchia ha molte dispersioni. In questi giorni sto provvedendo ad isolare con pannelli di polistirolo a cellula chiusa.

6 risposte

Classificazione
  • W&W
    Lv 7
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Ti ricordo che al di la delle soluzioni che troverai, una caldaia di tipo tradizionale non andrebbe mai impostata sotto i 55 - 60° C. in quanto tenderebbe a condensare la zona dello scambiatore e scatola fumi, cosa che a differenza di una caldaia a condensazione, non è una buona cosa.

    Inoltre, se gli elementi radianti sono in alluminio, le tabelle di riferimento sulla resa delle calorie, fanno sempre riferimento a temperature tra i 60 e gli 80° C.

    Infine, solitamente, una temperatura costante con una differenza di 2 - 3° C. tra giorno e notte, risulta essere quasi sempre la soluzione più economica.

  • 1 decennio fa

    Visto che hai una caldaia tradizionale, non farla mai lavorare sotto i 55° (dipende dal tipo di impianto) perchè altrimenti la temp. bassa del ritorno creerebbe condensa in caldaia danneggiandola. Succederebbe ciò che deve accadere in una caldaia a condensazione, ma visto che la tua non lo è si danneggia.

  • 1 decennio fa

    ciao! vorrei sapere quanti metri è il tuo appartamento perché se vuoi risparmiare ci sono parecchi sistemi . perché se mi fai dei sbalzi di temperatura ti si forma umidità sulle pareti per effetto scambio termico

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao Fabietto.

    Quando ci sono molti sbalzi di temperatura la caldaia consuma di piu' come tu stesso hai constatato!

    Difatti l'ideale è mettere l temperatura dei termosifoni a circa 55° fissa e impostare di giorno il termostato a 19/20 e abbassarlo un pelo la notte in modo da non andare sotto i 18/17 gradi.

    In questa maniera la caldaia da sempre delle piccole accensioni e non rimane accesa x molto tempo continuamente ne per arrivare alla temperatura impostata alta dei termosifoni ne ad un eventuale sbalzo notevole tra la temperatura impostata e quella reale.

    Di solito l'economia si ottiene cosi'.

    Poi ci sono altri mille fattori, ma x quanto riguarda le regolazioni, questa è la miglior soluzione

    Fonte/i: un po' me ne intendo e c'ho pure verificato
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Io ti consiglio di fare in modo di tenere la caldaia il meno acceso possibile e però calcolare il modo di avere 20° in casa

    Spero di esserti stato d' aiuto

  • Anonimo
    1 decennio fa

    TIENI UNA TEMPERATURA SEMPRE UGUALE

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.