promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneScuole primarie e secondarie · 1 decennio fa

libro x scuola...ki mi aiuta?

Domanda apertaAltra domanda »

Aiuto... ki mi potrebbe risolvere la scheda del "signore delle mosche"?

il signore delle mosche:

1. Autore

2.Titolo originale dell'opera

3.Casa editrice.

4. Città ed anno della prima edizione

5. Riassumi la vicenda: si svolge in un periodo storico ben determinato? Qualè?

Puoi ricostruire il quadro sociale e culturale in cui essa si sviluppa?

6. Chi è il narratore di quest'opera?

- Il protagonista con cui l'autore si identifica (è un racconto autobiografico)

- Il protagonista ocn cui l'autore non si identifica

- Un narratore esterno onnisciente

-Uno dei personaggi secondari

- Diversi personaggi alterativamente

7 Analizza i personaggi principali che compaiono nella storia: come vengono descritti, che cosa di loro viene maggiormente messo in evidenza, quale ruolo svolgono nella vicenda

8. il tono che ne risulta è:

- Di partecipazione alla vicenda

- Di semplice registrazione

- Di denuncia

9 il ritmo della narrazione è disteso\pacato\rapido\incalzante......

10. il linguaggio usato complessivamente ti è sembrato: semplice\difficile\ricco di termini inusuali\tecnico\dialettale\prezioso....

11. il tono generale dell'opera appare: tagliente\ironico\drammatico\sconsolato\...

12. Qual è lo scopo dell'autore dell'opera, a tuo parere? Quale concezione dela vita esprime?

13. Formula un giudizio sull'opera appena letta.

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il signore delle mosche (titolo originale Lord of the Flies) è il più celebre romanzo di William Golding, scritto nel 1952 e pubblicato nel 1954. (William Golding, Il signore delle mosche, collana Classici Moderni, traduzione di Filippo Donini, Mondadori, 2007. pp. 239, cap. 12 ISBN 9788804492467)

    TRAMA

    In questo romanzo si narra ciò che accade ad un gruppo di ragazzi inglesi reduci da un incidente nel quale è precipitato l'aereo su cui erano in volo durante l'evacuazione allo scoppiare di un ipotetico conflitto planetario. I ragazzi si mettono subito all'opera per organizzarsi, ma tentando di imitare le regole del mondo degli adulti, trasformano quello che poteva essere definito come un paradiso terrestre in un vero inferno, dove emergono paure irrazionali e comportamenti selvaggi. Protagonisti iniziali della vicenda sono Ralph, ragazzo biondo di circa 12 anni e Piggy, altro ragazzo sopravvissuto all'impatto, grasso e con gli occhiali.

    -- Personaggi --

    Ralph

    Ralph è il protagonista. Egli è il leader eletto democraticamente dai suoi simili per via del suo naturale carisma, a lui spetta organizzare la difesa del fuoco, la creazione dei rifugi, la scelta delle leggi e la prima parola nelle assemblee. Ralph si presenta come personaggio buono in contrapposizione al suo antagonista Jack.Quantomeno inizialmente, tuttavia, Ralph è altezzoso e distaccato, convinto di appartenere a una classe superiore rispetto alla massa dei suoi coetanei naufraghi. Può essere considerato come metafora del politico razionale.

    Piggy

    È fatto oggetto di umiliazioni e insolenze. È la mente pensante della compagnia, la memoria più viva del sistema abbandonato, è la ragione assoluta, l'uomo civilizzato, per quel poco che ne rimane. Ma può anche voler rappresentare il lato più infantile di ognuno di noi. [senza fonte] Quella strana parte dell'animo umano che, per farsi accettare, per farsi capire, per ricercare un ruolo importante nel mondo, ha bisogno di regole. Un lato debole, che per farsi sentire, che per imporre il proprio pensiero giusto su quello ignobile degli altri, ha bisogno di "tener in mano una conchiglia". Piggy è il totale fallimento della razionalità umana in un mondo strano ma terribilmente vero, le cui redini sono tenute in mano dalla scaltrezza negativa, dal bullismo, dalla prepotenza. Può essere considerato come metafora dell'intellettuale-filosofo.

    Jack

    Rosso di capelli, impulsivo e aggressivo, costituisce l'espressione dell'istinto più violento e represso nell'animo umano; ambisce dapprima a divenire leader della comunità e poi organizza con i vecchi compagni del coro un clan di cacciatori, ribelli nei confronti delle leggi di Ralph: Jack è lo stereotipo del bullo: arrogante, egoista, che pensa sempre a dare gloria di sé, a farsi conoscere; nel corso del racconto questo suo carattere degenera in atti molto violenti. Cerca la virilità: vuole essere l' adulto del gruppo e cerca di dimostrare la sua "superiorità" cacciando e conquistando la stima dei bambini, facilmente impressionati anche dalle cantilene stupide o dai racconti, esagerati, o dai giochi evocativi della caccia. Rappresenta la metà oscura di Ralph. Può essere considerato come metafora del politico irrazionale.

    Simone

    Timido e riservato, Simone non si espone molto perché ha paura di essere giudicato male, e dimostra più volte nel corso del romanzo la sua difficoltà a interagire con gli altri e a parlare in pubblico. Le sue opinioni non vengono prese in considerazione e viene spesso deriso. Questo porta alla sua fuga dal gruppo e alla scoperta (casuale) che la bestia non esiste, notizia che non potrà dare a nessuno. Si dovrebbe comunque tenere conto che Simone soffre di epilessia, malattia che gli altera il flusso di coscienza e che gli provoca svenimenti e allucinazioni. Nell'ambito del simbolismo del romanzo, Simone rappresenta un personaggio spirituale, una sorta di profeta visionario - vedere, ad esempio, il suo colloquio immaginario con la Bestia. Può essere considerato come metafora dell'uomo comune moderno con buone intenzioni, ma incapace di metterle in atto.

    -- Temi principali e mondo ideale dello scrittore --

    Il tema predominante del romanzo riguarda la provocazione pessimista, circa la concezione dell'uomo, che egli crede irrimediabilmente "cattivo", sia in natura che in società. Difatti, lo stesso Golding scriverà che: "L'uomo produce il male come le api producono il miele". La comunità che precipita sull'isola è, in primo luogo, orfana di figure adulte. La giovane comunità si trova dunque ad emulare, istituzioni, atteggiamenti e gerarchia della società adulta; ma si tratta pur sempre di una copia che non rispecchia perfettamente la realtà, in quanto ne rappresenta un'emulazione fine a se' stessa, non supportata dal modo d'essere proprio di una società consapevole. Si ritrova così una situazione tipica della sociologia di gruppo: l'inerzia di un sistema emulativo di gruppo e l'impotenza della vittima, che portano il siste

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 anni fa

    Se vai su Amazon troverai sicuramente molte risposte ai tuoi quesiti. Ecco il link http://bit.ly/16v8Mxx

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 anni fa

    Su Amazon trovi un bell'elenco di libri e pubblicazioni che parlano di parlare in pubblico (sia in formato digitale sia cartaceo). Ti rimando alla sezione corrispondente in cui potrai dare un'occhiata leggendo recensioni, commenti e opinioni sui vari titoli.

    Ecco il link dove puoi andare http://bit.ly/16v8NBG

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.