hattori hanzo ha chiesto in SportArti marziali · 1 decennio fa

mezza gialla...mezza nera...verde a strisce...blu a pallini rossi...?

ma cosa son diventate oggi le arti marziali?

una volta c'erano solo la bianca e la nera,poi le colorate...ora i mezzi colori...

xkè si hanno bisogno di qst tipi d'incentivo x continuare la pratica?posso capire i bambini...ma a una certa età non dovrebbe l'arte marziale stessa insegnare ke una finalità è l'arricchimento prp della persona ke pratica...

basta...smetto di fare uin ciù(non te l'avevo detto debi?davvero,ero convinto di si,scusa...mi son dimenticato) e vo a fare subbuteo.

Aggiornamento:

infatti walter,neanke il wt è vaccinato,ho visto ke non avete le cinture ma,non so se sia l'organizzazione di cui fai parte ,in compenso le strisce sui pantaloni,le magline con le spalline di un colore + tosto ke un'altro,poi la maglia a tinta unita...beh,ce n'è di colori anke nel wt.

grifo:qll ke dici ha un senso...ma qll ke non ha senso è la pratica se non riesce a trasmetterti ke qui gradi di avanzamento non è con le cinture ke si manifestano,dev'essere un rendersi conto da sè se hai avuto un miglioramento,se hai raggiunto un certo grado.poi cosa vuol dire ke a certi livelli vengono spiegati certi concetti e ad altri invece no?è qui l'errore,cercare di tenere la gente in palestra con l'a promessa ke raggiunto il livello "X" riceverà nozioni nuove...

non deve exere così.si deve far vedere tutto a tutti,senza segreti svelabili solo agli illuminati o ai prescelti.opinione personale kiaramente.

poi a seconda dei livelli ki pratica riuscirà + o meno bene a applicare.

15 risposte

Classificazione
  • Shoda
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Io studio e pratico a casa del mio maestro, ci ha detto che esiste una "tenuta ufficiale" che è la tipica casacca con bottoni a nodo e i pantaloni larghi e una fascia alla vita, ma che l'uniformità della divisa serve solo in "ambito militaresco", mentre la marzialità è un atteggiamento personale e sicuramente non esteriore. "...sapete cosa c'è da fare, vestitevi in modo da non intralciare il lavoro..." ci ha detto.

    Lui predilige l'insegnamento dell'arte, la pratica è "accidentale", tutte le tecniche portate nella pratica possono essere considerate varianti, non vi è una tecnica pura; le diverse scuole descrivono la stessa tecnica utilizzando il proprio linguaggio, l'importante è riuscire a cogliere il principio che sottende alla tecnica: ecco perchè dice che tutte le Arti Marziali hanno lo stesso valore nonostante "caratterialmente" siano diverse ... La stessa tecnica la spiega facendo vedere i diversi atteggiamenti di varie discipline, "... ecco, nello shaolin facciamo così, un judoka avrebbe fatto probabilmente così, uno di karate così, un di jujitsu così, uno di thai così, uno della mongolia così... ma è la stessa tecnica!...la migliore è quella che vi viene meglio, quella che sentite più adatta a voi e alla situazione..."

    L'abbigliamento un tempo era utilizzato per diversificare le varie scuole, le varie casate, gli "stili" e sicuramente c'è sempre stato il desiderio di avere l'arroganza del primato e lo si legava alla propria scuola e quindi alla propria divisa... la vanità dell'uomo non è solo postmoderna.

    Per quanto riguarda le cinture, gli esami ecc. ci ha detto " ... mio padre era stato invitato ad aderire ad una certa associazione .... e doveva dare un esame che attestasse il suo livello, si sono accorti subito della assurdità: chi sarebbe stato in grado, ma soprattutto, valutare che? eheheheh!...." (ha studiato e praticato numenosi stili con i più grandi maestri, tra cui suo padre e amici di suo padre, ha collaborato con diversi maestri giapponesi e thailandesi per integrare i suoi insegnamenti con le loro discipline, successore indicato da suo padre della scuola di famiglia, addestrava la guardia reale di Chang Khai Shek, ...nda).

    Insomma, la meritocrazia non è cercare il merito attraverso l'opera; operare nel migliore dei modi porta necessariamene al merito, non soggetto ad alcun giudizio esterno ma fondato interamente sulla propria volontà e sul desiderio di conoscere, non di avere.

    La domanda può essere posta in questi termini: chi è in grado oggi di trasmettere questo? chi ne ha consapevolezza?

    Io so solo che se le Arti Marziali possono avere un futuro occorre che questo concetto sia sempre chiaro, soprattutto a me!

    Grazie

  • 1 decennio fa

    Caro signor Hattori non ci sono più e arti marziali di una volta e sono comparse anche le mezze arti marziali. E' quello che succede ad adattare un tipo di cultura ad un'altra. Guardi la cucina cinese portata in Italia per esempio, pare che sti occhi a mandorla passino la vita a farsi scoppiare il fegato dai fritti e noi tutti contenti ad intossicarci di involtini primavera dicendo " conosco la gastronomia cinese...vado al ristorante almeno una volta la settimana".D' altra parte, anche i cuochi devono pur vivere e quindi ci preparano quello che siamo disposti a mangiare...e a pagre quindi

  • Anonimo
    1 decennio fa

    a me basta la cintura per tenere su i pantaloni!

  • 1 decennio fa

    bene prendendo esempio da little dragon direi si la cintura serve a mantenere i pantaloni ma bisogna vedere che la vera cintura e quella che hai dentro

    Fonte/i: cintura che serve a mantenere i pantaloni nera di judo
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    la cintura serve solo a tenere su i pantaloni... h combattuto cn cinture nere di 3°dan ke nn valevano neanke una gialla.. il miglior modo e allenarsi solamene e diventare sempre piu forti

  • 1 decennio fa

    Il motivo che sta alla base a mio parere è solo economico per le società che organizzano gli eventi...nient altro...e la cosa piu ridicola è che non si puo neanche dire che la cintura serve a tenere su i pantaloni perche almeno quelli che indosso io rimangono su lo stesso...penso sia un vero schifo...

  • 1 decennio fa

    Per come la vedo io invece quella delle cinture non è stata affatto una cattiva innovazione. Spiego i motivi. Molti mi criticheranno, ma quello della motivazione è un motivo validissimo! Finchè non sei giunto ad un certo livello che ti rende capace di apprezzare certi aspetti dell'arte, puoi avere numerosi momenti di smarrimento e voglia di mollare. Il passaggio di cintura può essere un input a continuare, fino a raggiungere quel livello in cui poi amerai l'arte per ben alti motivi, più profondi. E questo vale sia per gli adulti che per i bambini. Più che l'età dell'individuo contano gli anni di pratica. Poi secondo me serve anche a fare un po' di ordine. C'è un programma ben ponderato e stabilito, il Maestro sa che un determinato allievo ha un determinato grado e quindi spiega solo determinate cose perchè qualcuno (di esperto si spera) ha deciso che và bene così. In questo modo si procede per (giusti) gradi. Credo che i problemi delle arti marziali di oggi siano ben'altri..la perdita dell'arte originale, il dilagare degli "sport marziali" (ribadisco che questa definizione non mi piace proprio), la disorganizzazione, la superbia di certi "maestri" che storpiano cose che sono così da anni e l'ignoranza che dilaga anche nelle federazioni legate al Coni. Questi secondo me sono i problemi che porteranno allo sfascio delle arti marziali.

    Secondo me all'inizio di un percorso nelle arti marziali è difficile per un principiante capire certi concetti e spiegarli potrebbe creare confusione..opinione mia eh. Poi è chiaro che lo scopo dev'essere di migliorare sè stessi, non di cambiare cintura..però se all'inizio le cinture possono essere un input in più per passare quel periodo in cui ancora non hai compreso appieno l'arte, non vedo perchè criticarle così. Poi ognuno la pensa come vuole. Però ecco, vedo problemi molto più grandi nelle arti marziali.

  • Parafrasando il buon littledragon ti dico che la cintura serve solo a tenere su i pantaloni, oggi poi con la confusione che c'é già diventano inutili le cinture colorate che spesso sono assegnate senza criterio ma solo per "anzianità", figuriamo quelle a mezzo colore.

    Ah, quanto avrei voluto tornare ai tempi in cui c'erano anche gli altri samurai, ora sono rimasto solo.

    Condivido la tua tristezza, e amarezza circa i tempi marziali moderni.

    Ah, l'epoca Sengoku 戦国時代, quanti ricordi...

  • 1 decennio fa

    no , un me l ' avevi detto , son siuro , son cose che ti segnano me lo sarei arriordarto siuro siuro siuro

    Fonte/i: Ora vado c ' ho l ' esame ( 60 euro ) di mezza rosa mezza spina......
  • Anonimo
    1 decennio fa

    te lo dico io a cosa servono le mezze cinture....

    solo a spilare soldi a noi poveri allievi !!!

    meno male ke il mio Sensei è una persona corretta ed è contrario a questa caz.zata infatti noi nn le abbiamo ma se potessimo intrometterci nelle arti marziali di tutt'italia le faremmo abolire anke li...

    cmq nn pensateci troppo alle cinture e pensate piuttosto alla vostra formazione ^^

    spirituale,mentale e fisica :-D

    e questo quello ke conta nelle AM no ?!?!?

    :-P

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Rimpiangiamo quando ttt era facile con o un colore l'altro....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.