Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 1 decennio fa

perché in Italia si difende Israele mentre molti israeliani la contestano?

leggete qui

va bene è del 2002 però è la base di partenza per un movimento che conta anche degli ufficiali militari che si rifiutano di partecipare all'occupazione

Al Capo del Governo Ariel Sharon

Al Ministro delle Difesa Shaul Mofaz

Al Capo di Stato Maggiore Moshe Yaalon

Al Ministro dell’Educazione Limor Livnat

Noi, ragazze e ragazzi, cittadini israeliani che crediamo nel valore della democrazia, dell’umanesimo, e del pluralismo, annunciamo che rifiuteremo di prendere parte alla politica d’occupazione e di oppressione decisa dal Governo israeliano.

Le nostre origini sociali sono diverse, ma siamo tutti d’accordo che questi valori siano la base per l’esistenza di una società giusta.

Ogni persona ha il diritto alla vita, all’uguaglianza, all’onore, alla libertà, che sono i diritti fondamentali dell’uomo.

Il nostro obbligo civile e morale è operare in favore di questi diritti, rifiutando di partecipare alla politica di occupazione e oppressione.

L’occupazione porta alla perdita dell’umanità e di molte vite umane. Colpisce i diritti fondamentali di milioni di persone e causa ogni giorno sofferenza e morte. Porta alla confisca di terre, alla distruzione massiccia di case e di edifici pubblici, ad arresti e condanne a morte senza processo, alla tortura e uccisione di persone innocenti, produce fame, mancanza di cure mediche adeguate, punizioni collettive, costruzione e ingrandimento di insediamenti, è, in una parola, la negazione di ogni vita normale nei territori occupati e in Israele.

Questa flagrante violazione dei diritti umani va contro la nostra visione del mondo ed è contraria alle convenzioni internazionali firmate e ratificate dallo Stato d’Israele.

L’occupazione non contribuisce alla sicurezza dello Stato e dei suoi cittadini,ma all’opposto, la pregiudica. Fa crescere la disperazione e l’odio fra i palestinesi, incoraggia il terrorismo e fa continuare lo spargimento di sangue.

Una vera sicurezza sarà raggiunta solo con la fine dell’occupazione, con l’abbattimento del muro dell’Apartheid, e con un accordo di Pace fra lo Stato d’Israele e il popolo palestinese e il mondo arabo.

L’attuale politica dello Stato non deriva da una necessità militare, ma da una visione nazionalista e messianica. L’occupazione corrompe la società israeliana rendendola una società militarista, razzista, sciovinista e violenta.

Israele spreca le sue risorse per perpetuare l’occupazione e la repressione nei territori occupati, quando molte centinaia di migliaia di cittadini israeliani vivono in una povertà vergognosa. Gli israeliani hanno subito negli ultimi anni un degrado di tutti i sistemi pubblici.

Educazione, sanità, infrastrutture, pensioni, servizi sociali tutto quello che riguarda il benessere dei cittadini israeliani è trascurato per il mantenimento degli insediamenti, quando maggior parte della popolazione è contraria ad essi.

Non possiamo guardare senza fare qualcosa per quanto riguarda questa situazione che è una "liquidazione mirata" dell’uguaglianza.

Speriamo di vivere in una società giusta dove regni l’uguaglianza fra tutti i cittadini.

La politica dell’occupazione e dell’oppressione impedisce questa visione e noi rifiutiamo di farne parte.

Chiediamo di contribuire alla società per mezzo di una via alternativa che non colpisca gli esseri umani.

Chiamiamo tutti i giovani prossimi all’arruolamento e invitiamo tutti i soldati nell’esercito israeliano a chiedersi se vogliano far parte della politica di distruzione rischiando la propria vita.

Crediamo che ci sia una via alternativa.

Aggiornamento:

Il movimento Il coraggio di rifiutarsi e uno dei suoi fondatori, il capitano riservista delle Forze Israeliane di Difesa, David Zonshein, hanno ricevuto la nomina per il Premio Nobel per la Pace 2004.

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    io dico..

    hai fatto caso:

    quando la georgia è stata bombardata dai russi subito i nostri grandi moralisti italioti hanno detto che era una reazione spropositata, una cosa assurda un crimine di guerra.

    quando la striscia di GAza è stata bombardata gli stessi italioti nostrani hanno detto che era una reazione giusta, che non si può trattare con hamas perché sono terroristi, che Israele ha agito bene per difendersi.

    a parte lo strano concetto di difesa. Ma lo sanno questi italiati nostrani che americani e inglesi stanno trattando con i talebani in Afghanistan? e allora!! con hamas non si tratta perché sono terroristi mentre con i talebani si può trattare?

    penserete che sto dicendo una balla. ma lo sapete chi è che ha ordinato di trattare con i talebani, capi-clan dei villaggi del sud? un certo Bush, lo sapete chi è bush? bene.

    allora come mai questa disparità di trattamento? la Georgia non va bombardata (anche se in Georgia ci sono terroristi ceceni e non solo) mentre la Striscia di Gaza si?

    come lo spiegano i filo-israeliani questo intorcinamento filosofico, questa moralità a doppio filo? questa doppia bilancia da usare a secondo con chi fa comodo?

    la coerenza manca mentre è tanto l'ipocrisia.

    Ve lo immaginate: è un po' come se la Francia per cercare un gruppo di terroristi arabi rifugiati a Torino decidesse unilateralmente di invadere l'Italia e di radere al suolo Torino.

    vi sembrerebbe giusto? lo stesso sta facendo Israele e la cosa ancor più grottesca è che non risolverà nulla e lo sa di non risolvere nulla, per i seguenti motivi:

    a) i capi di Hamas e i finanziatori, per ammissione degli stessi servizi segreti israeliani (mossad) si trovano in Siria

    b) i finanziamenti e le armi vengono dall'Egitto ma stranamente si bombarda Gaza, si aprono fronti a sud ma si resta lontano dal confine con l'Egitto.

    c) quando dei terroristi si nascondono in una città o in più città solitamente si usano bombardamenti mirati o, in diversi casi, si ricorre ai servizi segreti che infiltrano agenti che uccidono i sospettati. Israele per 50 anni ha agito mettendo bombe in auto di terroristi ben conosciuti, ha lanciato missili uccidendo solo i terroristi, ha impiegato reparti speciali mirati a colpire con il minimo danno per civili. questa volta però (ma anche altre volte) decide la guerriglia metropolitana, operazione rischiosissima e che causa sempre bagni di sangue. Perché? mistero.

    tornando al discorso della tua domanda. Perché molti italiani anche italiani pacifisti parlano bene di Israele e nello stesso tempo condannano hamas quando ad essere sotto assedio con 1000 morti è Gaza e non Israele? o vogliono farmi credere che i razzi di hamas hanno causato più vittime dell'assedio dell'esercito israeliano?

    lo sapete quanti morti israeliani ci sono stati per quei razzi?

    45 vittime in 10 anni! in 10 anni ci sono state più vittime per l'ultimo dell'anno in Italia che vittime in Israele.

    ma i benpensanti italioti, distorcitori della realtà le sanno queste cose? o si divertono a giocare con la storia spostando i paletti quando gli fa comodo?

    lo sanno che quei razzi per uccidere qualcuno devono caderti in testa? lo sanno che quei razzi hanno potere detonante bassissimo e anche se ti cadono a 10 metri ne esci illeso?

    lo sanno che invece dal fosforo bianco non esci illeso neanche se esplode a 50 metri?

    sarà il caso che si informino. è morale uccidere 1000 persone di cui 300 bambini per "vendicarne" 45 israeliane diluite in 10 anni?

    se è immorale uccidere civili israeliani perché non è immorale uccidere palestinesi?

    se con hamas non si tratta perché invece la comunità internazionale tratta con i talebani (come ha trattato con i mujeidin o con gli ezbollah?

    perché al trenino degli idioti l'Italia deve sempre accordarsi? perché questo modo da ragionare da salami???

    rispondi a queste domande e avrai la risposta alla tua...

    sempre se sarà possibile rispondere.

    Israele vuole uccidere i palestinesi perché li odia. E' ovvio altrimenti avrebbe fatta una campagna militare tattica e non una guerriglia metropolitana.

    ma gli italiani? sarà mica che molti di noi godono a vedere bambini palestinesi morti. speriamo non sia così...

    sarebbe veramente aberrante.

    mi ero dimenticato:

    lo sai perché hamas lancia razzi contro israele? per due motivi:

    1- perché dopo aver vinto le elezioni democratiche in Palestina sono stati definiti gruppo terroristico.

    2. perché mentre stavano trattando con Israele si sono beccati alcuni razzi nella loro sede che ha ucciso civili e militanti di hamas.

  • perchè siamo troppo furbi...israele ha torto..

  • 1 decennio fa

    E' come in italia, moltissimi criticano Berlusconi per le sue figuracce di mèrda, e per le sue stupide televisioni, ma poi al momento del voto, lo votano di nuovo. Il perché non lo capisco, ma resta il fatto che è così.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Perche' la nostra informazione e' schiava dei nostri politici che a loro volta sono schiavi degli USA e delle CRIMINALI Lobbyes che li governano.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Fede M
    Lv 4
    1 decennio fa

    Perchè gli italiani sono intelligenti o, se preferisci, furbi!

    Sanno che israele vincere, che gli ebrei capitalisti a livello mondiale...faranno le loro vendette contro tutti coloro che ... non hanno apertamente dichiarato che ...ha ragione... chi ha torto!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.