Anonimo
Anonimo ha chiesto in Gravidanza e genitoriNeonati e bambini · 1 decennio fa

Ai vostri bambini grandicelli (da 5 anni in su) dite tutto chiaramente?

Mi spiego meglio: quando vi fanno domande particolari, quando capita di ascoltare insieme delle cose magari un po' difficili da capire al volo per un bambino, voi gli spiegate o tergiversate o cambiate argomento o indorate la pillola? Se al TG si parla di un incidente aereo o di terrorismo o di un omicidio, e lui vi chiede delucidazoni che fate? Gliele date usando un linguaggio adatto, ovviamente omettendo il coltello insanguinato, cercando di spiegare che al mondo esistono persone cattive, oppure preferite non affrontare apertamamente l'argomento? Se vi chiedono cose difficili da spiegare inventate delle bugie da bambini (io le chiamo così) o comunque, alla fine, date le informazioni reali? Avrete capito che io tendo a spiegare sempre tutto, tanto che a volte mio marito dece che in certi casi farei meglio a nascondergli delle verità "da adulti", ma siccome io sono cresciuta ignorando un sacco di cose perchè i miei non mi hanno mai spiegato direttamente quasi niente (non parlo solo di sesso, ma anche di terrorismo, di religiosità, di politica) per me è fondamentale dare ai miei figli, se lo chiedono, gli strumenti per capire il mondo.

PS: ovviamente non li traumatizzo, è chiaro che in caso di cose particolarmente crude e inadatte trovo il modo per dare una spiegazione minima e poi aggiungo che ne riparleremo più in là.

Aggiornamento:

AleB, beh certo, fin'ora non mi hanno mai chiesto "come si fa un bambino", sono effettivamente piccoli per questo tipo di curiosità, ma certo non pensano che lo porti la cicogna, sanno che un uomo e una donna che si vogliono bene fanno nascere un bambino.

Aggiornamento 2:

Sono piacevolmente sorpresa di vedere che la pensate tutti + o - come me: nella vita "reale" ho incontrato pareri molto diversi dal mio!

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Anch'io sono d'accordo con te. Non si nascondono le cose ai bimbi perchè capiscono tutto e soprattutto capiscono se un adulto è imbarazzato o gli sta dicendo una bugia, con il risultato di deluderli, visto che siamo le persone di cui si fidano. E' ovvio che bisogna trovare le parole giuste, come dici te che un bimbo non viene dalla cicogna ma dai genitori lo devono capire, però non è che si può spiegare tutto tutto. Detto questo, da lì a trovare le parole giuste per il proprio bimbo.. è un'impresa.. nel senso che non è facile, più che altro perchè non ci sono manuali che insegnano a farlo... Non ci sono ancora io, perchè la più grande ha due anni, ma ci sono vicina, e farò come te.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    secondo me è sempre meglio dirgliele le cose e spiegargli che purtroppo nel mondo cè tanta gente cattiva!!! certo, come dici tu, basta non farlo in maniera da sconvolgerli o traumatizzarli, ma un minimo di conoscenza la dovrebbero sapere purtroppo .......basta usare sempre il buon senso, baci!

  • 1 decennio fa

    dalila faccio come te. certo luky e´ancora piccolo per guardare il tg e in sua presenza non lo si guarda. pero quando ci sono incindenti oppure ha domande cmq anche imbarazzanti secondo me la peggiori cosa da fare e´cambiare argomento o cmq far finta di niente. meglio invece dare una spiegazione filtrata ma cmq una spiegazione dei fatti

  • Ma ti fai i complessi del genitore....

    è giusto essere chiari

    meglio che capiscano

    è meglio una cruda verità che una scomoda bugia...

    E poi dipende da bambino a bambino

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Io concordo con te sul fatto che i bambini abbiano un sacrosanto diritto di conoscere sempre la verità! Certo, una verità 'alla loro portata', una verità che siano in grado di comprendere, ma comunque VERITA'! Non dirgli le cose come stanno equivale ad insegnargli 'l'inganno' che altrimenti non conoscerebbero!

    Io ho un bimbo ancora molto piccolo per queste cose, (ha appena 13 mesi), ma il mio intento è proprio quello di non nascondergli mai nulla nei limiti del possibile naturalmente, e di essere sempre in grado di spiegargli le cose come stanno senza esitazione, prendendomi anche del tempo, se necessario. Voglio dire che potrebbe capitare una domanda inaspettata a cui non avevi mai pensato di poter rispondere e in quel momento vorrei avere la prontezza di dire: 'mamma ora non sa risponderti, dammi il tempo per pensarci e ne riparleremo presto!', piuttosto che inventare una palla pur di dare una risposta!

    Insomma, spero davvero di riuscire ad essere sempre chiara ed esaustiva con lui, in modo da potergli trasmettere l'idea che sapere e comprendere la verità sia un diritto a cui non si può rinunciare se si vuole guardare il mondo con criticità e partecipazione....

  • 1 decennio fa

    LA VERITA´ E´ SEMPRE MEGLIO DI QUALSIASI BUGIA...

    se noi per primi mentiamo ai nostri figli, come possiamo poi pretendere che loro siano sempre sinceri con noi?????

    loro guardandoci apprendono tutto, e se noi raccontiamo loro delle bugie, un giorno quando meno ce lo aspettiamo saranno loro a raccontarle a noi...

    io la penso cosi´ un bacione

  • ver@
    Lv 6
    1 decennio fa

    Per il discorso telegiornale, in casa mia lo vediamo la sera quando le bambini sono a letto.

    Le immagini sono troppo forti e i termini usati dai giornalisti non indicati e poco adatti ai bambini.

    Generalmente cerco di spiegare tutti in termini semplici e comprensibili in base all'età della figlia che me lo chiede.

    Ho spiegato alla grande (6 anni) che il papà del suo

    amichetto non c'è più, è morto per colpa di un incidente in macchina.

    Ultimamente mi chiedono il fratellino e la grande mi ha chiesto come fa ad entrare il fratellino nella pancia. Ho semplicemente siegato che quando mamma e papà si abbracciano e si fanno le coccole e si amano tanto mella pancia della mamma entra un semino e si forma poi il bimbo. Mi ha chiesto da dove esce ed ho risposto."tu sei uscita dalla pancia e mi hanno tagliato i dottori, mentre tua sorella è uscita da un buchino vicino a dove esce la pipì"

    Ho detto di non fidarsi degli sconosciuti perchè ci possono essere persone maleintenzionate... ma il telegiornale NO!

    L'unica volta che non sono riuscita a rispondere è stato l'estate del 2007 in vacanza in campeggio,dalle roulotte vicine si sentiva il telegiornale, era appena successo l'omicidio di garlasco, e mia figlia mi ha chiesto:"cosa vuol dire massacrata?" Quella volta proprio non ce l'ho fatta ed ho cambiato discorso...

    Ciao

  • 1 decennio fa

    In medio stat virtus.... riguardo alla politica, tg, omicidi penso sia giusto che si facciano un'idea della realtà ma senza eccedere troppo... Riguardo al sesso... aspetterei ancora un po'....

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Secondo me fai benissimo, è inutile farli crescere sotto una campana di vetro, fargli credere che tutto il mondo sia bello...

    Non è la verità ed è giusto che capiscano che non ci si può fidaer di chiunque, che non tutti sono brave persone come mamma e papà.

    Ma non bisogna neanche mettere inutili paure ai bambini o fargli pensare che il mondo sia uno schifo.

    Bisogna trovare il giusto mezzo!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Proprio l'altra settimana mi sono rivolta ad un neuropsichiatra infantile per problemi con l'asilo e siamo caduti sull'argomento bugie/verità...mi ha detto chiaramente che è sempre sbagliato dire bugie ai bambini e mi ha portato come esempio un lutto. secondo lui è dannoso dire che la nonna per esempio è partta per un viaggio. Ritiene sia meglio spiegare le cose con la giusta delicatezza

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.