Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 1 decennio fa

un miliardo di punti a chi sa dirmi perché le ceneri prodotte....?

dalla pulizia di camini e ciminiere hanno il CER 20 01 04 (quindi facenti parte di rifiuto urbano) mentre quelle prodotte dalla pulizia di caldaie vengono considerate "ceneri leggere" (di olio combustibile e polveri di caldaia) ed entrano a far parte dei rifiuti speciali con CER 10 01 04 pur avendo la stessa composizione chimica delle prime?

la differenza di codice comporta procedimenti differenti per lo smaltimento con, a mio parere, gravi conseguenze all'ambiente... E se qualcuno sa dirmi anche chi è quel "fenomeno" che è riuscito a farsi approvare una legge estremamente dannosa senza rendersi conto che sono due tipi di ceneri velenosissime?

Aggiornamento:

grazie sergimen, ma so dove smaltirre le ceneri e tutto cio che ci gira intorno....Il fatto scioccante è che 10 anni fa i due tipi di ceneri erano considerate entrmbia rifiuti speciali quindi il processo di smaltimento era controllato da imprese apposite, da poco tempo hanno voluto dividerle (pur essendo uguali) e il risultato è che adesso quelle considerate "rifiuto urbano" vengono sotterrate normalmente assieme agli rsu causando alla terra un danno pari a quello che puo causare una petroliera che affonda in mare....

Aggiornamento 2:

grazie ancora...io vorrei venire a capo di questo dubbio però.... le ceneri con CER 20 01 41 sono rifiuti provenienti dalla pulizia di camini e ciminiere (camino non caminetto, quindi impianto fumario o canna fumaria o camino) mentre che, le ceneri con codice CER (codice europeo rifiuti) 10 01 04 sono le ceneri leggere di olio combustibile e polveri di caldaia.... Adesso, le polveri di caldaia sono le stesse presenti nel camino in quanto i fumi di olio combustibile passando prima nella caldaia poi nel camino lasciando depositare le ceneri tanto in un impianto quanto nell'altro. analizzando le ceneri (costo intorno ai 500€ c/u) scopro che le analisi escono uguali quindi stessa ***** (scusatemi l'espressione). se io fossi un privato che, lavorando in nero, andassi a pulire i camini di privati o camini di condomini, le ceneri raccolte sarebbero tutto provenienti da impianti civili quindi con codice 20 (rifiuto urbano) purtroppo però, pago le tasse e sono uno spazzacamino regolare....

Aggiornamento 3:

....quindi, secondo la logica del nostro beneamato governo, le ceneri che produco non sono più rifiuto urbano (smaltibile in discarica con costi bassissimi (80,€ a tonnellata) ma diventano rifiuti pericolosi quindi altro processo e altro costo ( quasi 1000 € per tonnellata) e...... magia delle magie: questo è il succo del mio dubbio...in che momento le mie ceneri si trasformano da rifiuto urbano a rifiuto pericoloso?

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    se parli della cenere del camino quello ke si accende di inverno è naturale la cenere....la usano adittura come fertilizzante nelle terra xkè contine nitrati...ja secondo me nn è inquinate quella delle caldai ecc ke usano i combustibili fossili li ti capisco!!!!!!è quello ek ho cpt io oppure ti riferisci a qualke altra cenere????

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Axl Z
    Lv 4
    1 decennio fa

    Mi chiedo se comunque le ceneri in questione non abbiano comunque composizione simile a quello che viene comunque perso in ambiente perchè "vola via" (il fumo).

    Non so bene a che ceneri ti riferisci ma comunque più che idrocarburi incombusti e comunque composti a base di carbonio non dovrebbe trattarsi, no? Non metalli pesanti o roba del genere...

    in questo caso sono più pericolosi i fumi che non le ceneri...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.