Anonimo
Anonimo ha chiesto in Musica e intrattenimentoMusicaMusica - Altro · 1 decennio fa

Raga entrateeeeeeeeee!!! Pikkolissima ricerkina sulle fonti energetiche alternative al petrolio?!?

pikkola ricerkina spiegando brevemente le altre fonti energetiche alternative al petrolio... pikkola pikkola... 10 pnt al mijore... ki la fa mejo e nn lunghiiiiiiiiiiiiiiiissssssssssssssssssssssima gli do 10 pnt x le proxime 10 domande!!!! e chi la rimodella 1 po'... anche 20 domande... grz 1000 in anticipo!!! stellinate x favore...

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    non lo so... aspetta guarda qui:

    ENERGIA

    L’energia (capacità di compiere lavoro, dal greco en (dentro) ed ergon (lavoro)) è l’attitudine di un corpo o di un sistema di corpi a compiere un lavoro. L’unità di misura dell’energia è il joule, indicato con il simbolo J. Ai fini pratici, tuttavia, ci si riferisce alla chilocaloria, e ai suoi multipli e sottomultipli (chilowattora, tec, tep e piccola caloria).

    Per definizione, l’energia costituisce la principale risorsa in grado di consentire lo sviluppo economico di una società: parlare di energia significa quindi parlare di uno dei grandi indicatori che vengono utilizzati per stabilire il livello di sviluppo economico di un paese.

    L’energia che utilizziamo deriva quasi interamente (99,98%) dall’energia solare. La maggior parte dell’energia solare dà origine al clima (luce e calore), mentre una quota pari allo 0,1%, viene trasformata in energia chimica attraverso la fotosintesi clorofilliana effettuata dai vegetali, gli unici convertitori in grado di intercettare l’energia solare e di trasformarla in cibo; gli animali e l’uomo, che invece non sono in grado di alimentarsi dalla materia inorganica, assumono energia sotto forma di cibo già trasformato, ogni volta che si nutrono. Infine, una parte minima di energia (0,02%) proviene dalle maree e dal calore interno della terra.

    RISORSE ENERGETICHE

    Per risorse energetiche si intendono i prodotti dell’ambiente che permettono i processi di trasformazione e sviluppo.

    Solitamente si usa dividere le risorse energetiche in:

    • PRIMARIE se sono utilizzabili direttamente, così come si trovano in natura. Sono fonti primarie il carbone, il petrolio, il gas naturale, la legna, i combustibili nucleari (uranio), il sole, il vento, le maree, i laghi montani, i fiumi nonché il calore della terra;

    • SECONDARIE quelle che derivano dalla trasformazione di fonti d’energia primaria, ad esempio: la benzina, che deriva dal trattamento del petrolio grezzo e l’energia elettrica ottenuta attraverso le centrali elettriche, appositi impianti in grado di convertire energia primaria (ad esempio energia meccanica, chimica o nucleare) in energia elettrica.

    Inoltre le risorse energetiche vengono ripartite in altre due grandi categorie: quelle rinnovabili e quelle non rinnovabili.

    Le fonti rinnovabili derivano direttamente dall’energia solare e sono sostanzialmente:

    • l’energia idrica: l’acqua viene utilizzata per azionare le pale dei mulini e le turbine delle centrali idroelettriche. Essa genera, attraverso il movimento, energia idroelettrica. Quest’ultima costituisce oggi più del 5% di tutta l’energia prodotta nel mondo;

    • l’energia eolica: è una fonte praticamente inesauribile poiché non richiede alcun tipo di intervento per la sua conservazione. I paesi e le regioni più adatte allo sfruttamento di questo tipo di energia sono quelle dove il vento soffia a velocità e direzione costanti: tra loro la Danimarca, l’Olanda, la California e la Patagonia. La percentuale di energia eolica oggi prodotta nel mondo però è irrilevante;

    • l’energia dalle biomasse (perlopiù legna e, in misura minima, vegetali e rifiuti animali): le biomasse, impiegate per la produzione di energia, sono costituite in percentuale larghissima dal legname, e, in quantità minime, da alcune piante e da escrementi animali. Esse sono utilizzate soprattutto nei paesi in via di sviluppo come combustibile per produrre energia termica. L’energia proveniente dalle biomasse equivale oggi a circa il 10% del totale dell’energia prodotta nel mondo. Essa viene consumata sul posto ed è pertanto fuori dai circuiti commerciali dell’energia.

    Per quanto riguarda le fonti energetiche non rinnovabili, il loro impiego non può continuare per sempre, sono quindi destinate ad esaurirsi tanto più in fretta quanto maggiore sarà il loro sfruttamento nei prossimi anni, quindi, se non si trovano sostituti, subentrerà la scarsità.

    Esse sono costituite soprattutto dai combustibili fossile: carbone, petrolio e gas naturale, che sono le fonti primarie di gran lunga più utilizzate per la produzione di energia elettrica (termoelettrica), meccanica e termica. La percentuale di energia proveniente dai giacimenti di fossili, è pari a circa 80% del totale dell’energia prodotta nel mondo e si suddivide all’incirca nel modo seguente: 24% deriva dal carbone, 35% dal petrolio, 21% dal gas naturale.

    I problemi relativi al loro utilizzo sono piuttosto legati al fatto che esse costituiscono una minaccia per la stabilità del clima globale,con il cosiddetto effetto serra. Alle possibili conseguenze negative derivanti dall’immissione di anidride carbonica nell’atmosfera, si aggiungono i danni alla salute umana causati dalle emissioni di cancerogeni, e la possibilità che si verifichino incidenti o catastrofi, con vittime immediate e dispersioni di sostanze tossiche.

    Un’altra fonte energetica non rinnovabile e che, tuttavia, non pone problemi di scarsità per futuro prossimo, è l’uranio,

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    altre fonti energetiche oltre al solito petrolio molto costoso sono :

    - energia eolica con pale che girando formano energia

    - energia solare che grazie a degli speciali panelli tecnologici riescono a produrre energia

    - energia (che non mi ricordo il nome scs) grazie alla quale cn le onde marine si riesce a produrre energia

    - poi c è il carbone e il metano

    ciao spero esserti stato d'aiuto

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    nn so cs dirti....ma xke nn vai su internet e fai una ricerca...poi la riassumi...neanke tu gg a scuola?? kiss...

    Fonte/i: kiss kiss kiss
    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.