perchè i cavi per altoparlanti costano dalle 6 alle 30 volte gli equivalenti industriali?

Aggiornamento:

Sto cercando di capire la differenza, con la strumentazione che ho non la trovo.

Aggiornamento 2:

@ale, grazie.

I cavi di segnale sono di note Case Costruttrici e il problema è risolto con specifiche di posa, di schermatura, di uniformità di impedenza.

I tiri sono notevoli (anche di 160 metri) e non manca fibra ottica e conversione A/D-D/A-

Aggiornamento 3:

@kerberos: Immaginiamo che l'impiantino sia dell'ordine dei 160.000 Euro su 32 amplificatori, 216 altoparlanti e 11600 metri di cavo altoparlanti. Un prezzo al metro superiore ai 5,32 Euro è una follia, si deve decidere se usando cavi da 52 Euro/metro si sente meglio.

Si parla di mezzo milione di Euro di differenza.

Con la strumentazione a disposizione non hanno ancora capito dove sta la differenza.

A fronte di che differenza tecnica si firma un ordine da mezzo milardo di Euro in più?

Aggiornamento 4:

Correggo: Annullare mezzo miliardo di Euro e leggere mezzo milone di Euro

Aggiornamento 5:

Chi sente la dfferenza fra cavi industriali e esosi se la stessa strumentazione non percepisce la differenza?

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Perchè la qualità s paga, anche se a volte esagerano un pò con i prezzi.

    I costi variano in base ai materiali usati ed alla qualità costruttiva, ma è ovvio che se hai un impiantino che costa meno di €10'000 non andrai a comprati dei cavi della Transparent (il cui modello di punta arriva a €2'500 al metro), piuttosto di accontenterai dei miseri Van Den Hul (da €300 al metro)...

    Edit:ripeto, si parla anche di materiali, un cavo in argento costa sicuramente in più di uno in semplice rame, comunque i Transparent si usano su impianti di fascia esoterica, diciamo dai €500'000 in su (si arriva anche a 2milioni)

    Io prima ho nominato VDH solo perchè è il primo marchio che mi è saltato in testa, ma in effetti bastano anche gli economicissimi Monster da €15 al metro per impianti di fascia bassa.

  • Ale G
    Lv 7
    1 decennio fa

    Per farti spendere soldi...

    Una delle caratteristiche più importanti del cavo di potenza, cioè dall'ampli al diffusore, è il suo diametro. Senza entrare nelle formule, maggiore è il diametro minore la resistenza e le perdite...Maggiore invece è la lunghezza più perdite ci saranno.

    Ora se la lunghezza deve essere fissa, cioè ci dobbiamo arrivare al diffusore altrimenti non funziona, si lavorerà sul diametro: prendi cavi più grossi possibili!

    Dopo prove e prove sono giunto alla conclusione che i cavi industriali vanno bene, specie quando si tratta ti impianti casalinghi e non di prodotti hi-end, non c'è differenza.

    Dove invece è meglio spendere un po' di più è sui cavi di segnale, tipo i cavi scart, hdmi, component...sempre per esperienza a volte i cavi di qualità bassa non fanno bene il proprio mestiere. (es. cavo scart che non supporta il segnale rgb).

    Edit...

    Il discorso si fa esoso...ma se le elettroniche costano 160 mila euro mi sembra assurdo spendere di più per i cavi...

    Se fosse casa mia che ho circa 30 metri di cavi per i diffusori anche spendendo poco, i 300 €/metro dei Van den hull spenderei circa 9000 €...mah...e riuscirei a sentire la differenza? Forse con un impianto da 50000 €...

    Fonte/i: Esperienza personale.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.