Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

meglio una bella vita con bella moglie, salute e benessere o credere in dio?

se doveste scegliere, preferite vivere bene con le cose materiali che allietano lo spirto (bella donna, salute, benessere economico ecc) o preferite una vita di mèrda ma credere e pregare in dio sempre tipo suora o san francesco?

sinceri

13 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Una cosa non esclude l' altra... la vita del credente sarà anche di mèrda come dici tu, ma la vostra sarà ancora più di mèrda dopo.., chi sa che un giorno non ti pentirai anche tu di aver fatto certi ragionamenti e considerazioni e dovrai ritrattare, ma sarà troppo tardi... la vita materialista come la intendi tu non ti porterà da nessuna parte ricordalo, al primo ostacolo ti caghèrai nelle braghe...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    credere in dio e sperare in lui e la sua salvezza ma avvicinarsi all Amore e' divino non umano, Se ami trasftormi ogni cosa in una cosa bella

  • 1 decennio fa

    IL fatto che tu inserisca San Francesco nella tua domanda mi fa pensare che sei molto ignorante sulla sua figuara e che sei anche molto irrispettoso.

    Per rispondere alla tua domanda, non vedo perché chi crede debba per forza avere una brutta vita.

    Io credo e vedo molto di più dei non credenti, ma tanto tanto, e mica solo io, ma tutte le persone che si sono distaccate da una religione per trovare veramente Dio.

    Sono felicemente fidanzata, ho un bel lavoro, un bel fidanzato, un cane carino, interessi infiniti, una bella mente modestamente, ogni tanto mi guardo allo specchio e dico che potrei essere meglio, ma in fin dei conti mi ritegno carina, ho tante insicurezze, tante sicurezze, tanti dubbi, poche ma buone risposte, sono sempre alla ricerca, e più guardo avanti più capisco.

    Prego non per obbligo ma quando lo voglio, e ammiro San Francesco e non capisco il tuo collegamento tra il credere in Dio e avere una vita di m..., come dici tu.

  • 1 decennio fa

    la domanda non si pone per me..io non credo che dio esista...quindi la prima tutta a vita! ma se anche fossi credente,non mi andrebbe di non vivere una vita piena per pregare.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    1°- L'eternità non esiste, o meglio, esiste in tutt'altro senso, perchè noi siamo fatti di atomi, e una volta morti le nostre molecole di carbonio si disperdono e si trasformano in altro, alimentando altri esseri viventi in un ciclo senza fine...

    2°- L'uomo è un animale, e come tale è sulla terra per lo stesso motivo dei suoi simili: vivere, mangiare, bere e soprattutto riprodursi. Quindi fare l'amore come vuole, sfruttare al massimo la sua capacità di dare la vita e di provare piacere come gli pare, finchè è cosciente di essere sulla terra.

    3°- Possibile che siamo nel 2009 e ancora c'è gente che non capisce che le penitenze e l'ascetismo sono uno strumento di potere messo in atto dai personaggi medievali (dagli imperatori bizantini ai papi) per sottomettere il popolo trasformandolo in una grigia massa di pecore penitenti al loro servizio e che adesso il medioevo è roba passata?

    4°- Alla luce dei punti precedenti concluderei col dire: che senso ha non godersi la vita se poi non sapremo mai cosa proveremo nell'aldilà? (1° perchè l'anima, se esiste, non ha sensazioni visto che avrebbe la consistenza delle onde elettromagnetiche, 2° perchè quando saremo masse di molecole carbonose e cibo per vermi non vivremo più, quindi non sapremo più un emerito accidente di quello che sta succedendo)

    Fonte/i: Tutte queste persone che amano la lettura e lo studio, almeno filtrino in modo scientifico quello che leggono, e non bevano tutto come fosse un Cuba Libre.
  • 1 decennio fa

    Salute, benessere, una bella moglie te li auguro di cuore ma la vita è insidiosa e tante volte ci pone davanti a quanto siano effimere queste cose. Fondare la propria esistenza solo su questo è come fondare una casa sulla sabbia, basta una mareggiata e tutto crolla.

    Chi fonda la propria vita ponendovi al centro Dio costruisce la propria vita sulla roccia e supera le tempeste.

  • 4 anni fa

    E' possibile imparare l'arte del rimorchio grazie a questo corso online http://taodelseduttore.latis.info/?x134

    Un uomo che si avvicina ad una ragazza già convinto di non piacerle, aumenta notevolmente le possibilità di non piacerle davvero. Le donne sentono quello che un uomo pensa, percepiscono le sue sensazioni: se voi non credete nelle vostre potenzialità perché dovrebbe crederci una sconosciuta?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    le due cose vanno completate a vicenda

    facciamo finta che la vita sia un "bicchiere"

    se vivi una vita fondata sulle cose materiali alla fine "avrai riempito il bicchiere a metà"

    è necessario trovare un po di tempo per la spiritualità, che non significa necessariamente credere e pregare in dio sempre tipo suora o san francesco ma anche fare yoga o altre tecniche di meditazione che ti fanno stare in pace con te stessa, così da "riempire anche l'altra metà del bicchiere"

  • 1 decennio fa

    Tutt' e due le cose no, eh ?

    ------

    Uahuahuahuah. Ma che domande IDIOTE. Perchè scusa, se impegno parte del mio tempo a pregare significa che non possa avere una bella moglie ed il benessere economico?

    Ma che discorsi fai?

    Ritirati...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Per logica preferirei vivere una vita di sacrifici e credere in Dio...perchè poi dopo la morte, tu hai vissuto 90 anni di vita bella e ti tocca un'eternità di m****a, io ho vissuto una vita di m****a ma ci guadagno un'eternità di beatitudine e felicità...pare ovvio, no?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.