Eddy2007 ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Quand'è che la tua presenza e' stata determinante per salvare una situazione?

Un episodio della tua vita, nel quale non eri direttamente coinvolto, ma la tua presenza, il tuo intervento, hanno salvato una situazione che poteva concludersi diversamente, e spiacevolmente.

Grazie a tutti

10 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    La storia è un po' complicata perciò ne faccio un sunto,in pratica quando morì mio padre,mia madre si rivolse ad un avvocato che non fece il suo dovere (forse fu pagato ed io questo non lo posso sapere ma dovrei scendere nei particolari e onestamente non mi va)prendendosi gioco di mia madre,una povera vedova che non sapeva dove andare a sbattere la testa,quest'uomo fece prolungare la causa di anni e anni(mentre se avesse fatto il suo lavoro avremmo vinto nel giro di un anno o due),un giorno chiamò tutta la famiglia(per firmare delle carte)e anche me dato che essendo poi diventata adulta spettavano anche a me le decisioni...

    Non fu facile per lui quel giorno perchè quel giorno presi in mano io la direttiva (cosa che credo proprio non spettasse a me,ma qualcuno doveva pur farlo) e riempiendolo di domande,e facendolo impappinare gli dimostrai che lui era stato largamente "corrotto",ricordo che lui mi disse:"Saresti un bravo avvocato"...Io risposi :"Meglio di lei sicuramente e poi almeno io sarei onesta"...La mia famiglia mi guardava in silenzio e a bocca aperta....

    Inutile dire che quell'avvocato sparì...Dopo vent'anni che prendeva in giro mia madre dopo le mie parole non si fece più sentire...Consultandomi con un altro avvocato seppi che continuando a protarre la causa il torto l'avremmo avuto noi e anzi noi avremmo dovuto pagare profumatamente "l'accusato"(ovvero il datore di lavoro di mio padre,perchè fu colpa della sua negligenza che mio padre morì)..

    Dovevano aspettare che crescessi io per salvare la situazione,dovevano aspettare che la mia "lingua biforcuta"mandasse in crisi un avvocato disonesto...

    Salvai la situazione,ma...Mio padre fu come se morisse due volte...Giustizia non fu fatta comunque.....Ma non dispero...Ho fiducia nella giustizia divina...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Qualche anno fa,ero in strada a lavorare.

    Lavoravo per un'agenzia pubblicitaria e stavamo facendo un sondaggio per un supermercato locale.

    Ero da sola,in quel momento,e ho visto compiersi uno scippo davanti ai miei occhi.

    Una vecchietta sulla porta di casa,è stata spinta da 2 ragazzi che si trovavano su un motorino per rubargli un involto che aveva in mano(che poi saprò era la pensione....).

    Io mi trovavo una decina di metri più avanti e ho agito senza pensarci....Siccome la donna urlava e un pò ha resistito,ho avuto quei 10 sec per pensare e sono riuscita ad essere fredda mentalmente.

    Appena sono ripartiti,mi sono buttata contro il motorino in corsa,forte del fatto che avevo uno zaino sulle spalle,pieno di omaggi da consegnare alle persone a cui dovevo fare il sondaggio e quindi...ero pesante.

    Il risultato è stato che li ho fatti cadere e che loro per la sopresa hanno perso qualche sec a rialzarsi....cosa che è bastata ad altri che stavano assistendo alla scena o sono stati richiamati dalle urla,per avvicinarsi e "pestarli" come si deve.

    La signora ha riavuto la sua pensione,e io me la sono cavata con qualche livido,che ovviamente mi sono fatta per essermi buttata cosi e cadendo poi contro di loro.... :)))))

  • Janet
    Lv 6
    1 decennio fa

    Quando è morta mia nonna. Nè mia madre nè la ragazza che la curava erano in grado di intendere e di volere, piangevano urlavano e non si avvicinavano nemmeno. Io ero terribilmente fredda e lucida, ho dovuto fare tutto da me. Vederla morire tra le mie mani, chiamare l'ambulanza, avvisare mio padre, mio fratello. Senza versare una lacrima per ore. E' una cosa che non mi perdono. Non spettava a me. Loro non hanno ricordi, ora. Io non riesco a togliermi dalla testa quei momenti. Scusate lo sfogo, grazie anzi a te per la domanda.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    In certi casi sono l'unica che sa cosa c'è in un dato archivio e dove sta.

    Anche se in quell'archivio non ci lavoro...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    una che mi ricordo al volo, al mare, un bimbo che scivola da uno scoglio e mi accorgo dalla spiaggia che questo non sapeva nuotare e sua mamma non si era accorta di nulla. sono andato a nuoto a riprenderlo per una gamba eheheh

  • 1 decennio fa

    due miei amici...stavano litigando per una ragazza...molto pesantemente...hanno cominciato ad essere troppo minacciosi e pericolosi...io mi c sono trovata in mezzo senza rendermene conto...nn ho detto e fatto nulla ma ero con loro...quando ho visto che la situazione stava degenerando, mi sono letteralmente messa in mezzo tra i due salvando la situazione....nn s sono parlati per anni, ma ora almeno se c'è uno dei due l'altro nn se ne va...hanno imparato a convivere e credo di essere stata fondamentale...perchè sono due persone tragiche e all'occorrenza pericolose ma soprattutto perchè sono riuscita a "salvare" un amiciziaa di anni e anni...

  • 1 decennio fa

    A parte nelle questioni lavorative ma niente di particolare...

    Di solito tendo a peggiorarle le situazioni Eddy...Buona giornata!

    Su dai..che ripensandoci una cosa "positiva" mi è venuta in mente. Una giorno ho visto disteso a terra sul ciglio della strada un uomo. Sembrava morto. Ero terrorizzata. Mi sono fermata anche se a distanza perchè stavo urlando dalla paura e ho chiamato il 113. L'uomo si è salvato ma la cosa triste e che è rimasta nei miei ricordi è che continuavano a passare macchine che vedevano me che urlavo e piangevo e l'uomo disteso a terra ma nessuno si è fermato. Non lo avrei mai immaginato...

  • 1 decennio fa

    ah ah ah , uno ???? mi chiamo giovambattista , ma dovrei chiamarmi salvatore . naturale : a me stesso o ci penso io o posso pure morire .

  • 1 decennio fa

    dunque.. mi ritrovai in casa del mio primo fidandato a quell'allora, mentre la sua madre e padrastro stavano litigando - non sò da dove mi è uscita la forza - di andare a prenderli la pistola al uomo visto che era ubriaco (eravamo noi tre da soli), ancora mi vengono i vibridi dal ricordo. Meno male è andato tutto bene, sò anche che stanno ancora insieme a distanza di 12 anni da questo episodio.

    ciao eddy.

    Fonte/i: la mia memoria
  • 1 decennio fa

    quando un ******** ci provava spudoratamente con la mia migliore amica, mi sono avvicinato e gli ho detto di fare basta, e quando mi ha chiesto perchè gli ho detto: perchè è mia sorella. lui mi ha guardato (1.80 - 90 kg e spalle larghe :) ) e se ne è andato

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.