Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoFai-da-te · 1 decennio fa

secondo voi come si fanno le gomme da cancellare?

e sapreste anke fare una gomma-artigianale (casalinga) ? e come fate????????? (io nn voglio provare pero sn curiosissima

5 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Il materiale di base (gomma naturale o sintetica) è tritato e impastato a temperatura ambiente. Poi la temperatura è incrementata gradualmente e il mescolamento procede a caldo fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Nel corso di questa operazione sono introdotti diversi additivi: piccole quantità di olio minerale o vegetale per favore la miscelazione, zolfo e altri agenti vulcanizzanti (se necessario), plastificanti per le gomme sintetiche, antiossidanti amminici o fenolici, pigmenti, e, nel caso del caucciù, materiali abrasivi (carbonato di calcio, carbonato di magnesio, silice, pomice, allumina, ossido di titanio). La gomma è colata successivamente in uno stampo a impronte oppure posta nell'estrusore per assumere la forma desiderata, sottoposta a temperature e pressioni elevate e, infine, tagliata nella forma finale o rimossa dalle impronte dello stampo.

    La chimica della gomma:

    Nel 1880 si scoprì che la gomma naturale era costituita da cis-poliisoprene, un polimero prodotto per sintesi enzimatica nella linfa dell'albero della gomma a partire dal 3-metil-3-butenil pirofosfato.

    Circa il 30% del lattice ottenuto incidendo la corteccia di questa pianta è costituito da cis-poliisoprene che è estratto dal liquido per coagulazione con acido formico; in seguito il solido ottenuto è pressato in fogli.

    I problemi legati all'approvvigionamento della materia prima e l'avvento della produzione su larga scala di automobili, e quindi di pneumatici, hanno spinto chimici ed industrie a cercare un metodo di sintesi del cis-poliisoprene. Il primo a riuscirci è stato Fritz Hofmann (1866-1956), che lavorava nei laboratori di Elberfeld della Bayer. Nel 1909, Hofmann depositò il primo brevetto sulla polimerizzazione radicalica a caldo dell'isoprene. Questo lavoro è stato la base su cui si è sviluppata sintesi industriale della gomma, ma la produzione su larga scala iniziò solo molti anni dopo, perché la polimerizzazione radicalica portava ad un polimero appiccicoso ed inutilizzabile a causa della presenza di doppi legami cis e trans. Solo con l'avvento della catalisi Ziegler-Natta è stato possibile produrre poliisoprene al 100% cis.

    A partire dagli anni '60 la gomma naturale è stata in buona parte sostituita da gomme sintetiche (isoprene-butilene, stirene-butadiene, etilene-propilene, isobutilene), soppiantate dal polivinilcloruro (PVC) dai primi anni '90.

    La spinta a questo cambiamento, oltre al fatto che la gomma naturale si degrada facilmente, è stata la necessità di prevenire nei bambini le sempre più frequenti allergie da contatto con il lattice.

    Spero di esserti stata di aiuto :) besos

  • 1 decennio fa

    forse dall interno di certi alberi

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ma xk fai sempre domande sceme eh???? ihihih dai lo sai che scherzo<!!! chiamami e ti dico come si fa!!! ihihi ciau ci sentiamo dopo

  • Anonimo
    1 decennio fa

    un tempo si chiamava gomma pane

    mollica di pane possibilmente rosetta l'appallottoli per un pochino e vedrai che funziona

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Prendi una babol gam,da non confondere con le ciuingàm,metti un po' di polvere da sparo,detersivo x piatti,un po' di forfora,e il giuoco è fatto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.