perchè i cavi rigidi sono stati messi fuori norme nei cicuiti elettrici?

e perchè usano terminazioni a tubetto per inseririe i filo nel morsetto per cavo flessibile? Non si producono più contatti in serie con maggiore probabilità di guasto?

Aggiornamento:

@turbopanico.

non c'è niente di peggio che saldare a stagno i terminali dei conduttori flessibili. Non si riesce a stringere bene, i micromovimenti del morsetto assesta il conduttore allentando il contatto, scalda indebolendo lo stagno, falso contatto assicurato, che scalda lo stagno fino a bruciare la melamina del morsetto.

Credimi.

I professionisti attorcigliano il conduttore e lo serrano nel morsetto, Dopo un giorno ripassano il seraggio dei morsetti per dare tempo al rame di assestarsi per plasticità. Contatto eterno, pari ad una buona crimpatura.

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Credo che siano stati messi fuori norma in quanto non adatti ad essere inseriti in tubi corrugati. Per quello sono molto più adatti i fili flessibili.

    Sulle terminazioni a tubetto non so che dirti: io, personalmente realizzo delle stagnature al terminale del filo flessibile per evitarne lo sfilacciamento.

    ----------------------------------------------

    Permettimi di dissentire con quanto affermi.

    Lo stagno è largamente usato nei montaggi dei circuiti elettronici, proprio là ove si richiede un contatto pervio e durevole, deciso e destinato a reggere nel tempo.

    http://www.aggiustatutto.it/saldature/stagnatura.h...

    http://www.vincenzov.net/tutorial/stampati/saldatu...

    Quando parlo di "stagnare i fili" non intendo "realizzare dei pallocconi di stagno"... quelli sì che rendono impossibile anche inserire il terminale nella morsettiera !

    Piuttosto, una buona saldatura permette comunque al filo di essere schiacciato dalla vite del morsetto nel quale lo collocherai...e se hai dimestichezza con la cosa, vedrai che la vite si "stamperà" sullo stagno che hai depositato sul filo.

    Risultato: presa decisa, nessun filetto che esce, nessun falso contatto.

    I rivestimenti compatti di stagno sono apprezzati per il loro valore protettivo di fronte agli agenti atmosferici, alle acque, alle soluzioni e a varie sostanze, come leggerai qui

    http://www.consonnisrl.it/stagnatura.asp

    Inoltre non so quali possano essere i "professionisti del settore" che ti vengono due volte a montare un filo e a stringerlo il giorno dopo....mai sentiti .

    Se hai qualche link, citalo...

  • 1 decennio fa

    Prima domanda: per diverse questioni meccaniche, ritengo. Attorcigliando due conduttori di pari sezione, la superficie di contatto è maggiore se sono multifilari piuttosto che se sono monofilari. Poi, se ci sono assestamenti, i multifilari reagiscono meglio (i vari fili, compressi dal morsetto, se il morsetto si allenta rivanno ad occupare lo spazio lasciato libero, mentre un monoconduttore resta lì fermo), così ad esempio se i cavi subiscono una trazione c'è meno rischio di creare falsi contatti.

    Poi la rigidità del cavo monofilare fa sì che, in presenza di curvature di piccolo raggio, si possano creare snervature nel metallo che possono ridurre la sezione di conduzione.

    Infine la rigidità del cavo monofilare fa anche sì che questo trasmetta forze meccaniche al morsetto che rischiano di falsare il contatto.

    Seconda domanda: non sono affatto sicuro di averla capita bene, comunque ritengo che anche lì dominino le questioni meccaniche (forma del contatto, evoluzione nel caso di assestamenti, reazione a forze meccaniche cpr alla trazione)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.