promotion image of download ymail app
Promoted
Leonardo P ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 1 decennio fa

Come mai i gatti,a differenza dei cani,sono intimoriti dall'acqua?

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    ecco cs ho trovato in giro, spero possa esserti utile:

    E' credenza comune che i gatti temano l'acqua. Di fatto, il tuo piccolo felino ti saprà dimostrare che non ha veramente paura, ma difficilmente per lui immergersi rappresenta un grande piacere. Ecco alcuni consigli che ti aiuteranno a capire meglio le sue reazioni davanti a questo elemento.

    Un compagno naturalmente poco portato verso l'acqua

    Prima di vivere con gli uomini, i gatti vivevano principalmente in foreste o praterie, o in ambienti più secchi come la savana, raramente vicino al mare. Il tuo piccolo compagno adora mangiare il pesce, ma farebbe molta fatica a procurarselo, se dovesse pescarlo lui stesso. La sua anatomia, infatti, fa sì che per lui sia difficile prendere dei pesci in quanto, contrariamente a certi cani, non ha le zampe palmate e quindi non è ben "equipaggiato" per muoversi nell'acqua.

    L'acqua addomesticata

    Sempre in giro per casa a soddisfare la sua curiosità, il tuo piccolo felino viene facilmente attratto dalle gocce d'acqua che cadono in un lavello. Può passare ore a osservarle e a cercare di prenderle con le zampe. È quindi possibile che il tuo gatto non beva l'acqua che gli metti nella sua ciotola. Mentre noi non siamo particolarmente disturbati dall'odore o dal "gusto" dell'acqua, i gatti sono molto sensibili al trattamento subito per renderla potabile.

    E per il suo bagno?

    Ogni giorno potrai assistere alla toilette che il tuo micio effettua con grande cura. Normalmente non è necessario fargli il bagno; tuttavia in certe occasioni il tuo aiuto potrebbe essere utile.

    Sarà più facile ottenere la cooperazione del tuo piccolo amico dopo un momento di coccole o un gioco. Meglio evitare la vasca da bagno; puoi metterlo invece in un lavabo, o anche nel lavello della cucina, dove il tuo gatto ha più familiarità. Fai scendere dolcemente acqua tiepida, che non dovrà salire oltre le zampe. Con un guanto, bagna delicatamente le diverse parti del corpo e poi applica lo shampoo. Gli shampoo che utilizziamo per noi non sono adatti: usane quindi uno specifico per gatti. Fai scendere un filo di acqua tiepida e sciacqua delicatamente il tuo piccolo compagno; poi aiutalo ad asciugarsi con un panno morbido. Non è così difficile!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    è solo una questione di abitudine...se li abituiamo fin da piccoli a fare il bagno non dovrebbero nella vita avere paura dell'acqua .. il mio piccolo appena vede un goccio d'acqua ci gioca .. è sempre fradicio.. e anche il norvegese delle foreste è un gatto che non teme l'acqua..certi hanno paura perchè non lo vedono come il loro habitat e allora quando si sentono tutti bagnati fradici non capiscono bene perchè gli venga fatto ciò e scappano ..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Rosi F
    Lv 5
    1 decennio fa

    perchè a differenza dei cani non nuotano

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    I gatti adorano il caldo tipo stare sempre al sole e non muoversi di lì.

    Ma non tutti i cani adorano l' acqua, il mio cane per esempio,

    è un pienscer (leggi pincer) quando durante le vacanze estive ero al mare

    non appena mi avvicinavo all' acqua con lui quello scappava come uno matto.

    Quindi fidati non è sempre come dicono...

    Fonte/i: La mia mente, le mie esperienze (nn è un sito)
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    io penso sia una forma caratteriale perchè il mio, ad esempio, ci gioca con l'acqua.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    non mi hai mai visto fare il bagno al mio cane...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Complimenti a ica&nau è molto interessante quanto hai scritto brava. Io penso che è soggettiva la cosa. Il cane a volte entra in un fiume volentieri mentre un altro cane lo schiva e ha paura. Dipende da come hanno sperimentato la prima volta il contatto con l' acqua. Avevo una cagnolina che da cucciola, essendo nata in novembre, l' avevo portata in riva al lago a fare una passeggiata. Per curiosità o attratta è entrata ma ahimè da quel giorno siccome era molto fredda l' acqua lei ha odiato l' acqua. Facevo molta fatica anche a farle il bagno era una sofferenza acuta per lei e tremava sempre. Il cane come già detto non dimentica nulla e questo nemmeno con il passar degli anni. Ha avuto una brutta esperienza da cucciola e se ne è ricordata sino a quando ha terminato di vivere dopo 13 anni e 1/2. C'è invece il cane che si tuffa pure in inverno nell'acqua gelida. In quanto al gatto di regola, secondo quanto dicono i veterinari, lui l' acqua la scansa per principio ma forse nemmeno perché ne ha paura, perché io vedo tanti gatti girare di notte anche sotto l' acqua e venire nel mio giardino a mangiare. Ho 3 gatti e uno, il più giovane 1 anno, lui adora l'acqua nel senso che ci gioca e non che si immerge a fare il bagno. Perô vorrebbe stare ore e ore nella vasca da bagno ad ammirare il rubinetto che gocciola, oppure farsi mettere una ciotola piena d'acqua e con la zampina sguazzarci sino a vuotarla completamente oppure stare in terrazza e ammirare la pioggia e la neve che cade. E quando non c'è più acqua nella sua ciotola "giocattolo" si fa capire, viene a piagniucolare per farsela riempire nuovamente, per lui è un grande divertimento, più che giocare con tutti gli altri giocattoli che girano per la casa. Quindi penso che sia proprio una cosa soggettiva.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.