promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in ViaggiSpagnaSpagna - Altro · 1 decennio fa

forse quest'estate vado a barcellona:è bella? cosa c'e' da vedere(a parte la sagrada familia)?

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Bellissima!

    Allora: Sagrada Famiglia, Pedrera e Casa Batllo di Gaudì, Una passeggiata sulla Rambla e il Mercato della Boqueria (si trova davvero di tutto!), un giretto al Maremagnum per lo shopping e un film in lingua. Assolutamente un giro per i giardini del Montjuic e anche il museo Picasso non è male.

    Ti consiglio anche un ristorante la Dulce Erminia in Carrer de les Magdalenes nel Barrio Gotico, si mangia bene e si spende poco, e il baretto del Museo delle cere è stranissimo in stile bosco delle fate.

    Poi nei pressi di Plaza Reial c'è un ristorante Hari Krisna ma è un po nascosto, chiedi agli indigeni.

    Buon divertimento

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • gula
    Lv 4
    3 anni fa

    Quest'belongings non andrò in vacanza ç.ç ho finito ieri la scuola e un po' mi dispiace perchè non so come passare le giornate :( Le mie giornate le passerò un po' a casa e un po' fuori con la mia migliore amica :D TU?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    io ci sono stata a novembre 2008 ^_^

    si,è stupenda,vai tranquillo!!!!!!!!!!!!!!!! è tutta da vedere! beh sicuramente devi vedere

    - La Ramblas ke è la strada principale ke si trova al centro,da li passeggi per la città ke è piena di negozi e mercatini,

    - poi è bellissima la Fontana Magica di Buhigas ke va a ritmo di musica,fa venire i brividi!

    - poi il quartiere gotico,con la cattedrale (a me è piaciuto tantissimo!)

    - se vuoi c'è l'acquario al porto,

    - poi c'è Casa Battlò (costa un po' entrare però è stupenda! è un condominio fatto dal "famoso"-per gli spagnoli-Gaudì ti fanno vedere tutto questo condominio e anche il suo appartamento,tutto particolare,sembra di essere sotto al mare!!!),

    - Parc de la Ciudadella ke include un sacco di cose tra cui la Cascada Monumental, Parlament de Catalunya ecc ecc!

    -bellissime anke La Calle de los Caballeros,La Calle Arcos (in stile andaluso!) e poi c'è un villaggio spagnolo: scalinata di Santiago de Compostela

    -se ti interessa c'è anke lo stadio ;)

    -poi da vedere è il Parc Guell (con i puntini sulla u) troppo bello,vacci!!!!!!!!!!

    -in fine c'è il Paseo de la Ribera-il lungomare (tanto la Sagrada Familia sai già ke è da vedere!)

    in caso ti puoi allontanare un po' da Barcellona tra i comuni di Salou e Vilasea c'è il + grande parco tematico del Mediterraneo! si kiama "Port Aventura"!!!!!!!!!!!!!!!!

    + di questo non so ke dirti! ti dico ke ci sono stata 4 giorni ma non ho potuto vedere tutto,è immensa e ogni cosa ci metti tempo per vederla,poi se rimani incantanto come me ci metti molto! menomale ke i miei amici mi "trascinavano" via -.-" ti consiglio 2 cose:se non ci vai per molti giorni vedi le foto su internet dei luoghi ke ti suggeriamo e scegli quali vedere per primi,e sulla Ramblas non andate a mangiare alla CERVEZERIA! si mangia malissimo e costa molto! Lo so per esperienza,ahimè -.-"

    cmq alcune cose le ho viste sulla guida su Barcellona ke ho comprato la,così ho potuto dirti anke quello ke non ho visto T_T

    ciaooooooooooo!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    ah bhe è stupenda!

    La prima cosa da visitare è sicuramente La sagrata familia, poi vai nella Rambla, al tempio del sacro cuore, al quartiere gotico.. c'è tanto da visitate. Mettiti delle scarpe comode ;)

    se ti posso consigliare anke un posto dove dormire e pagare poco ..

    Hotel Transit, proprio difronte la metro e plaza espanya. Buon divertimento!

    guardati anke gli spettacoli di flamenco, spettacolari..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Barcellona è la seconda città di Spagna ma primo centro della Catalogna, Barcellona è una metropoli affacciata sul mare dalle tante e contraddittorie anime. L’anima catalana è la più spiccata e la rende una città gelosa della propria cultura e delle tradizioni secolari, talmente orgogliosa della propria lingua da farla sopravvivere all’oblio franchista.

    La Barcellona cosmopolita è invece quella da sempre aperta alle tendenze straniere, approdate grazie ad un porto attivissimo e alla vicinanza dei confini nazionali ed interpretate qui in maniera originale. Città culturalmente vivace e protagonista di un vertiginoso progresso economico, la capitale catalana è anche espressione concreta di una continua volontà di rinnovamento, sia esso dettato da necessità civiche (è il caso dell’Eixample) o da esigenze strutturali (vedi gli interventi per le Olimpiadi del 1992). Il turista che la raggiunge scopre un città antica e moderna al tempo stesso, dove alle maggiori rappresentazioni del gotico catalano si affiancano spettacolari espressioni del Modernismo e dove l’accostamento tra un vecchio quartiere di pescatori ed una moderna città olimpica non sembra poi così irriverente. Le bellezze architettoniche ed i capolavori artistici – insieme ad una gustosa cucina e ad una vita notturna tra le più animate – fanno di Barcellona una delle mete preferite dei viaggiatori che raggiungono la Spagna.

    Le prime notizie di Barcellona risalgono al II secolo a. C. e parlano di una città fondata dai cartaginesi chiamata Barkeno che i romani conquistano e rendono colonia con il nome di Colonia Favencia Julia Augusta Paterna Barcino. La zona è poi terra di conquista per Visigoti, Mori ed infine per i Franchi di Carlo Magno, che proclama Barcellona capitale della “Marca Hispanica”. Il matrimonio tra l’erede della dinastia catalana e la discendente della casa d’Aragona e la conseguente unione delle due regioni segnano l’inizio di un periodo di grande prosperità per l’intera Catalogna. Il 1474 è l’anno delle nozze tra Ferdinando d’Aragona ed Isabella di Castiglia e della nascita di una Spagna unita, composta da Castiglia, Catalogna e Aragona. Barcellona perde gradualmente la sua importanza economica e mercantile, anche a causa dell’affermazione degli scali commerciali d’oltreoceano; comincia a nascere un forte sentimento indipendentista che crescerà sempre di più nei secoli. La prima vera dichiarazione di autonomia è del 1931 quando viene proclamata la costituzione della “Generalitat de Catalunya”, ma la gloria di Barcellona capitale dura solo fino alla guerra civile che vede la città roccaforte dei repubblicani subire nel 1939 l’occupazione dell’esercito franchista. Bisogna aspettare la morte del “Generalissimo” (1975) ed il nuovo corso democratico intrapreso dal giovane re Juan Carlos di Borbone perché la Catalogna si veda riconosciuta l’autonomia e riconquisti un parlamento autonomo.

    Abitanti: 1.700.000

    Superficie: 7.773 km2

    Nazione: E’ la capitale della Catalogna, comunità autonoma della Spagna.

    Lingua: A Barcellona si parla il catalano, che insieme al castigliano è una delle lingue ufficiali del paese.

    Valuta: Euro

    Fuso orario: D’inverno 1 ora avanti rispetto a GMT, mentre d’estate con l’applicazione dell’ora legale, le ore diventano 2.

    Religione: La zona è in prevalenza cattolica

    Documenti: Per i cittadini della Comunità Europea è sufficiente la carta d’identità, mentre per gli extracomunitari è necessario il passaporto.

    Barcellona – Roma: 1.130 km

    Barcellona – Parigi: 1.030 km

    Barcellona – Berlino: 1.830 km

    Barcellona – Lisbona: 1.285 km

    Barcellona – Madrid: 630 km

    Barcellona – Ginevra: 755 km

    Se vuoi visitare qualcosa:

    Il soggiorno a Barcellona regala al turista una città con tante bellezze artistiche e può cominciare con la visita della Città Vecchia (Ciutat Vella), suggestiva zona occupata dal Barri Gotic, Quartiere Gotico ricco di attrazioni. La prima tappa è il punto più alto del Barri su cui sorge la Cattedrale, edificio trecentesco in stile gotico terminato solo nel XIX; all’interno la pregiata Cappella del Santissimo Sacramento e la cripta con il sarcofago di Santa Eulalia, patrona della città, mentre è adiacente il chiostro gotico. Bastano pochi passi per giungere al Palau Reial Maior, insieme di importanti edifici già sede dell’Inquisizione e dei sovrani di Aragona e Castiglia, di cui si ammira l’immenso “Tinell”, salone medievale di 35 metri. Nel vicino Barri de la Ribera si segnalano invece la splendida Chiesa di Santa Maria del Mar, in gotico catalano, ed il Palau de Musica, edificio modernista con cupola ricoperta da vetri istoriati. Non si può ovviamente evitare di percorrere le famose “Ramblas”, cuore della città sia di giorno che di notte: i cinque viali alberati che formano un'unica strada di oltre un chilometro si concludono praticamente in mare, davanti al monumento a Cristoforo Colombo. Nella zona del porto meritano una visita la pittoresca Barceloneta, vecchio quartiere dei pescatori, e la Vila Olimpica (Città Olimpica), zona riqualificata in occasione delle Olimpiadi del 1992 con il recupero della spiaggia e la nascita di alberghi, bar e ristoranti. Un discorso a parte merita l’Eixample, area designata nel 1854 a contenere l’espansione (in catalano “eixample”) della città oltre le demolite mura medievali; nella zona, edificata con strade a maglie regolari, si sono scatenati gli architetti modernisti regalando alla città opere incredibili. Da vedere le 150 case moderniste del “Quadrato d’oro” e i capolavori di Antoni Gaudì, che qui ha lasciato segni clamorosi del suo genio. Suo è uno dei simboli di Barcellona, la gigantesca e assurda Sagrada Familia; l’edificio iniziato nel 1882 e mai concluso, raccoglie le spoglie dell’artista e si staglia nel panorama della città con altissime torri gugliate. Luogo particolarmente caro ai barcellonesi è la collina del Montjuïc, dove grandi e piccoli passano piacevoli giornate tra la visita a prestigiosi musei e importanti fondazioni ed il relax in parchi di divertimento e teatri; la collina è stata anche la sede principale delle Olimpiadi del 1992.

    spero di esserti stato d' aiuto!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.