Anonimo
Anonimo ha chiesto in Elettronica di consumoConsole per videogiochiPlayStation · 1 decennio fa

Oblivion come è???????

non so se comprarlo...lo avete? com è?mi potete fare una piccola descrizione di questo titolo betesda?

me lo consigliate??

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    è stupenno

    Da sempre il tema della libertà d’azione, dell’interazione con personaggi ed oggetti, è centrale nelle dinamiche dei videogiochi. Aspetti solitamente ridimensionati per ragioni prettamente tecniche, ma anche contenutistiche, dato che è davvero difficile gestire una trama ed un gameplay con contorni così vasti. Bethesda Softworks, notoriamente poco incline “al compromesso”, ha segnato con i suoi titoli ma in particolar modo con Morrowind (il terzo) un vero punto di svolta. Interamente tridimensionale, con una libertà tale che mai si era vista in un videogioco, con un notevole comparto tecnico (una delle prime “acque” che usufruivano del pixel shader). Un capolavoro assoluto, che tuttavia spiazzò una dose non indifferente di giocatori: poter andare ovunque, interagire con centinaia di personaggi non giocanti, è la proverbiale arma a doppio taglio. Il rischio è la dispersività, un investimento in tempo ed impegno eccessivo, che non tutti i giocatori sono disposti a concedere ad un “semplice” videogioco.

    Con Oblivion, la software house rincara la dose: con opportuni affinamenti, ed un aspetto solo apparentemente semplificato, quello che ci si para davanti è un gioco di una vastità abbacinante. Lande sconfinate, con personaggi ma anche solo piante selvatiche e coltivate che potrete cogliere per le vostre pozioni, paesi e città colmi di edifici che potrete visitare uno per uno, magari con una buona mano da scassinatore ed un set di grimaldelli. Quest e sottoquest a profusione che, anche nel caso siate dotati di paraocchi ed evitiate qualsiasi cosa non sia in linea retta con il vostro prossimo checkpoint (fraintendendo il senso ultimo del gioco), vi porterà via una quantità di tempo non indifferente. Oblivion, se le comuni ambientazioni dei videogiochi non soddisfano la vostra esigenza di libertà, è un mondo nel quale immergervi. Un capolavoro, anche in questo caso.

    La storia è decisamente curata ed articolata, stavolta arricchita da dei sottotitoli italiani che renderanno molto più abbordabili le generose chiacchierate, che in Morrowind rappresentavano un limite anche per i conoscitori dell’inglese, poiché prolissi e con un linguaggio non proprio abbordabile. Stavolta sono tutti tradotti discretamente, con qualche svista perdonabile considerata la mole dei dialoghi, e sono una ottima cornice ad un motore di mimica facciale notevole, specie perché universale ed applicato a tutte le specie e fisionomie. Ovviamente i personaggi chiave sono più curati, ma anche il semplice contadino, il cavaliere ed il cortigiano appaiono convincenti nel dialogo. Secondo le nostre inclinazioni potremo considerare la conversazione un interessante passatempo, magari sviluppando le nostre doti oratorie e persuasive, o un male necessario.

    E’ infatti possibile una gran varietà di approcci al gioco, che può essere affrontato anche come uno “sparatutto” in soggettiva. I comandi di questa versione Xbox 360 appaiono particolarmente azzeccati, con una netta propensione alla semplificazione che impatta solo nei menù, che richiedono una quantità di comandi superiore alla media per gestire mappa, inventario, equipaggiamento e magie. Tutti i movimenti sono invece sotto mano, affini ad uno sparattutto console convenzionale, con una visuale in prima ed in terza persona ugualmente utili ed una croce digitale programmabile per la scelta rapida, parzialmente penalizzata dalla poca precisione sulle diagonali del pad Microsoft. La quantità di oggetti interagibili è sconfinata, ed il mirino funge anche da puntatore “alla System Shock”, risultando semplice da gestire, anche se non sempre precisissimo nel caso di oggetti stratificati quali cadaveri ed armi ammucchiate.

    Il lato ruolistico di Oblivion è stato volutamente posto in secondo piano, per non “intimorire” il giocatore così come certamente facevano i suoi predecessori. Ma questo non indica un impoverimento (anzi) ma un approccio stratificato, che dalla mera azione combattiva può essere scavato secondo le esigenze e le capacità del giocatore. La filosofia di fondo

    che regola la serie è quella della crescita in base all’uso, tanto semplice quanto immediata. Miglioreremo l’agilità muovendoci, le capacità nelle varie discipline della guerra applicandole nel combattimento, l’alchimia facendo pozioni, la persuasione dialogando e via discorrendo. Se il maniaco del punto esperienza da spendere al cash & carry delle caratteristiche potrebbe rimanere deluso, è innegabile la ragionevolezza della scelta operata da Bethesda, che ci “impone” di addestrarci in quello che vogliamo migliorare, impedendo arbitrarie assegnazioni di punti del tutto slegate dal nostro comportamento sul campo. Ovviamente razze, situazioni e moralità incideranno notevolmente sul nostro avatar, per il quale sono possibili svariate possibilità che porteranno gli irriducibili ad una gradevole rigiocabilità, anche se finire il gioco una volta soltanto con una buona conoscenza del territorio non è cosa del quale tutti poss

  • Kratos
    Lv 5
    1 decennio fa

    bellissimo, lo sai che è stato titolato il miglior gioco del 2006 al vga... ti ho detto gia tanto..

  • 1 decennio fa

    Secondo me è leggermente meglio anche di fallout.,. preché più longevo

  • gabry
    Lv 4
    1 decennio fa

    e bello

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Dante
    Lv 5
    1 decennio fa

    è molto bello soprattutto graficamente però tieni conto che dura ben 250 euro.

  • 1 decennio fa

    è un be lgioco,la grafica è stupenda e le missioni delle gilde molto belle....pero ci sono anche alcune pecche(a mio avviso pesanti pecche che mi hanno lasciato un po deluso infatti l ho abbandonato dopo un po) hanno tolto diversi tipi di armi e,soprattutto, la quest principale è piuttosto bruttina e ripetitiva.se ti piace quel genere di giochi io ti consiglierei morrowind con le espansioni(che è il capitolo precedente ad oblivion)magari è un po piu datato (è del 99) ma è davvero stupendo sotto ogni punto di vista!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    So' solo che è lungoooooooooOoOooOooOoOoOOoOOOooooo poi leggiti quel po' po di roba ke t'hanno scritto quasu' :D

  • 1 decennio fa

    nn ci sono parole x descrivere quanto e bello il gioco tra quest principale e secondaria + espanzioni sono + di 300 ore di gioco quindi divertiti e ti consiglio di comprarti oblivion con la copertina nera o di al rivenditore dammi oblivion con le varie espansioni

  • Anonimo
    1 decennio fa

    é bello...ma sinceramente nn mi piacciono i GDR...cmq se ti piacciono prendilo

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sensazionele,se lo devi prendere cerca di trovarlo nella sua edizione Game of the year,come o fatto io,perchè contiene tutte(o quasi)le sue espansioni!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.