EdO!
Lv 4
EdO! ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

riassunto....................................?

riassunto prima parte di zorro di allende?

x favore urgente vi prego 10000 punti

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    ho trovato questo

    L'autrice di "La casa degli spiriti" e tanti altri successi internazionali rivisita la storia di Diego de la Vega, l'eroe mascherato che nell'America dell'Ottocento combatteva strenuamente per difendere la giustizia. Figlio del latifondista spagnolo Alejandro e di una bellissima india "guerrillera" ante litteram, Diego eredita dal padre il senso dell'onore e dalla madre la volontà di difendere gli oppressi. Pur essendo un tipico romanzo di cappa e spada ottocentesco, pieno di caste passioni, acerrimi duelli e continue peripezie, "Zorro" ha continui riferimenti alla politica attuale e, grazie a una lunga serie di elementi magici, sentimentali e femminili, è un romanzo tipicamente allendiano.

    Tra Europa e America, tra amori impossibili e duelli mozzafiato, rivive la leggenda di Zorro. Lo spadaccino mascherato, che lotta per difendere gli oppressi contro i soprusi dei prepotenti e dei disonesti, è il protagonista del nuovo romanzo di Isabel Allende, una storia ricca di passioni e avventura, in cui i personaggi e le atmosfere affascinanti che da sempre caratterizzano i libri della scrittrice si fondono alle esilaranti e rocambolesche peripezie che hanno reso famoso l’eroe.

    Il racconto ripercorre l’intera vita di Zorro e ne ricostruisce la personalità complessa e affascinante, con grande attenzione per il contesto storico che fa da sfondo alla vicenda.

    Nato in Alta California dal matrimonio di un proprietario terriero spagnolo con una donna india che combatteva contro i conquistatori per difendere i diritti del suo popolo, Diego trascorre un’infanzia ricca di avventure insieme all’amico fraterno Bernardo, figlio della balia che allattò entrambi. Quando il ragazzo compie quindici anni, il padre lo invia in Spagna per completare i suoi studi, ospite di Tomás de Romeu, un vedovo con due figlie, simpatizzante dei francesi. Nell’Europa della dominazione napoleonica, Diego familiarizza con nuove idee filosofiche e politiche dell’Illuminismo ma diventa anche un abile spadaccino; prende lezioni di scherma da Manuel Escalante che si rivelerà un membro del gruppo massonico “La Justicia” cui presto si affilierà lui stesso con il “nome di battaglia” di Zorro, che in spagnolo significa volpe. Innamorato, non corrisposto,di Juliana, la maggiore delle due sorelle de Romeu, il giovane de la Vega incontra a Barcellona Rafael Moncada, che diventa presto l’acerrimo e pericoloso nemico di Zorro e suo rivale in amore. Anche Moncada, infatti, è infatuato di Juliana: rifiutato, la seguirà fino in America dove la donna e la sorella Isabel fuggono insieme a Diego dopo la sconfitta di Napoleone e l’arresto del padre. Qui li attendono nuove peripezie, incontri con pirati gentiluomini, traffici di preziosi, duelli all’ultimo sangue e la resa dei conti finale.

    Appassionante come un romanzo di cappa e di spada ottocentesco, coinvolgente come un romanzo d’azione, intrigante come una storia d’amore, Zorro è un libro piacevole, che propone anche riferimenti alla politica attuale e presenta una lunga serie di elementi magici, sentimentali e femminili che lo riconducono alle tipiche atmosfere dei romanzi dell’Allende.

  • Me
    Lv 7
    1 decennio fa
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.