Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

problemino cn inglese???10 punti?

sapete dirmi comq termina il libro una stanza tutta per se di virginia woolf? e xke nomina proprio shakspeare?

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    "Una stanza tutta per sé" è’ un collage a volte puntiglioso, a volte sfocato di immagini, nomi e volti che hanno costellato la storia della letteratura. Ed è una denuncia del disagio interiore di una donna scrittrice e, come lei, di molte altre scrittrici.

    La Woolf analizza in maniera critica e romantica cosa manchi alla donna per essere un’artista “completa”; cosa le sia sempre mancato. Si immerge nei dedali della psiche umana e descrive le difficoltà sociali e culturali che ogni donna che abbia avuto velleità artistiche ha da sempre incontrato. Fra esempi e caratteri, pone domande e cerca risposte.

    Attraverso il suo percorso incerto di analisi scopre e mette insieme i perché di tante paure, di tanto isolamento, di tanta ansia.

    Si inventa fatti, confronti. Ci provoca e con un sorriso tagliente, risponde alle affermazioni fatte da professori e letterati sul perché nessuna donna avrebbe mai potuto scrivere le opere di Shakespeare; sul perché la società elisabettiana non avrebbe mai potuto partorire un genio femminile di siffatta portata, sul perché nel 1600 nessuno avrebbe mai permesso ad una donna di diventare Shakespeare, minandone la genialità sin dalla nascita, per poi continuare con l’educazione, fino alla negazione di ogni forma di apprendimento.

    E inventa l'esistenza di una sorella scrittrice di Shakespeare, questa Judith Shakespeare, costretta alla rassegnazione, alla fuga e al suicidio, perché donna e come tale non apprezzata e accettata dalla società in quanto scrittrice.

    Sì perché anche se non ce ne rendiamo conto, spiega la Woolf, quella povera fanciulla vive in ognuna di noi; nei nostri sogni, nelle nostre furie. Nelle nostre lacrime e nelle nostre ambizioni. Nella solitudine e nella ribellione che porta alla morte.

    Un’ansia-rabbia che, ancora nel 1928, non aveva permesso a nessuna donna di scrivere con tranquillità e piena acquisizione del “Sé”.

    Ciao!

    Fonte/i: Scrivi in internet "Una stanza tutta per sé"! Ci sono tanti siti al riguardo
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    muoiono tutti

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.