RODAN
Lv 6

Non voglio tornare sul caso Englaro in sè per sè, ma capire secondo quale principio Formigoni parla?

evocando il fatto che non ci sia stato un esplicito volere di Eluana sul rifiuto del sondino.

Il discorso è del tutto pretestuoso, perchè secondo lui anche se ci fosse stato una incontrovertibile volontà della ragazza al distacco del sondino, questo sarebbe dovuto rimanere forzosamente a mantenerla in stato vegetativo.

Ho visto anche un ragazzo che infervorato sosteneva la sua volontà e diritto di continuare ad avere il sondino in una situazione simile.

E chi vorrebbe toglierglielo questo diritto?

Quello di cui si parla è il diritto di una persona di non finire per legge come una pianta da salotto.

Si potrà avere questo diritto?

Aggiornamento:

@ lucianob

una mano scrive, l'altra sta toccando gli zebedei

Aggiornamento 2:

Come al solito, Oriana, non hai risposto.

Ho diritto di decidere che mi sia tolto il sondino o no?

Aggiornamento 3:

Sinceramente disquisire sull'amore di un padre per sua figlia con tanta leggerezza mi sembra assolutamente demenziale.

Aggiornamento 4:

Certo, tu poi ci metti le tue solite citazioni che danno quel tocco...!!

Aggiornamento 5:

--------------------------------------------------

@ Oriana

E continui a non rispondere! La mia domanda è veramente chiara. E' inutile che continui a girarci a torno parlando di cose che non c'entrano nulla come espianti di organi e di volontà di genitori e di cottolengo!

Io non sto parlando nè di consenso all'espianto di organi, nè di passaggio di diritto di decidere della mia esistenza ai miei genitori, nè della condizione di persone malformate che vivono nel cottolengo, che comunque hanno delle relazioni, percepiscono l'ambiente che li circonda e non si trovano in uno stato vegetativo degradante.

Ti ripeto la domanda, sperando che la terza volta tu possa darmi una risposta:

Se io scrivo: VOGLIO CHE MI SIA STACCATO IL SONDINO DOPO 1, 2, 5 ANNI DI STATO VEGETATIVO CONTINUATO, è un mio diritto o no ottenere il distacco del sondino?

Aggiornamento 6:

Cosa c'entrano l'espianto degli organi e le altre menate, scusa?

Aggiornamento 7:

QuindI, ORIANA, NON è un mio diritto.

Aggiornamento 8:

dimensione

Aggiornamento 9:

Ti auguro di non trovarti mai in una situazione simile e soprattutto rimanere cosciente per 17 anni in quello stato.

Essere bloccata in una dimenzione insopportabile, lontana da ogni dignità umana e non poter fare nulla.

Aggiornamento 10:

dimensione

Aggiornamento 11:

Comunque ribadisco che la prima volta non mi hai risposto. Mi hai parlato di un eventuale opportunismo del padre.

IO AVEVO CHIESTO UN'ALTRA COSA.

Facciamo a capirci.

Aggiornamento 12:

Tralaltro hai argomentato il tuo NO con degli argomenti che NON C'ENTRANO NULLA.

1) Se io scrivo un testamento biologico in cui chiedo di staccare il sondino, non spetta ai miei genitori decidere. Il testamento biologico serve precisamente a non demandare ad altri la decisione sul cosa fare.

2) Il testamento biologico può come non può contemplare l'espianto degli organi, a sopravvenuta morte. Cosa farnetichi di leggi che autorizzerebbero l'espianto da un corpo in stato vegetativo? Ma ci rifletti sulle fesserie che dici?

3) Vorrei sapere come ti permetti di dire dire che per me si possono tranquillamente uccidere le persone malformate nel cottolengo. Ti dovresti solo vergognare.

Aggiornamento 13:

--------------------------------------------------------

Proprio non ci capiamo.

Io ho chiesto: è un mio diritto?

La tua risposta:

''in questo caso specifico no, mi sembrava di aver risposto''

Io capisco che NON E' UN MIO DIRITTO.

Ho capito male?

Se ho capito male non è colpa mia.

Lo puoi sottolineare pure 10000 volte ma questo è quello che si capisce.

Volevi dire che se si fa una legge a favore in tal senso è un mio diritto altrimenti no?

Ma come sei brava a girare la frittata...

Aggiornamento 14:

------------------------------------------------------

@evelyn

Io comprendo perfettamente il dramma di un genitore di fare una tale scelta per il proprio figlio. Ed è proprio per questo che trovo assurdi i giudizi sul papà Englaro, perchè non credere che la decisione di staccare il sondino l'abbia presa a cuor leggero.

Chi pensa questo è vaneggia di genitori che non amano i figli è semplicemente uno STOLTO.

Tu hai detto una frase, che dimostra un pò di confusione:

''[...]Sarebbe ora che ognuno sia libero di decidere sulla sua vita ed essere rispettato per ogni sua decisione, ma senza clamori, senza TV e giornali! Secondo la sua volontà e non per una decisione del legislatore, ma perchè quella persona ha fatto una scelta per se stesso, ma che non chieda a me di appoggiare questa sua decisione, perchè io non farei mai una cosa del genere, lotterei per la sua vita, non per la sua morte!''

Aggiornamento 15:

Non stai dicendo la stessa cosa di tuo figlio?

Se tuo figlio decidesse della sua vita scrivendo il testamento biologico nel quale non vuole ridursi in uno stato di vegetale perchè non ritiene che quella sia più vita fa proprio il gesto di non lasciare decidere te!

Decide lui della sua vita, liberamente, esattamente come tu hai scritto!!!

Il testamento biologico ha esattamente lo scopo di non lasciare ad un genitore il dramma di decidere per un figlio.

Aggiornamento 16:

Spero tu abbia sentito in che condizioni versava Eluana dopo 17 anni.

Aggiornamento 17:

------------------------------------------------------

@ Evelyn

E' stato un grandissimo gesto quello di rischiare la tua vita per mettere al mondo un figlio, ma devi capire una cosa fondamentale:

TUO FIGLIO NON TI APPARTIENE.

Nessun figlio appartiene ai propri genitori.

Aggiornamento 18:

I vostri figli non sono i vostri figli

di Gibran Kahlil Gibran

''I vostri figli non sono i vostri figli.

Sono i figli e le figlie della vita stessa.

Essi non vengono da voi, ma attraverso di voi,

e non vi appartengono benché viviate insieme.

Potete amarli, ma non costringerli ai vostri pensieri,

poiché essi hanno i loro pensieri.

Potete custodire i loro corpi, ma non le anime loro,

poiché abitano case future, che neppure in sogno potrete visitare.

Cercherete d’imitarli, ma non potrete farli simili a voi,

poiché la vita procede e non s’attarda su ieri.

Voi siete gli archi da cui i figli, le vostre frecce vive, sono scoccate lontano.

L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero infinito, e con la forza vi tende,

affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.

In gioia siate tesi nelle mani dell’Arciere,

poiché, come ama il volo della freccia, così l’immobilità dell’arco''

23 risposte

Classificazione
  • Evelyn
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    In effetti non esiste nessun scritto da parte di Eluana dove esprime questa sua volontà.

    Formigoni ha espresso il suo parere ed io sono d' accordo con lui.

    Mio figlio lo pensa contrariamente a me, cosi vuole fare il Testamento biologico, controfirmato da due testimoni.

    Sinceramente, nel caso se le dovesse capitare una disgrazia simile come ad Eluana, preferirei essere morta prima, per non dovere andare contro la volontà di mio figlio.

    Ho sempre rispettato la sua volontà, ho sempre rispettato le sue scelte, ma in questo caso NO! Lotterei fino alla fine per salvarlo, al costo della mia vita. Non riuscirei a sopportare un peso simile, non riuscirei a sopportare che mio figlio muoia, senza avere tentato il tutto per salvarlo.

    Noi possiamo discutere finché vogliamo, ma dobbiamo trovarci di fronte a certe cose, altrimenti le nostre discussioni sono solo "aria fritta".

    Chi vuole, faccia il Testamento biologico, che sia varata una legge che lo permetta di attuare la sua scelta, ma per favore, non pretendete da un genitore di appoggiarvi nella vostra scelta di staccare la spina.

    Una madre lotta fino all' ultimo, non perde mai la speranza, spera sempre magari in un miracolo, ma non lo staccherebbe mai quella spina che mantiene in vita suo figlio.

    Io sono d' accordo con Formigoni, tu sei d' accordo con mio figlio.

    Ma vedi, è facile parlare ora, sull' onda dell' emozione suscitato da questo caso specifico.

    Poi quando si trova a "faccia a faccia" con la morte, prevale l' istinto di sopravvivenza, credimi!

    Ci sono stati dei casi di gente che si è risvegliato dal coma anche dopo decenni, dunque io spererei fino all' ultimo.

    Per me la vita è sacra, va difesa in ogni sua forma, ma non ho mai preteso per decidere per gli altri, dunque accetto il pensiero di tutti.

    Tu lo pensi diversamente da me e rispetto il tuo punto di vista.

    Sono favorevole ad una legge che permetta il Testamento biologico, ma sarei curiosa a vedere quanti lo farebbero veramente, pensandoci sopra seriamente e non "trasportati" a decidere causa questo fatto mediatico, che sarebbe meglio definire sciacallagio.

    Nessuno merita di morire tra la curiosità morbosa della gente, nessuno merita di morire tra le baruffe dei politici, nessuno merita di morire da sola in una fredda stanza di ospedale, nessuno merita di essere sepolto senza la presenza dei suoi genitori a 37 anni!

    Sarebbe ora che ognuno sia libero di decidere sulla sua vita ed essere rispettato per ogni sua decisione, ma senza clamori, senza TV e giornali! Secondo la sua volontà e non per una decisione del legislatore, ma perchè quella persona ha fatto una scelta per se stesso, ma che non chieda a me di appoggiare questa sua decisione, perchè io non farei mai una cosa del genere, lotterei per la sua vita, non per la sua morte! Lotterò anche con mio figlio per farlo decidere in un altro momento, dato che in questo momento anche lui è influenzato da tantissimi pareri e non credo che questo sia il momento giusto per decidere su una cosa cosi grave.

    Non si possono prendere delle decisioni avventate riguardo alla propria vita, queste decisioni devono essere prese dopo ripetute riflessioni e con la massima calma e convinzione.

    Credo che anche la scelta di Formigoni e la mia sia rispettabile, come è rispettabile anche la vostra scelta.

    Io la penso cosi.

    ------------------------

    RODAN, io porterei mio figlio prima a Bologna, dove esiste una Clinica specializzata in questi casi, dove l' 80 % dei pazienti viene salvato. E' l' unica Clinica di questo genere in Italia.

    Certo, magari non saranno mai del tutto autonomi, magari si spostano su una sedia a rotelle, ma in autonomia.

    Prima di accettare la sua morte tenterei questa strada, poi, se purtroppo si rivelerebbe fallimentare, allora, ma solo allora, accetterei la sua volontà.

    Vedi, sto discutendo con lui in questi giorni, ma questa volta con più calma, senza baruffarsi (per la verità baruffava solo lui, urlando la sua di verità, io stavo zitta dopo il nostro primo scontro ferocissimo, aspettavo di potersi ragionare con la calma).

    RODAN, io ho rischiato la mia vita per mettere al Mondo questo figlio, durante il parto io ho firmato una carta (costringendo i medici di accettare questa mia volontà), dove ero d' accordo che in caso estremo salvino lui, ecco perchè non rinuncerò mai a farle cambiare idea.

    Non posso permetterglielo di scrivere questo Testamento biologico in questo momento, senza prima avere ragionato sopra, non posso accettare che lo scriva condizionato da questo fatto!

    Ha fatto per tanti anni volontariato, ha fatto per tanti anni il "clown" negli Ospedali Pediatrici, ha visto dei bambini affetti da leucemia e di vari tumori, ha sempre cercato di farli sorridere e farli dimenticare a loro la loro malattia, ha sempre cercato di aiutarli a vivere, ha sempre lottato a favore della vita.

    Ecco perchè non posso accettare da lui una scelta affrettata!

    Non è una scelta facile nemmeno da parte di quelli che decideranno di farlo, non è una scelta da prenderla in pochi minuti!

    Cercherò di dissuaderlo, anche se temo che vincerà lui, ma lotterò fino all' ultimo per fare cambiare idea.

    Vedi, non ero d' accordo con il papà di Eluana, ma non l'ho mai criticato, non avrei mai voluto trovarmi nei suoi panni.

    Il signor Beppino è morto dentro, al momento stesso che è morta Eluana.

    Vedi, chi di voi deciderà per il Testamento biologico farà comunque "morire dentro" anche i suoi genitori.

    La morte di un figlio è un dolore insopportabile per un genitore.

    Non so quanti anni hai, probabilmente sei giovane come mio figlio.

    Come ti ho già detto, rispetto il vostro pensiero, ma quando diventi genitore daresti la tua vita per potere salvare tuo figlio.

    Forse hai ragione tu, forse ha ragione anche mio figlio, ma io non posso accettare di farvi morire senza avere tentato prima tutto il possibile per salvarvi.

    Che vuoi fare, noi genitori siamo fatti cosi.

    --------------------------

    RODAN, lo so benissimo che mio figlio non mi appartiene, come ha ragione con questa bellissima poesia anche Gibran Kahlil Gibran.

    Però, mettiti per un attimo nei miei panni. Io vorrei che a mio figlio non succeda mai nulla di brutto, vorrei per lui una vita meravigliosa, ma purtroppo la vita spesso può riservarci delle cose bruttissime.

    Vedi, come ho detto prima, io volevo solo impedirglielo di fare questa scelta trasportato dall' emozione davanti al fatto tragico di questa povera ragazza e potere discutere a "mente fredda".

    Abbiamo cominciato a discutere con la calma ora, abbiamo discusso tutta la notte venerdì.

    Lui farà lunedì il suo Testamento biologico ed io sarò uno dei testimoni a controfirmare questo Testamento, ma inserita la clausola, che prima di staccare quella spina che lo terrebbe in vita in caso di coma io potrei tentare il tutto per salvarlo, ma solo per un anno. Poi devo agire secondo la sua volontà.

    Siamo giunti ad un compromesso, dato che io ho da anni nei portafogli e depositato presso un notaio un documento che dice che nel caso che io abbia un incidente o qualche malattia gravissima che mi porterebbe alla morte celebrale autorizzo l' espianto dei miei organi.

    Vedi, non è stata una scelta facile da parte mia, non lo è stata per nulla e sto piangendo anche ora, mentre ti scivo, ma come hai detto giustamente tu, io devo rispettare la volontà di mio figlio.

    Durante le lunghe ore di discussioni lui mi ha fatto capire che la sua di scelta non ha nulla di diverso dalla scelta che ho fatto io diversi anni fa, riguardo alla donazione degli organi, che mio marito e lui sarebbero obbligati a rispettare.

    Vedi RODAN, non è facile per me ad adeguarmi a questa cosa, ma lo farò, pur a malincuore.

    Rispetterò la sua volontà, rispetterò la sua scelta, pur con la morte nel cuore.

  • 1 decennio fa

    Io voglio solo sospettarlo, ma Formigoni è il capo mafia della sanità lombarda. In Lombardia se non appartieni al mondo di Cl te lo può scordare di avere incarichi di governance nella sanità, tutti gli appalti alle forniture dei servizi estremizzati sono assegnati alla compagnia delle opere, che altro non è che il braccio economico di CL. In tutta la lombardia ci sono solo tre medici che praticano l' abbordo nelle strutture pubbliche, solo questo dato dovrebbe far capire di cosa stiamo parlando. detto questo, ci si è mai chiesto perché vogliono tenere in vita persone già morte, al punto di dire lasciatele a noi, ci pensiamo noi as curarle, se voi non ne avete la possibilità o la voglia. Bene, queste cure/torture avvengono tutte in cliniche private convenzioniate, per la maggior parte religiose, la regione paga per ogni persona dai 280 ai 500 euro al giorno per tenere in vita persone che non sono più in vita.

    Vorrei, se me lo permetti, di dire ad Oriana, che prima di parlare di amore si vada a rileggere le sue risposte che ha dato sugli stranieri presenti in italia. Non si deve prendere dalla chiesa solo quello e quando che vi fa comodo.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Rodan rassegnati avrai una suorina che ti accudirà per i prossimi 200 anni in attesa che la tecnica ospedaliera riuscirà a prolugare la tua vegetazione per ulteriori 300 anni. Tuo padre, tua madre, i tuoi figli e i tuoi nipoti e bisnipoti saranno morti da tempo e tu parte della tua stirpe non l'avrai nemmeno mai conosciuta e non avrai avuto modo di condividere con loro il momento del tuo trapasso. Sarai solo in una fredda stanza di ospedale con Formigoni e compagnia in strada che pregano perchè la bisnipote della suorina che ti ha preso in cura continui il suo eroico lavoro....

    ....e tutto questo a suon di euro pagati (dai nostri bisnipoti) alla clinica gestita dal clero che ti "ospita"...

    Fonte/i: x oORIANA fai finta di non capire che il dtuo diritto alla vita resta sempre e comunque salvo, come lo è quello del bambino non in in grado di esprimere personalmente il suo consenso. Nessuno vuole uccedere nessuno se non lo vuole. dici e dite falsità come al solito! ps . e non dimenticare che l'amore delle "suorine" è un businness da milioni di euro.... mi spiego? X ORIANA : Il tuo modo di ragionare non ti permette di capire..... le suorine, come diresti tu, "che dio le abbia in gloria.." e tanto di cappello per il loro lavoro quotidiano. Il problema è l'enorme giro di soldi che sta dietro le cliniche del clero che hanno "amorevolmente" in cura queste miniere di euro.... è più chiaro adesso?!
  • Anonimo
    1 decennio fa

    hai sentito?

    saremmo l'unico stato al mondo che in tema di testamento biologico nn darebbe la possibilità di decidere di nn accettare l'alimentazione forzata e l'idratazione.

    detta in parole povere nn possiamo decidere di lasciarci morire ma la chiesa e questi politici ci costringerebbero a restare vegetali per sempre

    Fonte/i: mi gratto anche io...
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non hanno ancora capito che il popolo, che dovrebbe essere sovrano, vuole semplicemente la possibilità, propriamente il diritto, di poter decidere la fine che deve fare. Perché non posso essere libera di scrivere nel mio testamento biologico, che in italia si vuole rinnegare, che cosa parenti e medici sono tenuti a fare della mia vita oramai segnata dalla disgrazia. L'Italia dei politici é bigotta o fortemente compromessa in un sistema di sporchi giochi di potere, di superiorità, e di dispetti a discapito di noi cittadini? Io protenderei per entrambe!

  • soham
    Lv 7
    1 decennio fa

    Formigoni appartiene al movimento ( o alla setta) di Comunione e Liberazione che grazie all'accumulo di capitali nel tempo ha prodotto quell'associazione politico religiosa che è La compagnia delle Opere, alleata del governo di centro destra, legatissima al Vaticano e portavoce delle istanze del fondamentalismo cattolico, per cui , nella società italiana conta di più la morale cristiana che la libera scelta della coscienza degli individui......Gli appartenenti a CL sono inseriti in tutti i gangli economico- finanziari lombardi, ricevono investimenti pubblici in tutte le opere presiedute da loro esponenti, con l' appoggio del vaticano e del governo incarica e sono una poderosa macchina elettorale....Va da sé che di religioso in Formigoni non c'è niente ma solo interessi di potere, produzione di consenso elettorale per sé ed i suoi ed una grande ambizione: avere, prima o poi una carica ministeriale di altissimo livello in questo o futuri (speriamo di no) governi di cento-destra.

    Il caso tristissimo di Luana Englaro è stato da lui strumentalizzato politicamente, con cinismo e con ipocrisia moralista: l'hai visto ieri sera ad Anno Zero? Hai visto come era cinico e nel contempo nervosamente imbarazzato in quanto non riusciva a nascondere la vera natura della sua posizione di fronte ai tentativi incostituzionali dei ministri di Berlusconi di negare la libertà e i diritti dei cittadini di scegliere come vivere o come morire? Ciao

    Commento per !ORIANA!

    *****************************

    Come si fa presto a parlare d'amore verso gli altri, di sacrificio per il bene altrui ecc.ecc. con citazioni pseudo dotte, quando non siamo "noi" a dover sopportare il calvario di 17 anni di vita vegetativa di una figlia amata e ridotta ad una larva umana...quando non siamo "noi" ad accudire un corpo senza più alcuna coscienza, rinunciando alla nostra vita normale, probabilmente al lavoro, ai viaggi, alle relazioni con la società, al tempo dedicato a noi stessi, sommersi e distrutti da un dolore senza speranza e senza orizzonti...

    Tu ragioni proprio come la giornalista del tuo avatar che diceva di amare tantissimo l'Italia e nel contempo se ne stava il più lontano possibile, vivendo a NewYork e disprezzando tutti quelli che non la pensavano come lei...

  • Cohen
    Lv 4
    1 decennio fa

    Quando poi uno si incazza e dice che questo è un paese di ***** non gli si può dare torto.

    Formigoni può fare quello che vuole ed il sondino se lo può far mettere pure in qualche altro posto, se vuole.

    Ma non deve, non può, non si azzardi ad imporre agli altri la sua visione catto-clericale.

    Forse non s'è accorto che in Italia non ci sono solo cattolici e l'immigrazione nei prossimi anni non sarà su base cattolica, a meno di far venire solo filippini.

    A me uno che ride in quel modo, da saputello, mi fa prudere le mani.

  • Suskis
    Lv 5
    1 decennio fa

    Formigoni è un imbecille e lo si sa da più di dieci anni. Di che ti supisci quindi?

  • Pritel
    Lv 4
    1 decennio fa

    I diritti in vaticalia sono optionals con questi clericali.

    Ma a milioni di persone questo non importa.

    A loro basta il grande fardello....

    Come sono contento di andarmene fra non molto!

    L' "eden" non c'è da nessuna parte ma per trovare un paese ridotto come vaticalia bisogna andare in qualche repubblica delle banane.

    Al diavolo formigoni il ciellino e tutti gli altri clericali assieme ai masochisti realitydipendenti!

  • 1 decennio fa

    In uno stato estero forse, ma qua nello stato del Vaticano è molto più difficile....

  • Anonimo
    1 decennio fa

    il Papa non può imporre i valori cristiani a chi non è credente, figuriamoci Formigoni che, nel campo, è meno di zero.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.