Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCani · 1 decennio fa

BIMBO UCCISO DAL SUO CANE VICINO ROMA: che pensate di fronte a questi episodi?

Riporto l'articolo così come l'ho letto io: ROMA, 13 FEB - Un bambino di un anno è morto dopo essere stato aggredito dal suo cane, un mastino napoletano, nel giardino di casa a Genzano, ai castelli romani. Secondo quanto si è appreso il bambino era in compagnia della nonna e della madre quando è stato improvvisamente aggredito dal cane. Il padre, che si trovava all'interno della casa, sentendo le urla è uscito, ha soccorso il figlio e lo ha poi portato nel vicino ospedale dove il piccolo è morto poco dopo il ricovero.

I genitori sono sotto choc e non ricordano nulla e non riescono a parlare. Il cane, che un veterinario della Asl ha addormentato e portato in un centro specializzato, sembra che prima di questa mattina non abbia mai dato problemi: mai nessuna reazione aggressiva. Il cane era regolarmente registrato così come l'altro mastino della famiglia.

I due animali, si è appreso, di giorno stavano all'interno di un recinto nel giardino della villetta. La nonna del piccolo Alessandro è stata ricoverata nell'ospedale di Velletri con diverse fratture, graffi ed escoriazioni. La donna ha cercato disperatamente di salvare il nipote che, sembra, si trovasse sul passeggino. Sul corpo del bimbo i medici hanno trovato profondi morsi in diversi punti.

IL CODACONS, MASTINO E' RAZZA PERICOLOSA - "Il Codacons aveva diffidato il sottosegretario alla Salute Francesca Martini, che sta addirittura per eliminare la lista delle 17 razze attualmente considerate potenzialmente pericolose, perché ampliasse e potenziasse l'elenco, inserendo appunto anche il mastino napoletano", afferma l'associazione dei consumatori. "L'incidente di oggi - aggiunge - dimostra che ci sono alcune razze che, per quanto possano essere considerate buone, restano comunque potenzialmente molto più pericolose delle altre, per la loro potenza, per la forza che hanno, per le loro mascelle poderose. Ma la Martini continua la sua battaglia ideologica e settaria a favore dei cani, e si appresta ad eliminare le razze pericolose, non comprendendo che è un fatto assolutamente normale che un cane morsichi un uomo, come dimostrano le 191 morsicature che si verificano ogni giorno".

MOIGE, STERILIZZARE LE RAZZE FEROCI - Sterilizzare le razze feroci ed introdurre norme più severe in merito. E' questa le richiesta del Moige, movimento italiano genitori, dopo l'episodio accaduto stamani a Genzano. L'ordinanza per la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani, annunciata dal sottosegretario del Welfare Francesca Martini, "imporrà l'uso del guinzaglio corto ma non la museruola che invece sarà collegata a determinate caratteristiche dell'animale, come peso o stazza, e non alla razza". "E' necessario disciplinare in maniera esaustiva e definitiva il possesso, la cessione, la riproduzione, l'introduzione in Italia dei cani pericolosi - sostiene il Moige, e rivolgendosi ai genitori chiede di non tenere cani ad elevato potenziale di aggressività con i bambini, "alcune razze sono incompatibili con loro e potenzialmente molto pericolose"

tratto da libero.it

Ora sappiamo tutti che fine farà il cane e ci saranno i soliti schieramenti pro e contro; sono contro qualsiasi forma di violenza ingiustificata contro gli animali (compresa la caccia, gli allevamenti intensivi, ecc) ma quando si tratta di rimediare a una violenza di tale brutalità che ci viene rivolta da loro a noi?

Una violenza ingiustificata, improvvisa e INCONTROLLABILE a cui ne conseguirà un'altra che però avrà il solo scopo di prevenire un altro episodio scioccante come questo.

Come si fa a spiegare a quel cane come, dove e perchè ha sbagliato?

Meglio farlo marcire in un canile o metterlo in mano a qualche incosciente che magari lo adotterà apposta perchè si ripeta qualche altra aggressione?

Davvero vi chiedo cosa state pensando perchè adesso io non ho proprio parole e non vedo altre alternative alla soppressione di quel pericoloso essere....in quanto essere pericoloso indipendentemente dal fatto che sia una cane.

Aggiornamento:

Il Boia:

1 - non si tratta di discutere "in generale", perchè se un essere umano picchia il cane e quello lo uccide siamo pari, qua si discute QUEL caso ben descritto sopra;

2- l'essere umano è in grado di intendere e di volere come i cani, solo che, come già scritto, come spieghi al cane e come ti fai spiegare da lui il gesto? conosci il cagnesco?

Aggiornamento 2:

SixKiller: parti dal presupposto che il cane sia stato educato ad aggradire ma il fatto è che si tratta di una razza aggressiva per indole, che è diverso; io sono contro la pena di morte agli umani sai perchè? Non certo per misericordia o specismo, tutto il contrario: dovrebbero marcire in prigione per sempre con i lavori forzati di una volta, altro che residence sul mare come scrive qualcuno! Devono pagare ogni secondo della loro esistenza, la morte a paragone della detenzione che intendo io deve diventare una liberazione, un sollievo, una concessione!!! Mi capite?

A quel punto paragonando questo discorso al cane si tratta di torturarlo a vita oppure porre fine alle sue sofferenze (perchè dove sta rinchiuso adesso non sta di certo bene e sopratutto NON PUO' CAPIRE IL PERCHE').

Aggiornamento 3:

Popa de Popis: capiscimi bene tu che mi conosci, un conto è ragionare in teoria, come dovrebbe girare il mondo: sarebbe una bella favola non credi? L'aggressore (qualsiasi razza o specie) che compie un crimine che si redime, capisce, cambia...e non lo fa più!

Un conto è fare i conti con la realtà: io non credo che quel cane possa avere speranze di vivere una vita serena, di capire cosa ha fatto, l'aggressività è parte del suo dna come gliela cancelli? E' come tenere una tigre in salotto: prima o poi sotto le fauci ci finisci e non per cattiveria ma per natura.

Sono d'accordissimo con te nell'affermare che un cucciolo (d'uomo) e quel cane così a stretto contatto è pericoloso che stiano, lo ammetti anche tu quindi ammetti che qualcosa non va, che è un pericolo; adesso discutiamo perchè è morto quel bimbo, ma quanti adulti hanno fatto la stessa fine?

Aggiornamento 4:

Diabolika 88: hai detto tutte cose giustissime, il fatto è che oltre al bambino stava masticando anche la nonna e c'è voluta una 4a persona (considerando che la madre stesse facendo qualcosa, spero almeno) ovvero il padre del bambino per fermarlo; qua non sembra una reazione a un gesto ha aggredito più persone.

Sai cosa trovo ancora più agghiacciante?

Il fatto che "NON HA MAI DATO MODO DI PREOCCUPARSI".....e sai perchè ci credo?

Perchè mi rifiuto di credere che una famiglia tenga due mastini vicino a un bimbo quando sanno che è pericoloso.

L'utente che prima parlava di gelosia secondo me c'è andato più vicino di tutti, potrebbe aver influito parecchio: da piccolo avevamo un cane di grossa taglia, femmina, non ricordo la razza; appena la prima volta vedendomi mi ringhiò contro anche solo 2 secondi i miei genitori in meno di 3 giorni l'hanno regalata a un fattore che l'ha accudita finchè ha vissuto.

E la gelosia lo sappiamo tutti che è difficile da domare anche per noi umani....

Aggiornamento 5:

marina:

ti rispondo prendendo due frasi del tuo discorso - Piuttosto che in una gabbia a vita...meglio una puntura fatta bene. - di questo sto parlando, se ammettiamo che un cane non capisce quanto un uomo non capirà mai cosa gli sta succedendo; - Sarei anche per la sterilizzazione di certi uomini, pa poi il discorso diventa troppo lungo. - legge del taglione contro gli stupratori, fai un pò te come la penso.

Aggiornamento 6:

castagna: ciao, grazie dell'accoglienza. Vedi, non è per fare i puntini sulle i, ma se continuate/continuiamo a dire che per certe razze occorrono addestramenti speciali 8e sono d'accordissimo) sgnifica che NON sono tutte uguali, NON sono tutte buone o tranquilla allo stesso modo, ecc, no?

Aggiornamento 7:

Gigiastra: ciao anche a te, la tua opinione è sempre molto ben accetta nelle mie domande; ribadisco quanto detto sopra, il fatto che ogni razza ha la propria indole e natura (come hai detto tu) equivale alla possibilità che ci siano cani più pericolosi di altri.

Non sono giocattoli per i quali basta un libretto di istruzioni pertanto sono d'accordo con l'addestramento sia del cane che del padrone vincolato proprio all'adozione successiva, senza quello niente.

18 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    concordo con geppo e aggiungo che un cane usatoper la guardia non ha nulla a che vedere con un cane usato per la compagnia.

    generalmente un cane da guardia resta completamente escluso dal nucleo familiare....quindi non esce,non gioca e soprattutto non ha modo di socializzare.

    mentre se viene usato principalmente per compagnia,oltre a stare a contatto con tutto il nucleo familiare,ad uscire regolarmente ecc...sara' un ottimo compagno affidabile pure per la guardia.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    2 mastini napoletani in casa con un figlio di 1 anno e magari i mastini neanche addestrati?

    Scusa..ti pare normale?

    Il cane vedendo che le attenzioni si sono rivolte sopratutto al bimbo nuovo arrivato si sarà sentito di parte e perciò per gelosia ha fatto ciò..è istinto animale e sono i genitori che dovevano prendere le dovure cautele.

    e ai politici FANCULO!

    @quelli che parlano tanto sui cani pericolosi..

    Ma sapete REALMENTE come sono andati i fatti?

    SAPETE REALMENTE CHI SONO I PADRONI E COME E' STATO CRESCIUTO IL CANE?

    o SEMPLICEMENTE CREDETE ANCORA ALLE DUE RIGHE DETTE DAI GIORNALI E TELEGIORNALI???????!

    mamma mia!

  • 1 decennio fa

    Non credo sia giusto abbattere il cane. Se non ha mai avuto comportamenti aggressivi o pericolosi in passato, non credo sia da ritenere un cane dall'indole aggressiva.

    Conosco abbastanza i comportamenti dei cani e intuisco quando stanno per diventare pericolosi, avendoci vissuto praticamente da quando ero piccola. Ma nonostante questa mia conoscenza, di base, non lascerei mai un bambino vicino ad un cane, nemmeno vicino al mio (che conosco in ogni sua sfaccettatura), non perché i cani possono impazzire da un momento all'altro, ma perché non si sa mai come possono "interpretare" certi gesti, certi movimenti, certi atteggiamenti. Ricordo una volta in cui stavo preparando da mangiare al mio cane. Interpretò, il mio gesto dello spostare la ciotola, evidentemente come un volergli togliere il cibo e cominciò a ringhiare vistosamente: mi spostai subito, perché se fossi rimasta anche solo qualche secondo in più, me la sarei vista brutta. Ovviamente il mio cane è stato punito e da quel giorno non lo ha fatto più. Con questo voglio dire che il mio labrador non è assolutamente un cane pericoloso, ma può diventarlo solo in seguito a dei fraintendimenti. D'altronde, se ci fanno qualcosa da noi ritenuto offensivo, noi cosa facciamo? Reagiamo! Lo stesso fanno i cani. Solo che noi abbiamo due alternative: possiamo reagire verbalmente e non. I cani reagiscono con un atteggiamento aggressivo, che non è però sintomo di aggressività e pericolosità, ma è la semplice reazione ad una loro percezione. Per questo dico che i cani non sono pericolosi a prescindere. Ma possono esserlo in base a tante cose: la loro mole, il modo in cui sono stati cresciuti, puniti, addestrati. Ho indicato anche la mole del cane, perché spesso capita che un cane di grossa taglia, giocando, possa realmente far male a qualcuno.

    In poche parole, i cani vanno cresciuti ed educati coscienziosamente, ma non vanno mai sottovalutati. Bisogna sempre stare attenti e bisogna evitare a prescindere situazioni che loro potrebbero interpretare come ambigue.

    So che col senno di poi non è giusto parlare, ma lasciar giocare un bambino vicino a due mastini napoletani (che sono enormi e hanno una forza mandibolare tremenda) lo ritengo pericoloso. Anche se quei due cani non hanno mai dato motivo di preoccupazione.

  • 1 decennio fa

    sono i genitori spesso a mancare,

    non si lasciano i bambini insorvegliati,

    nè,se sorvegliati,troppo stretto a contatto col cane di grossa taglia,

    mi sembra questa una regola dettata dal buonsenso

    quando ero piccola,

    i miei tenevano un mastino napoletano

    e non mi ha MAI fatto niente,

    perchè i miei genitori erano attentissimi

    sono contro l'abbattimento,

    dopo che una vita innocente è morta

    non besterà a riportarla in vita l'abbattimento del cane,

    ormai il danno è fatto,

    bisogna solo stare ATTENTI

    con tutte le misure PREVENTIVE

    e non REPRESSIVE.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • geppo
    Lv 5
    1 decennio fa

    prova

    Se le giustificazioni che si usano per spiegare questi episodi si usassero anche per altri atti compiuti per esempio da immigrati e poveracci vivremmo in un paese meno razzista .

    Comunque, prima di tutto vorrei riportare questa parte della notizia visto che ben pochi sembrano averla letta :

    Un bambino di un anno è morto dopo essere stato aggredito dal suo cane, un mastino napoletano, nel giardino di casa a Genzano, ai castelli romani. Secondo quanto si è appreso il bambino era in compagnia della nonna e della madre quando è stato improvvisamente aggredito dal cane. Il padre, che si trovava all'interno della casa, sentendo le urla è uscito, ha soccorso il figlio e lo ha poi portato nel vicino ospedale dove il piccolo è morto poco dopo il ricovero.

    IL BAMBINO ERA IN COMPAGNIA DELLA NONNA E DELLA MADRE. Non era incustodito, non stava facendo cose strane , stava in un passeggino. Sono due giorni che a Roma è bel tempo... stavano semplicemente nel giardino di casa loro con i loro cani.

    Il seguito :

    I due animali, si è appreso, di giorno stavano all'interno di un recinto nel giardino della villetta.

    Quindi : gli animali fungevano ESCLUSIVAMENTE da guardia visto che di giorno stavano nel recinto e con tutta probabilità venivano liberati solo la sera dal padrone che molto probabilmente era il padre del bambino.

    Le domande da farsi quindi sono: come mai il cane era fuori dal recinto ?

    Qualcuno lo ha liberato o non l'ha rimesso nel recinto dopo la notte di guardia ?

    Ha rotto lui il recinto ? L'ha scavato o scavalcato ?

    Si è parlato solo di un cane , mentre i mastini erano in due : dov'era l'altro cane? Nel recinto o fuori ?

    Che comportamento ha avuto?

    Comunque questa notizia ci ha semplicemente ricordato quanto sia abbastanza inutile la lista delle razze pericolose che per fortuna sta per decadere :

    La razza aggressore è NON PRESENTE NELLA LISTA (il mastino napoletano non è inclusa in questa lista) e il fatto e' AVVENUTO NELLE MURA DOMESTICHE e quindi QUALSIASI LIMITAZIONE AI CANI E RAZZE SAREBBE STATA INUTILE PER PREVENIRE QUESTO DRAMMATICO INCIDENTE.

    Inoltre vorrei far presente che il mastino napoletano/cane corso è un cane di solito molto equilibrato , più equilibrato di altre razze simili e più predisposto di loro alla guardia. Ho visto le immagini al tg e il cane sembrerebbe molto giovane (secondo me non supera i 2 anni e potrebbe essere anche più giovane) e tra l'altro un bellissimo esemplare senza eccessive pieghe e giogaia e quindi se la mia ipotesi è giusta bisognava fare doppiamente attenzione visto che la fase dello sviluppo definitivo del carattere e del divenire adulto è molto delicata, specie nei molossi.

    E infine... un altro punto fondamentale : il cane che ha aggredito era maschio o femmina?

    No , perchè i nostri amati tg dimenticano sempre di dire che nella stragrande maggioranza dei casi i combinaguai sono i maschi;

    perchè non sconsigliare l'acquisto di alcuni tipi di razze come primo cane se non dopo aver CONSEGUITO OBBLIGATORIAMENTE UN PATENTINO APPOSITO ?

    Le domande sono tante e soprattutto la colpa non è di nessuno, qua non si tratta di stabilire di chi è la colpa ma di cercare di evitare queste tragedie che possono dare il via a campagne razziste nei confronti di alcune razze.

    E che simili episodi siano d'esempio anche per non crocifiggere altre razze ed etnie umane quando vengono coinvolte in episodi di violenza.

    Povero mattia.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mi dispiace tantissimo per la brutta sorte che è accaduto al piccolino. Spero comunque che il cagnolone non venga soppresso ma rieducato. Non è giusto per niente prendersela con i cani. La colpa non va mai attribuita a loro ma a chi li gestisce. Se la pensiamo così, allora bisognerebbe sopprimere anche i pedofili e gli assassini. E per quanto ne so Mauro Alessi è ancora vivo. Ha u.c.c.i.s.o. il piccolo Tommaso Onofri. Giustizia sì ma per tutti senza fare distinzione. Qual'è l'atto più grave che viene commesso? Un cane che uccide un essere umano o l'uomo che uccide un bimbo? Che sia un animale ad uccidere o un uomo non ha alcuna differenza. Il crimine commesso da un cane è altrettanto grave quanto lo commette un uomo. Perchè sopprimere i cani e gli uomini no? Anche i detenuti, dopo che uccidono, vengono rieducati. Ma non appena escono di prigione, ecco che ricominciano ad uccidere. Piccolo dolce angioletto biondo. Un dolce pensiero è dedicato alla prematura scomparsa del piccolo Tommy!

  • Sara
    Lv 4
    1 decennio fa

    Sai secondo me spesso e volentieri sta alla coscienza delle persone: tu lasceresti tuo figlio di un anno da solo con 2 cani di grossa taglia (ke siano mastini, pittbull, labrador o san bernardo) ?

    Io no, MAI.

    Sn dell'idea che i cani siano intelligenti e ke abbiano molto + cuore di noi a volte, ma alla fine rimangono pur sempre cani, animali.

    Adesso, che questo cane venga sopresso o meno il danno e' fatto.

    I genitori avrebbero dovuto pensarci prima.

    Si sa, i cani sono gelosi dei padroni. Magari prima del nascituro tt le attenzioni erano rivolte a loro, poi e' arrivato il bimbo e i cani ki li ha + guardati?? Anke fra fratelli e sorelle ci si fanno i dispetti x gelosia, mordendosi, tirandosi i capelli, facendosi i pizzicotti... i cani mordono, e magari non lo fanno con l'intenzione di uccidere, ma vaglielo a spiegare che la loro forza e' troppa!

    Trovo stupida l'idea della lista delle razze pericolose: bisognerebbe farla pure sugli umani..

    Xo nn capisco: se un cane uccide allora si uccide pure il cane, ma se un uomo uccide si lascia libero. Non e' + grave la seconda?!

    Da qui puoi vedere la stupidita' umana..

    A mio parere Il cane resta il cane ed ilpadrone si deve IMPEGNARE ad addestrarlo e a farsi rispettare, oltre al fatto di essere responsabile x se e x il cane stesso.

    Se i cani mordono la maggior parte della colpa e' del padrone..

  • marina
    Lv 6
    1 decennio fa

    Piuttosto che in una gabbia a vita...meglio una puntura fatta bene.

    Io ho due cani piccolissimi in casa e quando li porto a spasso, la prima cosa che dico ai bimbi che incrocio e che vogliono toccarli è: "prima chiedi sempre se si può toccare, perché i miei sono buoni, ma tu non sai che carattere ha il primo cane che vedi per strada", e poi tenendo bene il cane con le mani vicino alla bocca glie lo lascio accarezzare.

    Sono convinta che dipenda sempre dall'intelligenza di ognuno di noi, avere un comportamento corretto e che non tutti possano tenere cani grossi, tanto meno chi ha bambini in casa, se poi si va ad esaminare il carattere della persona......

    Sia i bimbi che i cani possono essere incontrollabili a volte e si sa che un cane grosso fa buchi grossi.

    Personalmente sarei per la sterilizzazione di alcune razze e all'educazione ed esame obbligati dei proprietari e farei anche lezione ai bambini a scuola di educazione verso cani e persone.

    Sarei anche per la sterilizzazione di certi uomini, pa poi il discorso diventa troppo lungo.

    Ciao

  • Anonimo
    1 decennio fa

    1 non so il caso ma guarda che tante volte sono i bambini che devono tenere le mani apposto...

    2 se tu, da umano in grado di intendere e di volere, ammazzi un'altra persona, o fai anche una strage, ti uccidono? No, anzi ti mettono in una "galera" che magari è un residence sul mare, quindi... è inutile essere ipocriti.

  • 1 decennio fa

    Rispondo come ho sempre risposto a questo genere di domande... Non ci sono razze pericolose, è probabile che ci siano padroni pericolosi... E non intendo solo coloro che sfruttano animali potenzialmente combattivi e potenti a scopi di lucro, ma anche di coloro che prendono con sé qualsiasi cane senza conoscerne l'indole e la natura... Ecco perchè spesso si è testimoni di attacchi di cani che normalmente sono molto docili e affettuosi... Bisogna sempre tener presente che sono animali, con un istinto e una natura... Che bisogna rispettarli proprio per questo e che non bisogna trascurare nessun dettaglio delle pecularietà della razza in questione ai fini dell'educazione... Quindi sostengo che prima di tutto dovrebbero essere i padroni ad essere educati... Trovo che il cane debba essere sottoposto a controlli psicologici per vedere l'errore educativo che ha creato una reazione, e che venga affidato a mani esperte e non ad incompetenti pronti a rimetterlo in canile alla prima difficoltà! Mi dispiace enormemente per il bambino ma non si può dipingere il cane come un mostro...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.