perfavoreee aiutoo gioco runawayyy??????????

nel capitolo 3: la grande fuga

nel vecchio vagone abbandonato mi dite dov è il pomello degli attaccapanni dove dovrei mettere la vite per poi fare un foro nel barile delle polveri da sparo.....aiutoooooo 10 pnt assicuratiiiiiiiii

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    LA GRANDE FUGA: Spia dalla fessura nella porta a sinistra e vedrai Gina alle prese con i mafiosi incattiviti. Non c’è tempo da perdere: bisogna trovare il modo di uscire di qui e salvare la pelle e la ragazza. Datti un’occhiata intorno e raccogli il soffietto affianco alla cassaforte rotta, il liquido detergente sullo scaffale accanto al telefono, il panno di camoscio e infine il pomello dell’appendiabiti all’estrema destra. Versa un po’ di detergente sullo strofinaccio e dai una pulitina alla finestra di destra. Ora esamina il congelatore: stacca la spina e apri il coperchio affinché il ghiaccio si sciolga. Apri lo carico del congelatore e, dopo averlo alleggerito, potrai finalmente spostarlo, scoprendo una botola sul pavimento della baracca. Usa il piede di porco nei paraggi del congelatore per forzare il lucchetto della botola e fila via.

    Dopo aver fatto la conoscenza delle simpatiche drag queen, fruga nel cestone fuori dall’autobus e troverai un pallone da basket afflosciato. Vai a curiosare dentro l’autobus e raccogli un rossetto e il paio di occhiali da sole sulla mensola centrale. In basso a sinistra, c’è un aspiratore da tavolo. Raggiungi Carla nella parte posteriore dell’autobus ed esaurisci tutti i soggetti di conversazione disponibili. Usa l’aspiratorino sulla grata, per recuperare la pastiglia caduta e prendi ago e filo attaccati agli stivali di sinistra. Usandoli sul pallone da basket, potrai ripararlo e poi rigonfiarlo con il soffietto.

    Abbandona l’autobus e dirigiti verso destra. Dalla mappa dell’area, raggiungi il cimitero di aeroplani. Prendi la cartuccera e l’elmetto vicino alla cabina di pilotaggio. La mitragliatrice è inutilizzabile, senza una lubrificatina, e inoltre non ci sono pallottole. Torna alla baracca in cui è tenuta prigioniera Gina e prendi il secchio sotto la piattaforma. Dirigiti nel punto centrale della mappa, dove si trova una rimessa: ci scoprirai un elicottero che potrebbe tornare utile per la fuga ma che malauguratamente è custodito da un energumeno. Prova a drogarlo, infilando la pasticca nella sua lattina di birra: niente da fare, serve un diversivo. Vai a parlare con Lula davanti all’autobus e dalle il pallone da basket: scoprirai qualcosa d’interessante sul suo passato e potrai contare sul suo aiuto per intrattenere l’energumeno mentre tu “correggi” la birra. Quando l’energumeno è al tappeto, impossessati del barattolo di burro d’arachidi. Prendi a sprangate la moto davanti all’hangar e cadrà un pedale. Raccoglilo, naturalmente.

    Adesso esplora la zona in alto a destra nella mappa dell’area: entra nel vecchio vagone ferroviario, esamina il secchio e prendi la vite al suo interno. Combina quest’ultima col pomello di legno per creare un punteruolo artigianale. Usa il piede di porco con uno dei barili al centro per avere delle arachidi. Posiziona il secchio sotto il barile di polvere da sparo, contrassegnato da “XXX”, e perforalo col punteruolo appena costruito. A questo punto, possiamo produrre dei proiettili altrettanto artigianali, combinando la polvere da sparo col rossetto e riponendolo poi nella cartuccera. Per riempirla, non dobbiamo far altro che tornare all’autobus e usare tutti i rossetti delle drag queen. Quest’idea alternativa non è mai venuta in mente neppure ai pubblicitari di cosmetici!

    Una volta sull’autobus, utilizza il pedale della motocicletta per sostituire la manovella d’apertura delle porte, andata persa. Chiudendosi, le porte dell’autobus riveleranno una tasca che custodisce la chiave del frigo. Approfittane subito e recupera del burro dentro il frigo. Impastalo con le arachidi dentro l’elmetto della seconda guerra mondiale e otterrai del burro d’arachidi (ma ti sconsiglio di provarci a casa, perché non avrai di certo lo stesso risultato!). Per amalgamare bene gli ingredienti, vai alla baracca dei mafiosi e posa l’elmetto sul congelatore, in modo da esporlo ai raggi del sole. Ok, ma che ce ne facciamo adesso del burro d’arachidi? Ricordi la storia raccontata da Rocco? Vai al vagone ferroviario abbandonato e sulla sinistra noterai un capanno degli attrezzi chiuso, dietro il quale s’intravede un enorme formicaio: se è vero che le temibili formiche giganti della zona vanno ghiotte di burro d’arachidi, ci basterà cospargere la porta del capanno con esso e lasciare che la natura faccia il suo corso! Raccogli l’esplosivo.

    Vai al pozzo petrolifero e immergi gli occhiali da sole nella chiazza di petrolio, per scurirne le lenti. Usa l’esplosivo sul pozzo per posizionarlo dietro alla grossa roccia. Il nostro piano di fuga è quasi pronto...ecc 10 PUNTI!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.