Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteMalattie e disfunzioniDiabete · 1 decennio fa

Diabetici...Come ci si comporta al check in?

Tra poco prenderemo un aereo e il mio ragazzo è diabetico...ovviamente deve tenere tutto il necessario per l' insulina a portata di mano. Come ci si deve comportare al check in in questo caso? Dite che possano creare problemi per la presenza di aghi e cartucce di insulina? Bisogna presentare della documentazione? Inoltre in alcuni siti ho letto che non va bene passare l' insulina sotto i raggi in quanto viene alterata...voi ne sapete qualcosa? E' capitato anche a voi di trovarvi in una situazione simile? Raccontate...grazie

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Ho chiesto se i raggi X siano dannosi per l' insulina ma mi è stato detto di no. Mi sono sempre fatto rilasciare una certificazione in inglese del mio stato e della necessità di portare aghi etc., però non è mai stato necessario esibirla. Per cui non ho mai avuto problemi.

    Vi consiglio di farvi fare una doppia certificazione, in italiano e in inglese, sulla terapia seguita e sulle necessità del tuo ragazzo, da portare sempre dietro. Se l' insulina non volete passarla sotto i raggi (e mi è sempre sembrato opportuno..), basta che la tiriate fuori, facendola vedere con il certificato. Ricordate però di portare una buona scorta di insulina, penne, strisce, lancette, e zucchero, in una borsa SEMPRE CON VOI. In valigia ci si mette la riserva (al fresco ovviamente).

    Quando andai in Inghilterra, mi persero lo zaino con dentro buona parte di aghi, lancette, e strisce. Dovetti ricomprare tutto a Londra e mi costò un botto di soldi !!

    Non dimenticate di portarvi dietro le tessere sanitarie ed eventualmente anche il modulo E 111 (che si richiede alla propria ASL) per le prestazioni sanitarie all'estero. Con quello, in caso di necessità, potete usufruire del servizio sanitario del paese dove andate, in genere gratuitamente (specie se in Europa). Chiedete al vs. medico se per queste prestazioni è necessario il modulo o basta la nuova tessera sanitaria europea. Ciao !

  • 1 decennio fa

    a me non hanno mai creato problemi, non mi hanno mai detto niente.

    Per sicurezza, la diabetologa mi ha fatto un foglio dove c'è scritto in inglese che aghi eccetera sono cose che mi servono per la terapia, che non può essere interrotta. In realtà questo foglio non ho mai nemmeno dovuto mostrarlo, nessuno mi ha mai detto niente (e se un giorno trovassi uno che mi fa storie non so a quanto servirebbe un foglio di carta con un timbro).

    Comunque io per sicurezza mi porto sempre una "porzione doppia" della roba che mi serve. Una la tengo in valigia (tante volte mi facessero storie al check-in) e una nel bagaglio a mano (primo perché mi serve a partata di mano, secondo perché metti caso si perde la valigia)

    Questa storia dell'insulina che si rovina sotto i raggi non l'ho mai sentita, non credo che sia vera.

    Io non ho mai avuto problemi, andate tranquilli e buon viaggio :)

  • 1 decennio fa

    Il paziente diabetico ha il diritto di portare in cabina con sé tutto il necessario per la terapia. Deve essere accompagnato da certificato medico in italiano e inglese (se vai all'esetro) in cui viene specificato che lui deve avere tutto con sé. Una cosa importantissima è che il medico deve specificare il numero di aghi da mettere sulla penna, a noi l'hanno chiesto. Nient'altro. poi se vai nei paesi anglosassoni spesso sanno già di cosa si tratta e ti fanno passare..in italia molto meno! Poi che io sappia niente di più. Il bagaglio è ovviamente a mano e non ho mai saputo che l'insulina si alterasse...non credo sia vero...

    Fonte/i: Il mio fidanzato è diabetico
  • Aggiungo una cosa a quanto detto: non mettere mai l'insulina nel bagaglio che va nella stiva perchè in quota raggiunge temperature sotto lo zero che possono alterarla. Portatela con voi nel bagaglio a mano sempre (ovviamente in sacchetti refrigerati) e appena arrivati a destinazione mettetela in frigo.

    La certificazione serve sempre sia in italiano che in inglese ed è un documento valido a tutti gli effetti. A me l'hanno chiesta un paio di volte ed è stata fondamentale.

    Col microinfusore stessa cosa, anzi forse serve di più perchè quando passi sotto la porta suona quindi devi dimostrare che è un apparecchio medico che non deve essere staccato (salvo casi eccezionali) ne all'imbarco ne sull'areo. Esperienza diretta!!!

    Fonte/i: diabetica micro-infusa
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    non ti preoccupare, i raggi x non sono dannosi.

    inoltre non dovrebbero farvi problemi, ma per sicurezza fate fare al diabetologo un foglio dove attesta il diabete e spieghi la necessità di aghi etc.

    io sono diabetica da quasi 11 anni e questo foglio non l'ho mai usato... ma va a discrezione del personale aereoportuale per cui meglio essere preparati...

    buon viaggio! :)

  • 1 decennio fa
  • 1 decennio fa

    ci vogliono i documenti e devi presentare la richiesta del medico competente al check in...e per quanto riguarda l'insulina basta non farla passare sotto i raggi...tanto una volta che vedono la richiesta e i vari documenti che mostrano il problema non dovrebbero fare piùdi tanto casino...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.