Foulan ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 1 decennio fa

Consigli per un gatto "viaggiatore" e combina-guai?

Scusate..posto nuovamente la domanda perche' la prima e' stata cancellata (forse perche' avevo inserito un link). Ringrazio di cuore Simona, Fio, Gemma e Paola che mi avevano gia' risposto!

-------------------

Ancora non ho scoperto di cosa possa aver paura il mio gatto di 6 mesi e mezzo ... Va ovunque, ne combina di tutti i colori (se trova la tazza del water aperta ci si tuffa dentro, ha gia' distrutto un abat-jour, due orologi, vari soprammobili, ha addirittura acceso la macchinetta del caffe': GIURO!! E piu' di una volta ha rischiato di mettersi nei guai "espatriando" a casa del vicino). Odia restare solo in casa ed appena vede il trasportino ci si fionda dentro tutto contento! Anche in auto sta tranquillo e si addormenta. Ma sto pensando all'estate in arrivo: in famiglia amiamo fare passeggiate (percorsi tranquilli, per famiglie) in montagna, delle volte partiamo la mattina presto da casa e ritorniamo la notte, altre volte passiamo fuori l'intero week-end. Ormai il micio e' per noi un membro della famiglia e l'idea di lasciarlo solo a casa non ci piace molto (anche perche' gia' combina un sacco di guai quando ci siamo..figuriamoci in nostra assenza!). Leggendo qui su Answers le opinioni di chi ha provato le pensioni per cani/gatti mi sono fatto l'idea che non sia la migliore soluzione... Allora avrei pensato di portare il micio con noi. Al negozio di articoli per animali ho visto quelle belle borse di tela chiuse con inserti in rete che si usano per i cani di piccola taglia o i conigli, chissa' se potrebbero fare a caso mio? E' un'idea troppo azzardata portare il gatto con noi in passeggiata chiuso nella borsa? La mia paura e' che magari durante la passeggiata possiamo incrociare gente con cani e quest'ultimi, sentendo l'odore del gatto, tentino di azzannare la borsa. Furfy, comunque, non sembra temere neanche i cani, la settimana scorsa, infatti, l'ho portato dal veterinario per la sterilizzazione e nonostante ce ne fossero diversi, lui e' stato tranquillo nel trasportino senza agitarsi o miagolare, anzi pareva quasi incuriosito! Spero che qualcuno di voi esperto in ...psicologia felina mi dia un consiglio. Persino il veterinario mi ha detto che e' un gatto particolarmente iper-attivo avvertendomi che anche se e' stato sterilizzato manterra' questo suo carattere: sara' vero o pensate che con il tempo un pochino si calmera'?

@ Gemma: si, infatti abito in appartamento...ahime'! Il terrazzo e' molto grande ma non sara' mai come un giardino... Mi avevano detto che i gatti non erano esigenti in fatto di spazio, ma che necessitavano solo di affetto e cure (che a Furfy non facciamo mai mancare)..pero' adesso, nonostante l'abbia preso da un gattile, mi sento un po' egoista, quasi l'avessi privato della sua liberta'...

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao

    Mi sembra di leggere la vita del mio Saphir, il mio e' un bellissimo gattone di quasi 2 anni ma sin da piccolo era una vera peste!!!!

    Ama viaggiare in auto e in aereo, appena vede il trasportino ci si fionfa dentro (come il tuo), odia stare solo, ama i cani.... solo odia i cani che abbaiano troppo, cerca i suoi simili, e' castrato e 1000 altre cose.

    L'idea di portarlo con te e' splendida, io ho comperato proprio la borsa che tu descrivi, ora xo' a 2 anni di vita e 7 kg di ciccia gli va un pochino stretta hihihihihi.... (provvedero' a comperargli quella x cani di media taglia).

    Furfi ha 6 mesi, ha una gran voglia di giocare ed esplorare il mondo e questo e' bellissimo, e' un micino allegro e felice, ma se vuoi che anche lui si goda le passeggiate, ti consiglio di abituarlo sin da ora alla braghetta ed al guinzaglio.

    E' molto semplice abituare un micio cosi' giovane, basta che tu comperi una braghetta della sua taglia (piccolina) e poi quando hai tempo gli e la metti (con la tua supervisione), inizialmente x 10 minuti.... tutti i giorni x una settimana, poi aumenti il tempo 20 minuti la seconda settimana e cosi' via.

    x 2 settimane, mettigli solo la braghetta (in casa) e non usare il guinzaglio, fai in modo che si abitui graduatamente, inizialmente ti fara' morire dal ridere, xche' camminera' come un robottino a scatti , ma nel giro di 10 giorni si sara' abituato e allora potrai iniziare ad usare il guinzaglio.

    Con il discorso guinzaglio, devi stare attento a 1000 cose, xche' ovviamente lo dovrai portare all'esterno x camminare ed abituarlo ai rumori.

    Se si spaventa la prima reazione e retrocedere, cosi' facendo si sfilera' la braghetta, stai sempre all'erta!!!!

    X quanto riguarda i cani che incrocerai nelle tue passeggiate estive, appena li vedi, metti il piccolo temerario nella cucciborsa e sollevata ad un altezza che il cane non possa arrivarci (sopra la tua testa).

    Io lo faccio sempre all'aeroporto con i cani antidroga (pastori tedeschi), non penso che cani di grossa taglia siano liberi, saranno certamente al guinzaglio e quindi stai tranquillo.

    X cio' che riguarda la vivacita' di Furfy consolati.... tra un annetto certamente si tranquillizzera' un pochino, considera che in questo momento e' paragonabile ad un bimbo di 1 anno.

    Portalo con te, ne sara' felicissimo, bacioni a te e al piccolo Furfy

  • Anonimo
    1 decennio fa

    hehehe .. il mio martino ha 5 mesi ed è tremendo come il tuo .. però è il mio amore .. bisogna avere un po di pazienza .. è ancora piccolo vedrai che poi si tranquillizza

    anch'io ho comprato una borsa da viaggio come quella che nomini tu ... e credimi è comodissima .. specialmente per il mio è stata molto utile ..quando lo dovevo allattare ogni 2 ore e lo portavo ovunque ..anche adesso che ha 5 mesi .. è sempre con me .. se lo lascio in casa si mette vicino alla porta e piange disperato ...

    anche il tuo portalo con te .. visto che non ha problemi per i viaggi .. e abitualo con la pettorina .. cosi lo puoi tenere quando siete in giro ..il mio è già abituato .. e stai tranquillo che non stai facendo niente di male .. è per il suo bene :))

  • 1 decennio fa

    Se l'hai preso in un gattile, probabilmente ha qualche paura di vecchia data, non dico un trauma infantile, ma qualcosa del genere! XD i trovatelli spesso sono un po' nervosi, o magari diffidenti: a volte si tranquillizzano crescendo, a volte no e bisogna abituarsi al loro carattere un po' strano; ma sia in un caso che nell'altro, in una casa accogliente prima o poi trovano un loro equilibrio.

    Di solito, in effetti, i gatti non necessitano di grandi spazi, e credo che il tuo micio sia solo di carattere un po' nervoso: un po' perchè, proveniendo da un gattile, non è abituato fin da cucciolo a stare in casa e in mezzo alla gente, e un po' perchè è molto giovane... Si calmerà, credo, crescendo.

    Per la montagna, non so: io eviterei di portarlo in giro con voi: se si spaventa per qualcosa (magari un cane) e scappa, come lo recuperate?

    Lasciatelo nella casa in montagna - o nell'albergo, non so - confinandolo con la ciotola e la cassetta in una stanza, o in una parte della casa, dove non possa rompere nulla.

  • 1 decennio fa

    Ho un bellissimo gatto persiano nero con occhi giallissimi, attentissimi e penetranti.

    Lo presi perché ero andato in un allevamento di cani per acquistarne uno, ma quando entrai per caso nell'annesso gattile, vidi una bellissima gatta persiana con tre cuccioli piccolissimi che alla mia vista si rifugiarono sotto la madre, per la paura!

    Rimasi affascinato dalla bellezza e dalla signorilità di quei gattini che sfrecciavano come saette.

    Mi abbassai e rimasi fermo, finché uno di loro mi si avvicinò colla coda alzata e mi annusò delicatamente, facendomi persino le fusa.

    In quel momento decisi che quello sarebbe tato il mio gatto, che ho tuttora.

    Si chiama "BRUTUS", vero nome con cui é stato registrato dall'allevatore.

    Sulla base della mia esperienza ti assicuro che il gatto é particolarmente sensibile ad ogni opportuna azione didattica, se ben impostata, nel pieno rispetto del suo temperamento di felino austero, nobile, autonomo, individualista, libero!

    Il mio gatto, che ora ha 6 anni, é abituato a viaggiare in una comodissima gabbia da trasporto, che utilizzo persino in treno.

    Allorché mi reco in una località nuova gli concedo tutto il tempo necessario all'esplorazione e alla familiarizzazione ambientale; operazione importantissima -questa- che gli consente di stabilire riferimenti fissi per il suo orientamento.

    Gradualmente l'esplorazione si estende alle zone esterne, sempre in cornice di prudenza e di controllo visivo da parte mia.

    Una volta ambientato il mio gatto esce da SOLO OGNIQUALVOLTA LO VOGLIA, senza alcun problema.

    Quanto al guinzaglio, ritengo che sia utilissimo, a condizione che gli insegni a TOLLERARLO DA SUBITO, CON GRDUALE E CRESCENTE ADDESTRAMENTO QUOTIDIANO, dapprima solo domestico e poi, piano piano, anche esterno.

    In presenza di cani, non trasmettergli paura; anzi ti accorgerai ben presto che il gatto, anche se piccolissimo, si sa difendere egregiamente e tiene a distanza tutti i cani in cui potessi imbatterti.

    Tuttavia é meglio prevenire qualsivoglia situazione di pericolo, vigilando attentamente collo sguardo allo scopo di evitare incontri controindicati.

    Sappi -infine- che il gatto é territotiale, ama la casa e lì ritornerà sempre, dopo qualsiasi uscita.

    Se ti posso dare un consiglio ricorda che il gatto -SPIRITO LIBERO- non deve mai sentirsi prigioniero in una casa dorata; piuttosto non deve sentirsi condizionato da regole intransigenti, né deve sentirsi obbligato a rinunciare alla esigenze del suo temperamento assolutamente individualista.

    Auguri!

    Cordialmente.

    herbert

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.