D@rio ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 1 decennio fa

è vero che la cenere fertilizza il terreno e fa bene alle piante?

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Utilizzare la cenere come fertilizzante è senz'altro un ottimo modo per valorizzare un prodotto che altrimenti sarebbe da smaltire, con relativi costi (anche ambientali). Lo svantaggio principale è il suo elevato tenore salino, che porta alla salinizzazione del suolo in tempi rapidi, se non corretta.

    La composizione delle ceneri e la disponibilità dei nutrienti varia abbastanza a seconda della specie arborea da cui provengono, dell'età della pianta, dell'ambiente in cui è cresciuta e della parte utilizzata. La cenere di legna possiede un'altissima quantità di potassio, fosforo e una quantità di microelementi tipo ferro, rame, boro, etc...

    RICORDA: non usare la cenere sulle piante acidofile come azalee, rododendri, ortensie, orchidee etc... perchè non amano il calcio.

    La distribuzione di cenere nell'orto attorno alle piante, in strisce di 6-7 cm di larghezza e alte 2 cm, è molto efficace contro limacce e chiocciole, poiché si vanno a creare delle barriere insormontabili dai molluschi, innocue per gli animali superiori e i bambini e ad impatto ambientale sicuramente inferiore che utilizzando lumachicidi. C'è chi sparge cenere finemente setacciata su alcuni ortaggi (zucchini, sedano, insalata, patate, ecc.), poiché le sostanze polverulente creano problemi all'apparato respiratorio degli insetti e creano lacerazioni sulla cute con conseguente disidradazione e morte del parssita (è una tecnica insetticida nota sin dall'antichità e abbastanza efficace), l'uso della cenere è consentito in agricoltura biologica se viene usata la legna di origine naturale.

    Per ottenere un fertilizzante completo è necessario utilizzare di letame essiccato o pollina, oppure letame o compost maturo anche se, come si è visto, è meglio aggiungere la cenere direttamente nella massa durante la fermentazione.

    Fonte/i: ciao
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    si si..io ho il panificio a legna e buona parte della cenere la metto nel mio giardino e ci sta pure gente che se la viene a prenderla per fare l stessa cosa!

    Fonte/i: esperienza personale
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Una curiosità. L'abitudine di bruciare le stoppie da parte dei nostri contadini trova un corrispettivo negli incendi della savana africana. E' un metodo antichissimo che laggiù hanno per rimineralizzare rapidamente i suoli impoveriti. L'uso della cenere come mineralizzatore insomma è ben più vasto, come vedi, che il semplice giardinaggio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    è un concime naturale altamente fosfatico ma attenta con le dosi, non esagerare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    è verissimo!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    si

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    sì, utilizzare la cenere come fertilizzante è senz'altro un ottimo modo per valorizzare un prodotto che altrimenti sarebbe da smaltire, con relativi costi (anche ambientali). Lo svantaggio principale è il suo elevato tenore salino, che porta alla salinizzazione del suolo in tempi rapidi, se non corretta.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    no guarda ci ho provato nn serve a nnt...quello ke fertilizza le piante davvero sono i fondi di caffe:)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.