all'inferno ci vanno le persone crudeli, malvagie oppure quelle che non credono in Dio o nel Dio giusto?

(anche se sono persone buone e gentili) e se bastasse non credere in Dio per andare all'inferno, vuol dire che a Dio non interessa il bene dell'uomo ma solo di essere amato, ciò che di più egoistico possa esistere

Aggiornamento:

ma è mai possibile che io per andare in paradiso devo compiacere Dio piuttosto che aiutare le altre persone, quindi Dio non valuta gli uomini per le loro opere ma solo per la loro obbedienza

Aggiornamento 2:

io non posso amare Dio, perchè non ci sono le prove della sua esistenza, ma voglio (nel caso esista) che mi ami per quello che sono, per quello che faccio, un ragazzo onesto che non vuole fare del male, è possibilie che Dio sia talmente meschino da non vedere la mia bontà ma di accorgersi solo del mio amore verso di Lui? Perchè Dio non riconosce i miei meriti, non ho la forza, il coraggio di avere fede, dovrebbe saperlo e dovrebbe rispettarmi per questo, perchè compenso ciò con una vita che vuole rispettare la dignità di tutti, la finisco qui oppure potrei continuare per ore

25 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Anticristo ti voglio rispondere con un versetto del vangelo.. molto illuminante ^^

    "Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli." (dimatteo.. 7:22 non ricordo).

    Capisci ora? L'importante è che fai il bene, il resto è superfluo, ed il superfluo è di Satana. (credi davvero che recitare un rosario possa salvarti? )

    Mò mi avete rotto i coglion.i , ma vi fa male la verità? cioé che qualcuno possa andare in paradiso anche senza recitare il rosario? ..rivolto agli spolliciatori

  • 1 decennio fa

    Un ateo muore disperandosi e biasimando se stesso per la vita dissoluta e peccaminosa che ha condotto. All'improvviso a lettere di fuoco compare la scritta "INFERNO!". Ma, stupito, viene accolto con tutti gli onori.

    A riceverlo sull'ingresso una ragazza belloccia si avvicina presentandosi:

    "Buonasera, sono la nipote di Caronte. Il nonno non sta molto bene e lo sostituisco per qualche settimana."

    L'uomo confuso non riesce a proferire parola mentre la ragazza continua con la spiegazione:

    "Questo è l'inferno dove trascorrerà l'eternità, io la accompagnerò a fare re un giro dei vari reparti, affinché le possa scegliere quello in cui preferirebbe risiedere."

    Il nuovo arrivato visita dunque la città infernale dei lussuriosi, coi sobborghi di Sodoma e Gomorra, dove anime si intrattengono in rapporti sessuali eterni; poi il paese dei golosi, dove altri gozzovigliano dalla mattina alla sera; poi la contrada dei liberi pensatori dove per l'eternità si discute di filosofia della vita e della morte, poi il castello dei superbi dove tutti sono re e regine. ..

    Alla fine, con gran stupore del trapassato, si apre uno scenario tropicale con una spiaggia da sogno, con le altre anime che vivono nella più completa libertà di costume.

    Dopo un intero giorno a visionare diversi settori decide di rimanere per l'eternità nella spiaggia in cui per sempre vivrà con il più ampio spirito libertino che già conosceva in vita.

    Ma un certo punto, l'attenzione del trapassato viene attirata da una sinistra porticina di metallo arrugginito tutta chiusa da catene e lucchetti.

    Incuriosito, chiede di visionare quel settore..e, dopo che la sua guida gli apre la porta, .. si trova sull'orlo di un'immensa voragine da cui si levano fiamme, fetore di zolfo, lamenti strazianti, grida di dolore ...con tanto di diavoli che inforcano le anime buttandole in calderoni bollenti.

    Spaventato escalama: "E questo cos'è?"

    «Questo," gli risponde la ragazza con non poco imbarazzo ed allargando le braccia..

    "E' l'inferno dei cattolici. Loro lo vedono così...."

    Fonte/i: P.S. Non ho sbagliato sezione.. questa potrebbe sembrare una barzelletta.. ..ma in realtà è una "parabola" che fa ridere ;) (nel caso vedi il film "Al di là dei sogni" che spiega abbastanza bene il sogno illusorio nella dimensione astrale che vive la coscienza ancora focalizzata sulle emozioni e sui pensieri limitanti del proprio corpo psichico quando lascia il corpo)
  • 1 decennio fa

    L'Inferno non esiste...anche per stavolta te la sei cavata..;-))

    ..e se proprio deve esistere un luogo che assomigli all'Inferno delle scritture,

    dove si vive nell'odio,

    nelle malattie e

    nell'ingiustizia,

    quello e' qui, adesso, sulla Terra. Perche' dentro di noi e' l'Inferno ed il Paradiso. Luce ed ombra.

    Mad macx...gia', e' solo una questione di punti di vista!

  • 1 decennio fa

    Non ci è dato di saperlo cuoricino mio dolce.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    cito per l'n-ma volta monsignor Cosmo Francesco Ruppi che così si espresse a mezzo stampa:

    Anche il criminale incallito che si pente sinceramente in extremis sarà ammesso al regno di Dio. L'inferno è la punizione per coloro che per tutta la vita hanno rifiutato di avvicinarsi alla misericordia del Signore.

    Fonte/i: per me ci vanno i mancini e i cuochi.
  • 1 decennio fa

    il dio creato dagli ebrei è un tipo egoista come tt gli altri dei creati dagli uomini!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ho provato anch'io a chiederglielo, ma non sono d'accordo neanche su questo.

    C'è chi crede che per la salvezza si debba seguire la chiesa, chi pensa che basti seguire Cristo, chi invece sostiene che ogni religione sia garanzia di salvezza....infine quelli per cui "se sei buono ti salvi".

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Dio, in quanto rappresentazione di un'idea trascendente la realtà dell'uomo, non può essere nè egoista o meschino nè tantomeno così vanitoso da accontentarsi di essere compiaciuto da puri atti formali.

    Dio è la somma di tutte le perfezioni che l'uomo non ha ma a cui tende. Di conseguenza, sono convinta che chi crede in questo tipo di Dio, non potrà mai essere allo stesso tempo crudele o malvagio.

  • 1 decennio fa

    In realtà ci furono parecchie discussioni tra fraticelli teologi, secoli fa, che cercarono di risolvere l'argomento.

    La conclusione (...), se non erro, fu che sia la fede sia il buon operato sono condizioni necessarie ma non sufficienti per l'entrata in paradiso.

    Secondo questo ragionamento, quindi, Gandhi sta bruciando con Ian Curtis e Schopenhauer.

    Tuttavia è probabile che ci sia stato qualche sviluppo, magari rivelato direttamente dalla Madonna o da qualche angelo.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    L'inferno esiste solo per chi ne ha paura...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.