RICERCA SULLA PIETà DI MICHELANGELO?

con interventi critici...

mi aiutate a trovarne una?

o anche su un altra opera di Michelangelo va bene...

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    La celebre Pietà vaticana è conservata nella basilica di San Pietro in Vaticano di Roma ed è una delle prime opere scolpite da Michelangelo. Rispetto a quelle di data più recente, ha carattere meno spirituale, ma è ugualmente meravigliosa. È considerata all'unanimità una delle maggiori opere che l'arte occidentale abbia mai prodotto.

    I due personaggi principali sono estremamente levigati, a differenza del basamento, che risulta essere scolpito piuttosto grossolanamente. È in dubbio se Michelangelo abbia lasciato il basamento abbozzato per sua volontà oppure no, ma la tesi più accreditata è che lo abbia fatto di proposito, per esaltare ancor di più la divinità del Cristo e la santità della Madonna, e segnare una netta divisione tra umanità (terrena) e divinità.

    La struttura è visibilmente piramidale, con la veste della Madre che si allarga verso il basamento e le gambe divaricate per meglio armonizzare con essa il corpo orizzontale del Cristo.

    L'abito sovrabbondante e il sudario contribuiscono a fornire una solida piattaforma al complesso scultoreo.

    Pietà - particolareLa loro posizione rispetta l'iconografia nordica della Pietà, ossia adottata per primi dagli artisti fiamminghi, la quale prevede che la Madre tenga in grembo il Figlio.

    Questa Pietà è l'unica opera firmata dall'autore in quanto, infastidito dalle voci e dalla credenza popolare che quell'opera fosse di un artista lombardo, decise di firmarla lungo la cintura che tiene la veste. Il fatto che la Madonna abbia un volto molto giovane ha suscitato non poco scalpore all'epoca, ma Michelangelo abilmente si difese lasciando intendere questo concetto: "La castità, la santità e l'incorruzione preservano la giovinezza". Michelangelo inoltre non vuole rappresentare la scena con lo scopo di narrare un episodio (la morte di Cristo) ma è principalmente interessato all'aspetto simbolico della totalità: Maria è rappresentata giovane come quando concepì Cristo, e con il gesto dimostrativo della mano sinistra pare dire al mondo che ciò che aveva previsto (la morte di suo figlio) si è avverato.

    Questa scultura è pensata per essere vista frontalmente, se infatti la si osserva di lato si noterà che è schiacciata, compressa, anche solo spostandosi di poco dal centro si perdono particolari (la definizione della muscolatura, i panneggi) importantissimi.

    Curiosità [modifica]

    Il 21 maggio del 1972 un geologo folle australiano, di origini ungheresi, Laszlo Toth 34 anni - eludendo la sorveglianza vaticana - riuscì a colpire con un martello il capolavoro michelangiolesco per quindici volte in un tempo interminabile di quindici minuti, al grido di I Am Jesus Christ -- risen from the dead! (io sono Gesù Cristo, risorto dalla morte), prima che fosse afferrato e reso inoffensivo. Riconosciuto infermo di mente, fu tenuto in un manicomio italiano per un anno e poi rispedito in Australia, dove se ne persero le tracce. La Pietà subì dei danni molto seri, ma per fortuna non irreparabili: i colpi di martello avevano danneggiato la Vergine, staccandone il braccio e frantumando il gomito, mentre sul volto il naso era stato quasi distrutto, come anche le palpebre. Il restauro - a base di colla e polvere di marmo - fu eseguito alla perfezione nei laboratori vaticani e il capolavoro - protetto da una parete di cristallo invulnerabile - continua ad essere ammirato dai visitatori di tutto il mondo che si recano nella Basilica di San Pietro.

    Fonte/i: Wikipedia
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.