come si crea una camera oscura?

Quali sono gli elementi essenziali e come si organizza???

Illuminatemi!!!! :D grazieee

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Questi i prerequisiti:

    1. Una stanza con poche finestre.

    2. L' allaccio dell'acqua, quindi rubinetti e lavandini.

    per organizzarla ti consiglio di partire dall'oscuramento totale dalla luce.

    prendi diversi cartoncini neri e bianchi e sovrapponili tipo sandwich bianco e nero e così via. 5 fogli dovrebbero bastare.

    dopo di che usa molto nastro adesivo isolante nero per tappare le eventuali fughe di luce. metti un panno di stoffa pesante a coprire le fughe che potrebbero entrare da sotto la porta.

    una volta oscurata, devi procedere al test.

    chiuditi dentro al buio totale e aspetta almeno 5-10 minuti. se trascorso questo tempo dovessi vedere della luce passare attraverso l'oscurante provvedi a tapparla adeguatamente.

    dopo di che puoi accendere la luce:)

    la camera oscura deve essere divisa in due parti: una zona ASCIUTTA e una zona UMIDA.

    Nella zona asciutta, che sarà quella che ospiterà l'ingranditore, si esporrà la carta, si caricheranno tank con i rullini da sviluppare (al buio assoluto) e in generale si farà ogni cosa che deve rimanere asciutta.

    Nella zona umida invece avrai bisogno di un lavandino o di una vasca per il risciacquo delle stampe e delle pellicole e di un piano per appoggiare le vaschette degli acidi per la carta. se non lo sapessi sono 3: Sviluppo, arresto e fissaggio.

    in questa zona vengono conservati gli acidi concentrati, mi raccomando in uno stipetto chiuso.

    dopo aver fatto queste debite divisioni possiamo passare all materiale necessario.

    Partiamo dallo sviluppo delle PELLICOLE. necessiterai di:

    1 o 2 Tank di sviluppo con accessori interni

    spirali (nelle quali inserirai la pellicola) da inserire nelle tank

    forbici o cavatappi per l'apertura del rullino

    Acidi di sviluppo: come per la carta sono sviluppo, arresto e fissaggio.

    lo sviluppo per pellicola è diverso da quello per la carta mentre il fissaggio si può usare per entrambe.

    quindi:

    1 conf. di acido di sviluppo per pellicola

    1 conf. di fissaggio

    per quanto riguarda la stampa della carta necessiterai:

    1 ingranditore dotato di obbiettivo, filtri e timer

    Carta politenata in gradazioni di contrasto a piacere, ma ti consiglio di partire con la prima!!

    forbici

    Andando avanti ci addentriamo nella tecnica di camera oscura, che non so se tu conosci.

    ti voglio consigliare un libro essenziale.

    "Il manuale del fotografo" di Hedgecoe

    qui trovi tutto!!! ma proprio tuttto!! dalla camera oscura alla composizione meccanica di una fotocamera, dalla ripresa alla stampa.

    IN BOCCA AL LUPO!!!

  • per il solo sviluppo delle pellicole ti serve o una stanza oscurabile o una changing bag per caricare la pellicola nella tank.

    per fare anche la stampa.

    ti serve una stanza abbastanza grossa per tenere una "zona secca" dove mettere l'ingranditore e la carta.

    e una "zona umida" per le tre bacinelle di sviluppo-stop-fissaggio e un catino dove mettere le foto sviluppate prima del lavaggio.

    io all'inizio in cucina mi ero organizzato cosi:

    http://www.flickr.com/photos/e-coli/124890608/

    (nota l'ingranditore lo tenevo sulla cucina a gas)

    poi mi sono spostato in cantina in una situazione meno precaria.

    *ATTENZIONE*

    nelle risposte precedenti c'e' un errore, la "luce rossa" serve *solo* per la carta fotografica, le pellicole pancromatiche (praticamente tutte) sono sensibili alla luce rossa e verrebbero rovinate irrimediabilmente se aperte sotto quella luce!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    prima di tutto ti serve una camera completamente buia, abbastanza grande da ospitare un ingranditore e il tavolo su cui poserai le bacinelle con lo sviluppo, il bagno di arresto, il fissaggio e il lavaggio, se nella stanza c'è l'acqua corrente è meglio.

    ti serve l'ingranditore, le bacinelle, i chimici, una luce da camera oscura rossa. file su cui appendere le foto ad asciugare.

    ciao buon lavoro

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    la camera oscura deve essere appunto oscura.Io ed un mio amico facemmo così:una volta scelta la camera che avremmo usato(il bagno perché c'è l'acqua),abbiamo oscurato la finestra tirando giù la tapparella e con dei chiodini abbiamo appeso una coperta su di essa.la stessa cosa abbiamo fatto con la porta.Per essere sicuri che non filtrasse luce da nessun posto,accendemmo tutte le luci del corridoio e della sala adiacenti e ci chiudemmo dentro ,dopo due-tre minuti al buio,quando l'occhio si era abituato all'oscurità,abbiamo turato tutte le falle di cui non sospettavamo neanche l'esistenza.Per vedere in camera oscura,ti devi munire di una lampada di colore rosso,perché il rosso non impressiona la pellicola BN.quindi ti organizzi le bacinelle con gli acidi(sviluppo,fissaggio e acqua per il lavaggio),l'ingranditore,la carta e un piano dove mettere ad asciugare le foto(o un filo dove attaccarle con delle mollette da bucato).Ora comincia la magia...buon lavoro.Ciao Pino

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.