Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

jovina77 ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

Come lo fareste voi questo tema?? 10 punti!!?

Questa è la traccia.. voi cosa scrivereste?

Non si è ancora spenta l'era delle discussioni e delle polemiche relative al triste caso di Eluana Englaro. Dopo averne parlato fai le tue considerazioni su tutta la vicenda.

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    18 gen 1992 - Dopo un incidente d’auto, Eluana, 20 anni, cade in uno stato vegetativo permanente. Ricoverata a Lecco, è alimentata con un sondino. La ragazza respira autonomamente pur senza coscienza, a causa della corteccia cerebrale necrotizzata.

    1993 - Dopo un anno, la regione superiore del cervello di Eluana è andata incontro a una degenerazione definitiva. I medici non lasciano alcuna speranza di ripresa.

    1994 - Eluana entra nella casa di cura di Lecco “Beato L.Talamoni”, delle suore misericordine. Deve essere alimentata con un sondino nasogastrico e idratata. Le suore l’assistono con amore. Ogni giorno sistemano Eluana su una sedia a rotelle e la portano a fare un giro nel giardino.

    1999 - Beppino Englaro chiede al tribunale di Lecco di poter rifiutare l’alimentazione artificiale della figlia. Ma i giudici dicono no.

    2000 - Beppino si rivolge anche al presidente Ciampi, e dice che Eluana aveva detto che non avrebbe mai accettato di vivere in quelle condizioni.

    2003 - Viene ripresentata la richiesta di lasciar morire Eluana, ma tribunale e Corte d’Appello la respingono. E così accadrà ancora nel 2006.

    2005 - Il 20 aprile la Cassazione avalla la decisione dei giudici milanesi presa nel 203, ma apre uno spiraglio alla richiesta del padre, ritenendo che la stessa non poteva essere accolta perché, tra l’altro, mancavano “specifiche risultanze” sulle reali volontà della ragazza.

    2007 - 16 ott la Cassazione rinvia di nuovo la decisione alla Corte d’Appello di Milano, sostenendo che il giudice può autorizzare l’interruzione in presenza di due circostanze concorrenti: lo stato vegetativo irreversibile del paziente e l’accertamento che questi, se cosciente, non avrebbe prestato il suo consenso alla continuazione del trattamento.

    9 lug 2008 - la Corte d’appello di Milano riesamina la vicenda e autorizza la sospensione dell’alimentazione.

    10 lug - Il quotidiano Avvenire parla di “pena di morte”, di una “mostruosità”, riferendosi alla sentenza di Milano, di fronte alla quale “non ci si può rassegnare all’inchino”.

    14 lug - Giuliano Ferrara, direttore de il Foglio, promuove, assieme al Movimento per la Vita, l’iniziativa di deporre sul sagrato del duomo di Milano bottiglie di acqua per protestare contro una sentenza che condanna Eluana a morire di fame e di sete. Bottiglie d’acqua anche davanti al Campidoglio, a Roma.

    16 lug - Camera e Senato sollevano un conflitto di attribuzione contro la Cassazione, il caso finisce in Corte Costituzionale. E scoppiano le polemiche. Il comitato “Scienza e Vita” lancia un appello contro la sospensione delle cure, cui aderiscono parlamentari e cittadini, Famiglia Cristiana, 25 neurologi, il quotidiano Avvenire. Intervengono anche le suore che si occupano della donna.

    3 set - la famiglia chiede alla Regione Lombardia di indicare una struttura dove eseguire quanto stabilito dalla Corte d’appello, cioé interrompere definitivamente l’alimentazione artificiale e l’idratazione. Ma la Regione dice no.

    8 ott - La Corte Costituzionale dà ragione a Cassazione e Corte d’Appello (che avevano stabilito le condizioni per l’interruzione dell’alimentazione).

    11 ott - Le condizioni di Eluana si aggravano a causa di un’emorragia interna.

    13 ott - Il prof. Umberto Veronesi, oncologo di fama mondiale e gà ministro della salute, dice che “come persona Eluana è morta 16 anni fa”.

    10 nov - Il sottosegretario alla sanità Eugenia Roccella, già leader del comitato Scienza e Vita, lancia un appello alla Cassazione: “ci ripensi, perché sarebbe la prima volta in Italia che qualcuno muore, tra l’altro di fame e di sete e con un’agonia di almeno 15 giorni, per effetto di una sentenza”.

    11 nov - Il card. Javier Lopez Barragan, dichiara che sospendere l’idratazione e l’alimentazione in un paziente in stato vegetativo è “una mostruosità disumana e un assassinio”. Secondo gli avvocati della famiglia Englaro, secondo i quali invece “è ora che Eluana venga lasciata morire come chiede suo padre da 16 anni”.

    ME LI DAI 10 PUNTI ????

  • 1 decennio fa

    se tu fossi d'accordo o contrario rischieresti di beccare l'antipatia della prof... dovresti parlare della storia da un punto di vista oggettivo... poi metterti nei panni di chi avrebbe voluto lasciarla vivere e nei panni di che pensava il contrario. concludendo col dire che non c'entri niente e che non esprimi un'opinione perchè non ti senti in grado di giudicare. se vuoi puoi dire anche che è diventata solo una questione politica.... io ho preso 8!!=)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ....è giusto sottolineare se fossi in te che non s devono assolutamente spegnere le polemiche su questa situazione...sono ancora tante le persone e i famigliari proprio come gli englaro che continuano a soffrire....e imporatante se riesci a sottolineare che anche se il padre della ragazza ha cercato di venir fuori per essere chiaro davanti alla legge e con se stesso ancora adesso e accusato di OMICIDIO....lui che avrebbe potuto fare a meno di tutta questa situazione semplicemente agendo come tanti che staccano la spina in silenzio.....le tue conclusioni saranno sicuramente considerazioni personali.......forse in realtà nessuno puo dare una risposta e neanche sapere a chi porre la domanda...se alla politica,se alla giustizia,alla medicina,o a Dio.....

    Buon Lavoro sperando d averti aiutat

  • 1 decennio fa

    E' un tema spinoso, più che altro perchè le opinioni della gente sono divise in due.

    Cerca di essere neutrale, considera i pro e i contro dell'aver interrotto l'alimentazione forzata a eluana, ma non mostrarti nè troppo convinta dell'una o dell'altra cosa...se il/la prof la pensa diversamente da te potrebbe abbassarti il voto..dicono che non lo fanno..ma chi ci crede?

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    puoi scrivere delle riforme del governo ke hanno cercato di attuare mentre eluana stava per morire,del padre di eluana ke ha voluto ke sua figlia morisse, poi puoi scrivere se ritieni giusto ke i dottori abbiano smesso di alimentare eluana e puoi scrivere ke è stato un caso internazionale ke ne hanno parlato sul canale della bbc,su france 24,sui giornali spagnoli,nel canale arabo.

  • 1 decennio fa

    be fossi io scrivessi ke e' una vergogna ke in italia tutti parlino di una morte cosi ! perke' era giusto far smettere di soffrire quella povera ragazza ,senza acusare il padre di omicidio ! perke' fossi io al suo posto l' avrei aiutata anke prima ! cmq ritornando al fatto della vicenda si dovrebbe parlare di piu' delle morti sul lavoro o delle vittime di guerra ! non di una morte ke era indispensabile !

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.