Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 1 decennio fa

scheda di lettura "la neve di Ahmed" ! please ç_ç!?

cerco la scheda di lettura de "la neve di Ahmed " comprendente di :

autore (Francesca Caminoli)

genere (libro per ragazzi)

breve riassunto( di circa 300 parole, ma anche di più o di meno)

data/luogo di pubblicazione

numero di pagine

individuazione dei temi principali

commenti ( mettete i vostri se volete, ne prenderò spunto)

analisi dei personaggi

luogo/tempo di svolgimento

trama

la cosa più importante è il riassunto, ma rispondete anche con le cose che sapete, non è necessario che rispondiate a tutti i punti.

grazie mille in anticipo, un bacione, kikka ^^

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    riassunto(riassumilo un pò tu)---(elimina i discorsi diretti)--Arrivati alla stazione centrale, Walter è andato allo sportello e ha preso quattro biglietti per un posto che si chiama Chiavenna.

    Siamo saliti ai binari con la scala mobile. Della scala mobile Zoran non aveva paura. Quando siamo arrivati in cima, abbiamo iniziato a scenderla al contrario. Lei ha mai provato, signor giudice? È divertente un casino. Ti sembra che qualcuno ti spinga indietro, ma se sei veloce e stai bene attento a dove metti i piedi, riesci a scendere lo stesso.Tutti quelli che salivano ci guardavano schifati. “Permesso, permesso” dicevamo noi ridendo.

    “ Che educazione” ha borbottato una signora, che noi non l’avevamo nemmeno sfiorata.

    A un certo punto mi si è bloccato davanti uno, uno che avrà avuto pochi anni più di me, e ha allargato le braccia per non farmi passare.

    “ Torna al tuo paese” mi ha detto.

    “ Quale paese?” gli ho chiesto.

    “ Sporco marocchino mi ha detto.

    “ Ma vai via tu dal mio paese” gli ho detto.

    Il tipo mi ha preso per il collo della giacca a vento ma Zoran, che era vicino a me, gli ha dato una spinta. Quello ha cominciato a cadere indietro addosso agli altri che salivano, allora ci siamo girati, siamo scappati di corsa su per la scala mobile e siamo andati veloci al treno. Walter sapeva già dove era.

    Nei primi vagoni c’era un po’ di gente, così abbiamo camminato finché ne abbiamo trovato uno dove non c’era ancora nessuno.

    “ Certo che marocchino un po’ lo sembri” ha detto Zoran.

    “ Sì” ho detto, “perché quello non aveva visto bene te”.

    “ MA io sono abituato a sentirmi dire sporco zingaro”.

    Signor giudice, lei che è una persona che sa tutto, mi spiega perché quando la gente pensa che tu sia diverso ti dice sempre sporco. Io non la capisco proprio questa cosa. Intanto, per dirti sporco dovrebbero vederti magari le unghie, che a volte un po’ sporche ce le ho, oppure il collo tutto nero, ma è un po’ difficile da vedere se hai un giaccone come il mio, o devi essere proprio lurido e io non lo sono. E nemmeno Zoran lo è. E poi sporco non mi sembra la parola giusta, se proprio la vuoi usare per offendere. Cosa c’è di male a essere un po’ sporchi? Non mi sembra molto importante, signor giudice. Ma forse dicono sporco perché gli fanno più paura i microbi.

    pubblicazione:Ottobre 2003

    commento:E' un libro splendido, in cui si intrecciano cruda realtà ed elementi da fiaba. Un ritratto fresco e commovente di quattro ragazzi sfortunati, con un finale inaspettato. Sono insegnante alle medie, l'ho letto in classe ai ragazzi, con qualche titubanza (quante parolacce!), e invece hanno capito, sono rimasti affascinati e commossi. Lo consiglio a tutti, e soprattutto agli adolescenti!

    trama:Il protagonista è un ragazzo curdo, di quattordici anni, che dal Duomo di Milano vede la neve sui monti e decide di andarla a cercare. I compagni di questa avventura sono Luigi, siciliano figlio di mafiosi, Zoran, zingaro di Sarajevo e Walter, ragazzo della Valchiavenna. Nel romanzo si racconta la loro fuga intrecciata con le loro vite difficili. L'io narrante è impersonato da Luigi, che si esprime con un linguaggio veloce, immediato, schietto e anche crudo.

    ciaoo-spero d'esserti stato d'aiuto..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.