Francy3 ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

qualcuno sa rispondermi un po a questa domanda?

l'aggressivita fa parte della natura umana,ma la violenza puo essere tenuta sotto controllo fin dall infanzia.è questa la tesi da cui partono psicologi e psicoterapeuti x affrontare il tema del bullismo giovanile,un fenomeno tornato con prepotenza alla ribalta x la sua crescente diffusione.Che si tratti di ragazzini cresciuti in quartieri degradati ,o in famiglie problematiche,o con difficoltà di apprendimento ,la società intera non puo ignorarli perchè dietro la loro violenza c'è sempre un messaggio da decifrare.Agli adulti il compito di leggere e tradurre questi segnali in "codice" è , missione ancora piu ardua,di trovare risposte e soluzioni.trattare il tema focalizzando l'attenzione sui seguenti punti:-come salvare tutti i bambini aggressore e aggrediti?;-come possono intervenire i genitori e gli insegnanti?;-quali strategie o risorse possono essere adottate per stimolare nei bambini l'amore di se,il piacere della sfida.il rispetto degli altri?

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    E' una domanda cui è difficile rispondere in maniera completa...Per quanto riguarda il mio pensiero...l' educazione a partire dall'infanzia è molto importante perchè i bambini imparano a comportarsi un pò imitando ciò che vedono fare dai propri genitori o in ambiente scolastico. Gli atti di violenza possono essere le conseguenze di una violenza subita e sedimentata all'interno di sè, può essere un modo che un adolescente utilizza per farsi accettare da coetanei, per farsi notare da genitori assenti, per noia come spesso tragicamente accade...la violenza diventa un diversivo alla noia quotidiana...proprio perchè in quei bambini poi diventati adolescenti non sono state costruite le basi di valori quali il rispetto di sè e degli altri.

    Io non sono un'esperta...nè ho fatto studi particolari...per cui non sono proprio in grado di rispondere validamente alle tue domande...Però posso consigliarti un libro che affronta il tema della violenza in ambito biologico e psicologico, molto interessante e approfondito: "La colomba assassinata" di Henri Laborit.

    Spero di esserti stata utile.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Prima di dire come i genitori possono intervenire, è importante chiarire che il genitore deve proprio evitare la degenerazione del comportamento del figlio con un adeguata educazione.

    Spesso un genitore non abbastanza presente e non sufficiente fermo può portare il figlio ad andare incontro ad un atteggiamento aggressivo, soprattutto perchè se non trova risposte nei genitori, le cerca nel gruppo dei pari e i pari non son all'altezza del compito.

    In secondo luogo è bene che i genitori imparino ad essere obiettivi: se tuo figlio è aggressivo, è aggressivo! Non bisogna giustificarli, bisogna intervenire e portarli da uno specialista per capire l'origine del disagio.

    Gli insegnanti poi dovrebbero segnalare i soggetti e avere il pugno fermo.

    Non c'è un modo per salvare i bambini, che siano aggressori o aggrediti, se non un radicale cambiamento di mentalità.

    I bulli ci sono sempre stati ma il fenomeno non era cosi plateale e qst è segno di un problema sociale crescente e non solo un problema del singolo bambino.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.