Come mai i parlamentari del PDL si sono energicamente opposti alla proposta Franceschini?

La proposta prevede che la fascia di italiani chiamata a pagare, sia quella dei ricchissimi, quella del tetto di 120-125 mila euro è stato studiato ad hoc per comprendere anche la categoria dei parlamentari e fare in modo che non ci possano essere sospetti di "casta". L' appello riguarderà chi oggi può contare su un reddito netto mensile dai 6.200 euro in su. Per chi guadagna più o meno così, il progetto di Franceschini prevede un versamento extra di mille euro l' anno (83 euro al mese, più o meno un carrello della spesa). Mano a mano che il reddito sale il contributo aumenta: 2.500 euro l' anno per entrate attorno ai 200 mila euro, fino a 198.000 per i fortunati che intascano 10 milioni di euro l' anno.

Dire che sono proposte demagogiche, come fanno quelli del PDL, non vi sembra un modo opportunistico ed egoistico.??

Aggiornamento:

@ Geromino - Forse ti devi aggiornare L' aliquota massima è al 43%, con questa risposta dimostri che si parla solo per sentito dire, sanza sapere quello che si dice. Questa è un' altra delle anomalie italiane aliementata da certa TV.

Aggiornamento 2:

@ scusa Oriana - Ma forse non sai che solo 1 su 5 di coloro che perdono il lavoro sono tutelati dal sociale. Ora mi spieghi cosa può dire un padre ai propri figli quando non ha un cent. per magiare?? Poi tu non eri quella che diffendeva la social card? dicevi che è meglio questo che nulla. E mai possibile sostenere che una persona straricca (I politici lo sono con i soldi anche dei poveri) non si debba privare di 80€ su 6200 euro al mese?

Aggiornamento 3:

@ Johnny - tu hai fatto un elenco di paesi civili, colloccare l' attuale italia fra quei paesi è pura utopia. (purtroppo)

16 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Ed io insisto sul fatto che chi parla di proposte demagogiche SEMPLICEMENTE NON SA MINIMAMENTE DI COSA PARLA..

    L'assegno di disoccupazione è presente IN TUTTA EUROPA..

    E' la situazione Italiana ad essere anomala.. perchè negli altri paesi E' REALTA' da tempo..

    La contribuzione dei ricchi in favore delle classi povere è ATTUATA da Gordon Brown (tra l'altro con l'appoggio dei mercati londinesi) in Gran Bretagna e da Barack Obama in USA..

    Sono cose del tutto normali nei paesi più avanzati..

    ma qui abbiamo un esercito di beoti che urla "è irrealizzabile!!" solo perchè a proporlo è stato Dario Franceschini..

    --------------------------

    E dato che, a differenza di molti, parlo a ragion veduta ve lo dimostro..

    Barack Obama..

    Tasse ai ricchi sanità ai poveri

    L’aumento complessivo delle imposte per cittadini e imprese è di 1,3 trilioni la cui parte più importante è composta da 636,7 miliardi frutto dell’azzeramento dei tagli fiscali di George W. Bush per chi guadagna più di 250 mila dollari annui. Per costoro le imposte aumenteranno fino a un massimo del 39,6% e le tasse sui capital gain cresceranno dal 15 al 20%. Saranno questi fondi sottratti ai ricchi a finanziare 635 miliardi di spese - nei prossimi dieci anni - destinati a ristrutturare la sanità pubblica per garantire un minimo di copertura a ognuno dei 46 milioni di cittadini che oggi non possono permettersela, così come numerosi progetti pubblici dall’educazione all’agricoltura fino alle infrastrutture.

    GRAN BRETAGNA..

    Più tasse per i ricchi e più deficit la mossa di Brown piace alla City

    Il governo ha deciso di aumentare le tasse, dal gennaio 2011 (dunque dopo le elezioni del 2010), portando dal 40 al 45% l´aliquota delle imposte sul reddito per la fascia più ricca della popolazione, coloro che guadagnano oltre 150 mila sterline (pari a circa 180 mila euro).

    Ma la City, per adesso, sembra con lui: la Borsa di Londra ha chiuso ieri con un rialzo record del 9,8 per cento, reagendo positivamente al piano anti-crisi presentato ufficialmente da Brown.

    ----------------------------

    ASSEGNO DISOCCUPAZIONE..

    GERMANIA..

    sussidi di disoccupazione vengono pagati se sei disoccupato ed hai lavorato ( e pagato i contributi) per almeno 12 mesi negli ultimi 3 anni ( tieni presente che questo periodo verrà ridotto a 2 anni). Per ricevere i sussidi di disoccupazione, devi registrarti all'ufficio locale di collocamento ( Arbeitsamt). Devi registrarti appena diventi disoccupato poiché sarai pagato dalla data di registrazione e i ritardi possono portare a pagare multe.

    L'indennità si aggira sul 60% del tuo precedente stipendio netto e vengono pagati direttamente sul tuo conto bancario. Se hai bambini, questa percentuale sale al 67% circa.

    FRANCIA

    Attuazione delle misure di indennità disoccupazione

    Il fondo di disoccupazione è gestito dalle parti sociali tramite: l'Unédic a livello nazionale e gli Assédic a livello locale.

    L'Unédic e gli Assédic sono delle istituzioni paritarie. Si occupano di tutte le questioni relative alla disoccupazione e che realizzano le misure destinate a favorire il ritorno all'occupazione, in collaborazione con l'ANPE ed i servizi del ministero del Lavoro (DGEFP).

    DANIMARCA

    Al fine di ricevere l'indennità di disoccupazione, i dipendenti devono essere registrate in un fondo di disoccupazione danese (una cosiddetta uno-Kasse), che opera all'interno del loro settore professionale del lavoro. Ci sono 36 fondi approvato la disoccupazione in Danimarca, 34 dei quali sono per salari e 2, di cui sono proprietari per il gestore. L'assicurazione contro la disoccupazione è redatto in un fondo di disoccupazione danese.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Sudore e sangue vale solo per i poveracci a busta paga.....gli altri "poveretti" debbono poter mantenere il loro demenziale stile di vita godereccio...così faranno poi girare l'economia (sempre dalla stessa parte)....vietato chiedere uno sforzo per un paio d'annetti a costoro....demagogia populismo elemosina di Stato (certo invece la buffon card)....diranno di tutto e di più....certo, una goccia nel mare...ma sarebbe un inizio, una inversione di tendenza....aspetta e spera.

    Benvenuti nel Bel Paese....

    Saluti

    Certo Oriana, molto meglio lasciare i precari a casina senza un centesimo....se la sbrighino da soli.....giusto per non far demagogia.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ovvio, se guardi i pdllini, sono tutti imprenditori, commercialisti, avvocati, notai, guadagnano ben oltre i 120.000 euro annui e quidni non hanno interessi a mettersi addosso una tassa come quella proposta da Franceschini.

    Gli italiani capiranno finalmente che eleggere a guida del paese una oligarchia di ricchi è un danno per i poveri? No, non credo gli italiani sono irrecuperabili.

    Ciao

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    1) Un sostegno esteso a tutti quelli che perdono il posto di lavoro e non possono accedere al trattamento di Mobilità erogato dall’INPS (ed è la maggioranza dei nuovi disoccupati) non solo è una misura giusta, ma anche civile. Un governo serio dovrebbe raccogliere la sfida demagogica dell’opposizione (demagogica perché non indica come coprire finanziariamente, in maniera credibile, questo strumento essenziale) e dimostrare di non essere allo stesso livello di demagogia dicendo che questo è un invito ai datori di lavoro a licenziare, sapendo bene che i datori di lavoro licenziano quando gli fa comodo, assegno o no; certo non si pongono scrupoli morali, ma di bilancio.

    Ma il governo che abbiamo naviga a vista e non è in grado di trovare soldi visto che li ha sprecati abolendo ICI , regalando miliardi di euro ai nuovi padroni di Alitalia e addossandosi il debito della vecchia compagnia aerea. Cosa ancora più grave se si pensa che il ministro delle Finanze e dell’Economia si va vantando di averla prevista questa crisi.

    2) Il governo, invece di fare demagogia spicciola, dovrebbe stupirsi che la a proposta di tassare i redditi elevati vada a colpire solo circa 120.000 persone (che tra l’altro sono i “poveri fessi” che le tasse già le pagano) e chiedersi come mai l’ottava potenza economica abbia solo così pochi benestanti. Forse dovrebbe chiedersi se sta facendo o se ha voglia di fare lotta all’evasione e all’elusione fiscale ma, conoscendo il pensiero del Presidente del Consiglio e tenendo conto che questa maggioranza di governo deve scontare la cambiale a una buona parte del suo bacino elettorale che è appunto quella che risulta con redditi irrisori ma viaggia in Porsche e Ferrari, dubito che lo farà.

    3) Ma cosa mi tocca leggere! La proposta di Franceschini ripristina la lotta tra classi sociali!!!! Udite…udite…abbiamo il nuovo Lenin!

    A parte il fatto che la lotta tra Capitale e Lavoro non è mai morta, è stata solo sopita dalla grancassa propagandistica iper-liberista che ha prodotto questa crisi gravissima, ben altra lotta sociale si avrebbe e si sarebbe avuta in Italia se non ci fossero stati i così vituperati ammortizzatori sociali, che fino a ieri, la destra tacciava di regalie ai fannulloni!

    Insomma quella che si definisce destra in Italia (ma è solo la caricatura demagogica –populista creata dalla piccola borghesia parassitaria ed eversiva italiana) deve mettersi d’accordo con se stessa: gli ammortizzatori sociali vanno bene solo adesso che c’è pericolo di agitazione sociale o vanno bene perché sono una misura di solidarietà che un popolo civile deve perseguire per proteggere i più deboli? Chi è che fa più demagogia dunque? Mi fa specie che Berlusconi si ponga il problema dei cattivi imprenditori che licenziano gli operai buoni, proprio lui che sta massacrando di lettere di richiamo disciplinare (anticamere del licenziamento) i giornalisti di Matrix solo perché si sono schierati con Mentana.

    Fonte/i: @ Gentile signora Oriana. Lei ha centrato il problema, però mi lasci dire che in tempo di crisi il Capitale tende a restare nei Paesi di origine in quanto i governi locali agiscono per trattenerlo, veda Francia, Germania, Stati Uniti, Italia, ecc. (e poi si ricordi, che persino le multinazionali hanno una bandiera nazionale). Inoltre, ben altre - rispetto a un lieve aumento del contributo di solidarietà richiesto ai quei pochi che percepiscono redditi alti - sono le motivazioni degli investitori stranieri: 1) bassa tassazione alle imprese, che però nello stato attuale, giustamente Tremonti non può applicare e che quando troppo spinto si rivela un boomerang per quegli Stati che l’hanno praticata, come sta succedendo in Irlanda, Islanda e nei Paesi dell’Est; 2) basso costo del lavoro, che però significa accettare sfruttamento, compreso quello minorile, e insicurezza e insalubrità delle condizioni di lavoro e possibili tensioni sociali incontrollate (vedi Lettonia, Ucraina, Ungheria, Grecia); 3) facilità all’accesso al credito, che però le banche Italiane accordano solo agli imprenditori che siedono nei loro consigli di amministrazione; 4) stato delle infrastrutture (strade, aeroporti, porti, ferrovie, vie d’acqua) che in Italia sono carenti; 5) forti sinergie Istruzione/formazione - Università/Ricerca -Impresa, di cui si parla da anni (a destra e sinistra) ma non è ancora un dato di fatto; 6) assenza di forte criminalità organizzata, e su questo l’Italia paga scotto da anni; 7) burocratica semplificata, lascio a lei il commento. È in momenti come questi, che un governo che gode di una maggioranza e consenso ampi DEVE avere il CORAGGIO e la RESPONSABILITÀ di sviluppare una strategie di riforme che affronti i punti da 2 a 8 che ho elencato. Lei vede questo? A parte Tremonti, Cazzola e pochi altri, lei vede altre persone nel PDL e nella Lega in grado di elaborare questa strategie?
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Opportunistico ed egoistico sono eufemismi.

    Dì pure che è l'ipocrisìa propria dei criminali!

    Criminali morali, quantomeno!

    Ma tu li hai visti in faccia Scajola, Cicchitto, Bonaiuti?!

    Cosa ti aspetti da gente così?!

    Molto più serio Bossi che è d'accordo, allora!

    Fonte/i: Non sono di sinistra.
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Bisognerebbe che quelli del PDL leggessero le proposte.

    Ma perche', la maggior parte dei parlamentari del PDL e' capace di leggere una proposta di legge ?

    Ho i miei seri dubbi...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Il Pdl si nasconde dietro la foglia di fico.. sarà pure una proposta per raccattare consensi, ma è pur sempre una proposta fondata e valida.. una proposta basata sulla solidarietà sociale. Non c'è vera scusa che tenga. Oh be, qualcuno ha sostenuto che tassando i ricchi, chi alimenterà il ciclo di consumi cui il ceto medio-basso non può partecipare? Obbiezione demente... il PDL dimostra tutta la sua meschinità in ciò.. ecco tutto..

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    franceschini ha fatto una buona proposta, ma l'ideale sarebbe che i parlamentari si riducessero il loro milionario stipendio.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    A me risulta che si sia opposto anche Ferrero e rifondazione comunista dicendo le stesse parole di Berlusconi : non serve a niente.

    Sono egoisti e opportunisti anche i comunistelli ora?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Semplice, perché non ci vogliono rimettere di tasca loro, ecco perché, non certo per il bene degli Italiani e del paese, la solita ipocrisia, ciao.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.