Pico
Lv 6
Pico ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

quanti di voi vorrebbero abitare nel paradiso ortofrutticolo proposto dalla società torre di guardia?

In migliaia di pubblicazioni la Società torre di guardia sforna immagini variopinte di questo paradiso da società dei consumi. E tutto a colori, splendidi colori. Le immagini sono talmente verosimili da sembrare filmate o, meglio, tutto è talmente ben dipinto che vien da credere che i disegnatori vi abbiano realmente soggiornato. Molte persone ingenue ed incolte si lasciano facilmente abbindolare dall’arcano fascino esercitato da questa astuta rappresentazione iconografica: paesaggi stupendi con monti innevati, foreste e boschi lussureggianti, verdi vallate percorse da ruscelli limpidi e ridenti, prati fioriti punteggiati qua e là da miti pecorelle, rupi, anfratti e macchie di verde ombreggiati da alberi secolari. Non si scorgono città ma solo graziose villette unifamiliari, immerse nel verde di alberi fronzuti… abbondano dappertutto animali selvatici quali: leprotti, caprioli, uccelli variopinti, nonche leoni mansueti e tigri caserecce che giocano con bimbi deliziosi e riderelli. Mancano Biancaneve e i sette nani ma si ha l’impressione che stiano per sbucar fuori da qualche macchia fiorita. I beati abitatori di questo Eden prefabbricato sono tutti bellissimi e sprizzano gioia da tutti i pori; colgono fiori, coltivano ortaggi o discorrono amabilmente standosene mollemente adagiati sull’erba soffice dei prati. Tutti, indistintamente, ridono gaiamente mettendo in mostra dentature perfette e bianchissime.. E poi: frutta!Molta frutta! Dipinta alla perfezione, da sembrare vera: uva, mele, pere, fragole, banane, ananas e pomi esotici assai gradevoli a vedersi. I beati mangiano tanta frutta con evidente godimento (raramente si scorge del latte o del formaggio); probabilmente mangiano anche ortaggi, visto che vengono coltivati, ma i disegnatori puntano tutto sulla frutta assai più seducente a vedersi. Pensate: un’eternità di broccoli e banane! Che prospettiva meravigliosa! Questo è, dunque, il paradiso geovista: lavoro interessante, frutta, verdura e conversazioni dilettevoli. E per l’eternità! Ma hanno idea i TdG che cosa voglia dire la parola “eternità”? l’eternità non consiste in un milione di anni, né in un miliardo, ne in mille miliardi di anni; l’eternità non avrà mai fine. Se il paradiso ortofrutticolo dei TdG si avverasse è d’obbligo pensare che dopo un milione di anni ogni essere umano conoscerà a menadito ogni angolo della terra. Dopo cento milioni di anni, avrà studiato, scritto, inventato, costruito, dipinto, intagliato tutto quello che c’era da studiare e da realizzare… ogni essere umano, soprattutto, avrà ingerito milioni di tonnellate di frutta, ortaggi e verdura. E tutti questi pereagricoli avvenimenti di svolgeranno in un mondo di adulti perché Geova renderà di colpo tutti sterili. Ciononostante i disegnatori americani continuano a dipingere un paradiso terrestre popolato da graziosi bimbi (fanno tanta tenerezza e il tutto risulta più vendibile). Ma a un certo punto, i poveri condannati ai broccoli perpetui non ne potranno più e invocheranno la morte pur di uscire da questo incubo ortofrutticolo. Frutta e verdura? No grazie! Gesù ha promesso il regno dei cieli.

Aggiornamento:

Vi dico il mio parere: in questo mondo non vorrei entrarci manco morto.... sarebbe un inferno, un incubo dal quale non vedrei mai la possibilità di uscirne. Mi dispiace, ma una vita eterna senza la possibilità della visione beatifica e rinchiuso nel carcere chiamato pianeta Terra (equivalente allo spazio di uno sgabuzzino, tanto vasto è l'universo) la rifiuto nel modo più categorico.

E' una prospettiva da paura questa, altro che interessante

Aggiornamento 2:

@Paola: si contempla Dio. Credo che di quello non ci stuferemo. Una vita eterna sulla terra paradisiaca secondo me equivale un po' al "limbo dantesco" quello in cui c'era Virgilio. Ma era collocato nel primo girone infernale, infatti la loro unica pena (non avevano tormenti infatti) era quella di non poter mai vedere Dio.

Aggiornamento 3:

@andmak: siccome questa terra verrà distrutta (2 Pietro 3:10) di quale terra parla secondo te? quella vecchia o quella nuova, ovvero la "Gerusalemme celeste"?

20 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Forza pico forza pico ale ale aloo!!!

    Ma scusa che ti aspettavi, la setta di cui parli è nata circa 70/75 anni fa, anzi bisogna apprezzarne la fantasia editoriale, è bello vedere le immagini colorate con le famiglie sorridenti che si abbracciano.

    Tanto l'importante rimane comunque l'abbonamento.

    Ciao.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    quanto mi fate schifo quando attaccate le altre religioni,guarda con tutto il rispetto non c'è cosa piu orrenda.

    Da Cristiano quale sono,ti dico anche che la descrizioni di Vicka sul paradiso,senza offesa,ma fa ancora piu schifo,una bellissima luce,persone ne grasse ne magre,tutti con tuniche gialle rosse e se non sbaglie bianchi e gli angioletti feliici che svolazzano per il cielo.

    A me questa descrizione ha fatto proprio schifo,nonostante creda a Medjugorje,a questo punto preferisco l'orto ortofrutticolo.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Certo che sentir dare dell'ingenuo e incolto da chi, come te caro Picozzo, si dichiara fermo sostenitore delle tesi di Crombette tanto da dedicargli l'avatar, mi viene la pelle d'oca.

    Lo pseudoscienziato con la mente offuscata da dogmi ecclesiastici affermava che era il Sole a girare attorno alla Terra e che la Pangea aveva la forma di un fiore ad otto petali il cui centro era Gerusalemme. E tu dai dell'ingenuo ad altri.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Paradiso ortofrutticolo?!

    Vuoi dire patate e banane per tutti?!

    Caspita, ci veniamo in massa!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    MA CHI TI CREDI DI ESSERE PER OFFENDERE CHI NON CREDE COME TE? CHE PENA CHE FAI

  • Il tuo parere, o giudizio non ha nessuna importanza, quello che conta e cio` che dicono le scritture, quelle che voi dite di credere ma che continuate a beffeggiare. Se ti fa cosi tanto schio vivere nel Paradiso promesso da Dio, nessuno ti obbliga a starci. Se continui con questo andazzo, sarai sulla buona strada per non farne mai parte.

  • 1 decennio fa

    Senza offesa ma... vista da un non credente, sembra quasi la storiella del mulo che dà dell'asino al somaro.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mi pare di dedurre che tu ce l'abbia un po su con i TdG. e oguno è libero di vedere le cose a modo suo, ma sminuire tali publicazioni solo perchè appaiono con bei colori, bambini che abbracciano i genitori o giocano con animali feroci, stupende villette, montagne, ruscelli ecc... mi sembra esagerato.

    Dopo tutto anche la chiesa insegna che c'e un paradiso dopo la morte,

    e Gesù affermo più volte di credere nel paradiso.

    Prima di morire , in un'occasione che tutti conoscono, disse al malfattore alla sua destra: tu sarai con mè in paradiso.

    all'ora mi domando : comè quel paradiso? fatto di macerie? prati secchi ? ruscelli prosciugati?

    sarebbe assurdo pensare questo.

    e che dire della vita nel paradiso ? Uno muore per poi andare nel paradiso celeste e vivere altri 100 o 200 o 500 o 1000 anni ?. se ricordo bene anche li si vive per l'eternità:

    daltronde questo è cio che insegno Gesù ( Giovanni 17:3 dice : questo significa VITA ETERNA che acquistino conoscenza di tè il solo vero Dio e di colui che tu hai mandato, tuo figlio Gesù Cristo)

    Ma la vita eterna dove? Bhe..... il Salmo 37:29 Dice: " I GIUSTI STESSI POSSEDERANNO LA TERRA E RISIEDERANNO SU DI ESSA PER SEMPRE"

    così mi domando: chi di noi non vorrebe vivere su una terra meravigliosa così pocanzi descritta.

    o chi di noi sceglierebbe la data della propria morte solo perchè è stufo di mangiare cavoli , frutta e ogni altro genere di cibo sano?

    Solo una persona poco sana di mente rinuncerebbe alla compagnia dei propri figli (ormai grandi)solo perchè stufo di avere 500 anni di vita? o chi rinuncerebbe alla compagnia dei propri genitori solo perchè li vede da 700 anni ?

    sfido chiuque abbia perso nella morte un genitore o un figlio o una persona cara a dirmi:

    ...................non lo voglio rivedere!!!!!

    E poi......... guardatevi intorno..... alzate gli occhi in alto.....................e vedete l'immensita dell'universo.

    pensate; solo la nostra galassia , (la via lattea) contiene piu di 100 miliardi di stelle ( senza contare i pianeti ) e per dare l'idea della sua immensità provate a immaginare questo:

    Se aveste una navicella spaziale e vorreste attraversare tutta la via lattea, ci impieghereste 100.000 anni ( nota) viaggiando alla velocita della luce ( cioè 300.000 kh ).

    e questa è solo la nostra galassia, ma ce ne sono miglia e migliaia

    Quindi dovè il problema del posto o dello spazio in qui vivere?

    pensate oggi ci sono 7 miliardi di persone sulla terra, se dovessimo aggiungerne altre 13 miliardi, avremmo 3.700 mq di terra a testa.

    la verità è : non fasciamoci la testa inutilmente, ma lasciamo che sia il Creatore a risolvere questi seri problemi

  • 1 decennio fa

    in effetti...

    io ci starei per qualche centinaio d'anni al max...tanto per vedere un bel po' di cose...

    certo con la fantasia si potrebbero inventare cose da fare...

    ma alla fine ci si stancherebbe

    (vedendola dal mio punto di vista attuale di umana mortale, non so se una volta morti si cambia idea...)

    va bene lavorare la terra (oggi come oggi ci sono tante braccia rubate all'agricoltura)

    e fare i bravi contadini

    ma si rischia di fare la fine del reality la fattoria...

    con corona come capo...

    e cosa proporrebbe di alletante il regno dei cieli?

    oltre a guardare Dio

    si gioca a freesbee con le aureole?

    si fa surf sulle nuvole?

    parite a bocce con gli angeli?

    sembra tanto bruchure tipo villaggio turistico...

    speriamo almeno nella pensione completa...

    si tutti nella Candida Rosa dei Beati! :D

    adesso che ci penso bene...lo sai che il paradiso dei testimoni di Geova ricorda in modo impressionante i "campi di giunchi"

    il paradiso degli antichi egizi?

  • 1 decennio fa

    Certo Pico, però vorrei ricordarti anche le incongruenze dell'arte paleocristiana dovute ad artisti pagani assoldati dai cristiani che dipingevano o affrescavano come sapevano fare.

    Quindi, al di là della vendibilità, molto si deve alla fantasia dei disegnatori o alle indicazioni per rendere "più appetitose" le immagini.

    Sei un ottimo osservatore nel notare la presenza dei bambini incongruente con la dottrina geovista e le dottrine cristiane: se alla resurrezione si resuscita come angeli senza sesso e si resuscita nella maturità e senza deformazioni, come Agostino e altri Padri sottolineano, questi bambini da dove escono?!

    Ma si può ridurre la visione di Dio faccia a faccia ad una fiera campestre, che dopo cinque o sei giorni di brocoletti e banane, sai che pa**e(ah già, si resuscita senza attributi...)?

    O la visione di Geova è riservata agli Unti e agli altri questa terra?

    Gesù ci ha detto che va a prepararci dei posti in cielo...

    Che Dio ci doni la perseveranza per potervi giungere....

  • Anonimo
    1 decennio fa

    In effetti quel poveraccio di Adamo era stato messo in un giardino per averne cura, sottomettere gli animali, procreare per avere figli in eterno, tanto da colonizzare altri mondi, magari usando qualche uccello per viaggiare nello spazio, studiare la biologia, la meccanica, pure quella quantistica....che noia...poi a attuare tutte queste cose senza rovinare ne la terra ne l'universo, non ce nemmeno l'emozione della trasgressione.

    Ma perchè mai Dio avrà scritto che queste sue cose create sono a sua gloria tanto da vantarsene di fronte a Giobbe?. O che dalle cose fatte si comprende la sua onnisapienza le sue qualità creatrici, il suo amore.?

    Quando in realtà si diceva giusto nel medioevo.:.la natura fa schifo, la carne fa schifo, i piaceri tutti, della carne sono peccato, il corpo umano è paragonabile a un sacco di letame..ecc...il sesso fa schifo. La natura intera fa schifo ed è noiosa.

    In effetti Adamo ci rinunciò perchè preferì contemplare sua moglie per l'eternità nella polvere...

    Inoltre Sua moglie voleva vivere da dea, mentre certi angeli volevano vivere come uomini..

    Insomma dove sarebbe allora questo paradiso, se ciascuno nel suo egoismo non sa apprezzare quanto donatogli?

    O almeno secondo quanto promesso dal Cristo il secondo Adamo magari per riavere quanto perduto a motivo del primo.

    Cioè il giardino perduto?L'universo perduto, la vita perduta....per mancanza di amore.?

    Amore per la giustizia, per la verità, per le cose belle e buone...com espressioni concrete dell'amore di Dio?

    Ma qui si da a intender sapientemente che La ragione umana e il suo intelletto a che servono se bastano gli occhi per osservare una lampadina per l'eternità.

    Ma significa questo vedere contemplare Dio?..Oddio mi sorge un dubbio, non è che starò peccando di superficialità?.

    Sinceramente mi sto facendo paura Meno male che ci sono autori cattolici che sono di tutta altra pasta piuttosto che farneticare in questo modo come ho voluto fare io.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.