x favore potete aiutarmi a trovare una sintesi dei contenuti del piano operativo di sicurezza?

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il Piano Operativo di Sicurezza (POS) è' un documento, redatto dal datore di lavoro, in cui devono essere riportate le informazioni relative a quello specifico cantiere e valutati i rischi a cui sono sottoposti gli addetti dell'impresa. Il POS non deve quindi costituire unicamente un adempimento amministrativo, in mancanza del quale la ditta operatrice viene sanzionata, ma soprattutto un documento essenziale ed indispensabile al fine di prevenire, limitare e ridurre al minimo i rischi ed in grado di fornire una serie di elementi indicativi di comportamento e indirizzo sulla sicurezza.

    Il POS, contrariamente al piano di sicurezza e coordinamento, che in alcuni casi non è obbligatorio redigere, deve essere sempre redatto da tutte le imprese che entrano in un cantiere temporaneo o mobile per svolgere il proprio lavoro. Quindi il POS deve essere sempre presente in cantiere. Si parla di piano operativo (POS) in presenza del piano di sicurezza e coordinamento (PSC) di cui è un'integrazione; quando non c'è il Piano di Sicurezza e Coordinamento il Piano Operativo viene definito Piano Sostitutivo di Sicurezza (PSS).

    Tutte le ditte che abbiano lavoratori dipendenti sono tenute alla redazione del POS

    • Imprese edili in genere

    • Impiantisti

    • Lattonieri

    • Fabbri

    • Falegnami

    • Vetrai

    • Imbianchini e tinteggiatori

    • Giardinieri

    Il Piano Operativo di Sicurezza deve presentare i seguenti contenuti:

    • Anagrafica dell'impresa esecutrice

    • Organigramma dell'impresa ed elenco dei lavoratori dipendenti dell'impresa presenti sul cantiere e degli eventuali sub-appaltatori

    • Elenco dei documenti inerenti la sicurezza, le autorizzazioni, le conformità, le segnalazioni, le denunce di competenza dell'appaltatore

    • Dati relativi al sistema di sicurezza previsto dal D. Lgs. 626/94 (RSPP, Medico Competente, RLS, Datore di Lavoro)

    • Indicazioni sul protocollo sanitario previsto dal programma predisposto dal Medico Competente

    • Eventuali indicazioni e/o procedure di sicurezza, in merito all'uso di prodotti chimici utilizzati nelle lavorazioni

    • Indicazione sulla natura dei rischi di tipo professionale, ai quali sono esposti i lavoratori nelle specifiche lavorazioni del cantiere

    • Indicazioni sulla gestione dei rifiuti prodotti e/o gestiti in cantiere, dati sia dalla produzione che dai servizi interni

    • Indicazioni sul livello di esposizione giornaliera al rumore (Lep, d) dei gruppi omogenei di lavoratori impegnati in cantiere

    • Indicazioni e procedure sulle emergenze antincendio e di pronto soccorso, previste in cantiere e relativi incaricati

    • Indicazioni tecniche sulla movimentazione manuale dei carichi

    • Indicazioni sulla segnaletica di sicurezza da prevedere in cantiere

    • Organizzazione e viabilità del cantiere e servizi logistici ed igienico-sanitari

    • Indicazione sull'utilizzo degli impianti energetici all'interno del cantiere e sulle loro caratteristiche di sicurezza

    • Modalità di revisione del Piano di Sicurezza Operativo

    • Programma dei lavori dettagliato per fasi e sottofasi, come documento complementare del Piano di Sicurezza e Coordinamento

    • Verifica degli adempimenti in merito agli obblighi del D. Lgs. N. 626/94 e gestione dei sub-appaltatori

    • Modalità di informazione dei lavoratori sui contenuti dei piani di sicurezza

    • Elenco dei DPI specifici, oltre quelli di normale uso, per lavorazioni particolari

    In sostanza possiamo dire che mentre il PSC è l'unico piano di sicurezza di competenza del Committente e comprende le disposizioni che permettono di orientare le imprese ed i lavoratori autonomi nel completamento e nell'integrazione del processo lavorativo e costruttivo, il POS predisposto dalle imprese dovrà contenere, come strumento di pianificazione complementare e di dettaglio del piano di coordinamento, le misure di prevenzione dei rischi specifici relativi ai lavori svolti nel cantiere, integrando con le informazioni che il PSC lascia alle scelte autonome delle imprese (tecnologiche, organizzative e/o gestionali).

    I Datori di lavoro delle Imprese esecutrici dovranno quindi attuare quanto previsto nel POS da loro stessi prodotto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.