Anonimo
Anonimo ha chiesto in Gravidanza e genitoriNeonati e bambini · 1 decennio fa

non ho le tempereeee!!!!?

ho rubato da alcune di voi l'idea di far regalare da chiara al padre il calco della manina fatto in pasta di sale. lo trovo originale come regalo. solo vorrei sapere se sta pasta va cotta. ricordo anni fa di aver letto qualcosa del genere per confezionare un cestino per le caramelle. se va cotto e non solo asciugato, mi sapete dire a quanti gradi e per quanto tempo?

ma il quesito più difficile è un altro: non ho le tempereeee!! mi suggerite come dare un pò di colore o se esiste un modo per confezionare de manu mea un colorante casalingo? ovviamente sono un disastro e di quelli alimentari in casa non ne ho. ho i pastelli a cera però :P

altrettanto ovviamente non intendo spendere una lira per quella carogna che mi ha mollato.

grazie.

Aggiornamento:

@OVOSODO: ovetto bello ma per caso stai frequentando un certo mio contatto? -chiamasi kript- hahaha!! certo, sarebbe ideale cosiderato cotanto uomo, ma siccome ciò che faccio è per mia figlia, davvero non mi va di colorare il suo piccolo calco con umore di cadavere! fosse il calco di suo padre ce la metterei tutta la bestia in decomposizione...altro che bistecca al sangue...

Aggiornamento 2:

uh mammina che impressione, parlavo con te mentre venivi bannato, brrrr, i brividi... complimenti alla tempestività della reiscrizione ;) bravo. sei uno dei bravi di sto sito qui.

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Non è necessario cuocere la pasta di sale, basta farla asciugare bene all'aria e sole. Inoltre, invece di colorare il calco dopo averlo realizzato, puoi aggiungere del colore a tempera direttamente all'impasto, sottraendo una parte di acqua. Le tempere si acquistano presso qualsiasi cartoleria e un tubetto piccolo costa intorno agli 80 centesimi. Se invece prorpio non vuoi spendere soldi e realizzare un prodotto tutto naturale, puoi utilizzare dello zafferano o meglio ancora della curcuma o addirittura preparare l'impasto con una parte di farina di mais (giallo). Per il rosso puoi usare della paprika (sempre da aggiungere all'impasto e per il verde dell'argilla verde (se questa non c'è in casa, ti consiglio comunque di acquistarla, perché puoi utilizzarla per fare maschere di bellezza, impacchi per la tosse e il catarro, puoi berla per depurare l'intestino o usarla come rassodante - se ti interessa conoscere le ricette per utilizzarla, fammelo sapere!).

    PS se hai fretta e vuoi accelerrare l'essiccatura, basta mettere la pasta di sale in forno a 20° per una quindicina di minuti. Naturalmente ponila su una teglia e sopra ad un foglio di carta da forno.

    Fonte/i: Educatrice presso sezione Primavera...la pasta di sale è il nostro "pane quotidiano"
  • 1 decennio fa

    o altrimenti vieni da me medesima e chiedi: sorellina, me le presti quelle tempere che ti regalai quando eri un po più piccola? e io ti rispondere: si si, vieni vieni che poi mi racconti du cosette. Scemaaaaaaaaaaaaa!!! e merito pure i 10 punti!

  • 1 decennio fa

    lo zafferano se ce l'hai in casa ti colora la pasta di giallo o se ne metti di più anche d'arancio!!!la pasta va impastata insieme al colore, poi plasmata come tu vuoi(con la manina è molto carino!!) e poi cotta..non so per quanto tempo ma lo vedi quando diventa l'impasto schiarisce e diventa duro..non cuocerlo troppo sennò gli vengono delle crepe!!!un bacio

  • 1 decennio fa

    bastano le tempere normali o i colori a dita e la fai colorare alla bimba, non serve metterla in forno se la colori!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.