ragazzi aiuto vi prego!ho una relazione di scienze,e non so come rispondere a queste 2 domande!!?

perchè gli idrocarburi non sono risorse rinnovabili?

come vengono utilizzati dall'uomo?

ho già cercato su wikipedia e un sacco di siti,ma non lo spiegano bene,mi potete risp a parole vostre???grazie 1000

Aggiornamento:

grazie a tutti ragazzi siete stati gentilissimi!vi premierei tutti con 10 pt ma non posso ^.^' premio il 1° perchè era urgentissimo,e mi va bene che sia corto e chiaro...GRAZISSIMI!!!! ^^

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    In realtà c'è già un errore di fondo, ovvero una RISORSA è tale perchè è rinnovabile.

    Infatti tecnicamente si parla di RISERVE di petrolio, ad esempio.

    IDROCARBURO poi è il termine dato al composto generico di

    IDROSSIDO di CARBONIO sostanzialmente, molto, molto grossolanamente suddivisibili:

    - Carboni fossili;

    - bitumi.

    La loro formazione è legata alla degradazione in ambiente anossico/riducente/anaerobico/uexinico (scarso o nullo Ossigeno) di sostanza organica vegetale in primis ed animale poi.

    Per quanto cencerne i CARBONI, il meccanismo della loro formazione è relativamente semplice, il loro UTILIZZO riguarda principalmente la produzione di ENERGIA per combustione (dalle stufe alle centrali elettriche).

    Tipi particolari sono usati nell'industria metallurgica (altoforni) per la produzione da GHISA fino agli ACCIAI.

    Altri, tipo GRAFITE, per le MATITE e LUBRIFICANTI di varia natura.

    I BITUMI(nosi) dall' ASFALTO, CATRAME, PETROLIO e via scendendo come punto di ebollizione fino agli alifaci..ecc.hanno una ORIGINE geologicamente (intendendo con ciò gli ambienti) molto più complessa, fermo restando la degradazione anaerobica di materia organica.

    Gli usi di questi è nota: dalla pavimentazione delle strade alle impermeabilizzazioni per quelli solidi, a combustibile ancora di primaria importanza per il petrolio, e fino alle plastiche per i suoi derivati e fino a sostanze volatili utilizzate (e disperse nell'ambiente) dall'industria petrolchimica.

    Tornando al discorso "risorse non rinnovabili" ovvero RISERVE, sì, il motivo è il banale LUNGHISSIMO tempo necessario per la loro formazione.

    Questo per lo meno in funzione della loro sfruttabilità in lassi di tempo a misura dell'utilizzo massiccio che l' uomo ne fa.

    Si tratta di centinaia di migliaia, talora milioni di anni (non miliardi, la Terra ne ha circa 4,5 di miliardi di anni!!).

    L' argomento e complesso, questo è tutto quello che son riuscito a fare seplificando con la scure la mole immensa di notizie sull' argomento.

    Ciao.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    gli idrocarburi sono carbone petrolio gas naturale in generale

    non sono rinnovabili xke sono formati dalla decomposizione di resti di piante o animali preistorici al massimo si possono sintetizzare in piccole quantita il loro utilizzo è importante xke vengono usati come combustibile x avere fonti di energia e x le applicazioni industriali

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Gli idrocarburi (petrolio, carbone,...) non sono rinnovabili in quanto occorrono milioni di anni per la loro genesi (il petrolio è dato da organismi decomposti vissuti milioni di anni fa, il carbone, come l'antracite, sono resti di foreste +/- dello stesso periodo di tempo). Propriamente, possono rigenerarsi, ma i tempi di necessari per questo processo sono enormi rispetto a quelli di sfruttamento da parte dell'uomo. Questo li sfrutta nei + svariati settori. Per esempio il petrolio viene raffinato e se ne ricava: la benzina, il diesel, gli oli sintetici, vari componenti chimici, la plastica, i tessuti acrilici, kerosene... Poi l'uranio viene utilizzato nelle centrali nucleari; il carbone in quelle elettriche;...

    Spero di essere stato abbastanza chiaro e di aiuto. Ciao

  • 1 decennio fa

    Perché ci vogliono miliardi e miliardi di anni per poterli riavere e riutilizzare, e poi sono altamente inquinanti, vengono utilizzati,i gas per la produzione di materiali plastici,gli scarti pesanti uniti a ghiaia per fare asfalto per le strade, carburante di diversi tipi, kerosene, gasolio e benzina, gli oli lubrificanti e poi quelli raffinati che vengono uilizzati per produrre energia nelle centrali, o utilizzati nelle industrie per produrre calore.

    La teoria biogenica, supportata dalla maggior parte dei geologi petroliferi indica che il petrolio deriva dalla maturazione termica di materia organica rimasta sepolta (quindi in assenza di ossigeno), che si decompone in un materiale ceroso (noto come pirobitume o cherogene), che in condizioni di elevata temperatura e pressione libera idrocarburi.

    Una volta prodotti, gli idrocarburi risalgono verso l'alto, grazie alla loro bassa densità, e si accumulano in rocce porose, che costituiscono il reservoir. Perché le rocce porose possano costituire un reservoir, è necessario che queste rocce siano al di sotto di rocce meno permeabili (tipicamente argille o evaporiti), in maniera tale che gli idrocarburi non abbiano la possibilità di risalire sino alla superficie terrestre.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    il primo ha detto male

    gli idrocarburi sono formati da carbonio e idrogeno

    poi ce ne sono tanti , aromatici , ossigenati , azotati e solforati , ciclici , racemici , lineari

    ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.