Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 1 decennio fa

cosa ne pensate per la gramigna come prato?

ho un giardino di 50 mq che ho tentato di trasformare in un prato ma inutilmente. ho speso soldi e tempo e il risultato è stato nullo. l'erba è cresciuta male e debole tanto che a novembre con le forti piogge il terreno è tornato ad essere un vero deserto. nemmeno un filo d'erba. da qualche giorno grazie alle belle giornate è rispuntato qualche filo d'erba. d'inverno non batte mai il sole diretto adesso con l'allungarsi delle giornate per qualche ora del giorno il sole batte a rotazione su più parti mai su tutto il terreno. l'altro ieri ho zappato e solevato le zolle per farlo areare. Oggi ho concimato. e nei giorni successivi vorrei seminare la gramigna. cosa ne pensate? e poi... se dalle aiuole sotto casa prendo qualche pezzettino con zolle di gramigne già sviluppate pensate che possa attecchire e spandersi?

grazie :)

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ottima come miscuglio per prato, con una riserva, devi abitare in una località con temperature tropicali o che non scendano sotto certi valori.Altrimenti in inverno scompare e avrai un terreno semi desertico.non sicuramente bello da vedersi. In Marocco è molto comune e molti prati hanno come miscuglio la gramigna. (una delle sue caratteristiche è data dalla sofficità non necessita di tagli etc.)

    La gramigna si semina in primavera inoltrata. Il prato andrebbe preparato almeno 30 giorni prima e malgrado questa infestane crei dei grossi problemi nei nostri prati, non è cosi facile la sua riproduzione, ancor più utilizzando le sole radici. I tempi sono leggermente lunghi .Occorre qualche anno.

    Ciao

    Aggiornamento:

    Se desideri un ottimo prato all'inglese, non basta irrigare e seminare ma è Importantissimo è la preparazione del terreno.

    Riassumo alcune procedure:

    A) Fresare setacciare il terreno porre sul fondo dello scasso il materiale grossolano sassi pietre ciottoli (sgrondo acque) nella parte superiore terriccio associato a torba e sabbia e ammendanti.

    B) Attendere almeno 30 giorni (periodo migliore autunno, hai meno infestanti o in primavera.

    C) Seminare a spaglio misto sabbia (seme o miscuglio adatto per luogo e ubicazione esistono miscugli per : suoli calpestabili, semi ombra soleggiato, sotto conifere, scarsità irrigazione, dicondra etc.

    D) Pressare con rullo i semi e irrigare senza eccessi (terreno sempre umido)

    E) tagliare l'erba 5cm quando questa ha raggiunto 7-10 cm il primo taglio va effettuato con una macchina a tagli elicolidali (la migliore da preferire a quella a lama rotante).

    f) Irrigazioni senza eccessi (meglio utilizzare irrigazione automatica con sensore pioggia)

    G) Tagli frequenti e concimazioni a lento rilascio(ternari in primavera percentuale maggiore azotati) poi bilanciati.

    H) Almeno una volta all'anno distribuire solfato di ferro.

    Se osservi la gramigna in inverno in località (con temperature sotto zero (nord ) questa erba quasi scompare . In primavera (tarda... inizia il suo ciclo vegetativo ) non ha problemi di irrigazione (spacca anche l'asfalto ).

    Ti aggiungo un link molto interessante riguardo un tipo di seme (gramigna) chiamato bermuda grass. Vai a pag. 9 .

    http://www.avanzi.unipi.it/comunicazione/quaderni_...

    riciao

  • 1 decennio fa

    Guarda il mio giardino è il doppio e c'ho messo non sai quanto per toglierla la gramigna! E' molto invasiva secondo me dovresti lasciar perdere.

    Prova a farti consigliare dei semi per il prato più giusto per te secondo che l'esposizione che hai verso il sole, poi insieme al prato mettici l'insetticida per le formiche perché appena semini loro arrivano e si fanno la scorta e del concime granulare, la semina è meglio che la fai ad aprile.

    Io ho fatto così e ho un prato bellissimo (faccio gli scongiuri).

  • Anna S
    Lv 4
    1 decennio fa

    io abito in un clima che di tropicale non ha nulla, però il prato davanti a casa è gramigna più altre erbette selvatiche. d'inverno le altre erbe spariscono ma la gramigna resta, anche sotto neve, gelate e piogge torrenziali varie, rimane bassa e fa il su bel tappetino verde con qualche foglia secca qua e là, salvo dove si sono divertiti a passare col cingolo, praticamente hanno arato! se li piglio...

    torniamo a noi, non so se esistono diverse varietà di gramigna, ma la mia dalla primavera all'autunno la devo tagliare. in realtà non fa il bel prato tutto uniforme e verde scuro tipico del prato inglese, ma è molto più rustica, quindi richiede anche meno cure, tranne tagli comunque frequenti.

    il dramma dei prati in ombra è dato dal muschio e dai funghi, non i porcini, magari, ma quelli che attaccano le radici delle piante. ho un pezzo di prato così anch'io, m'han detto giusto oggi di aerare, zappettare le zone senz'erba e seminare o gramigna o un tipo di semi specifico per prati in ombra, bagnare ogni tanto st'estate, e poi dovrebbe prendere piede. con le zolle fai-da-te prova, a me non attecchisce così, forse perchè ledo le radici, che son lunghe e rancare un metro quadro di terreno per due fili d'erba mi pare eccessivo.

    nel mio prato in ombra però vedo che vegetano e procreano bene sia le violette sia le fragoline di bosco, che falciando logicamente non mi fruttano mai, ma han creato un bel tappetino.

    spero di esserti stata utile, intanto per dritte sui prati prova a guardare su http://giardinaggio.it/ http://www.leserre.it/ http://www.windoweb.it/guida/famiglia/giardinaggio... e http://www.bakker-it.com/ ciao

  • 1 decennio fa

    nel mio prato , invece, cresce da sola purtopp, ed è brutto xkè ci sono pezzetti di gramigna, fili normali, praticamente è un po bast**** come prato.. cmq tutto gramignava bne.. tanto quella piantaccia si trova bene dappertutto

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.