Foulan ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 1 decennio fa

Esperti/e di psicologia felina: mi date un consiglio?

Qualche settimana fa vi avevo gia' parlato del mio gatto Furfy che ha 7 mesi e mezzo, e' sterilizzato, non ha paura di nulla e combina un sacco di disastri. Purtroppo abito in appartamento e questo non e' proprio l'ideale per un micio dal carattere iper-attivo ed esuberante come Furfy. Ho un'ampia terrazza che ho provveduto a mettere in sicurezza in modo che il gatto non riesca a scappare e combinare guai anche dai vicini o finire sotto un'auto. Il cortile condominiale, infatti, da' su una strada molto trafficata, e spesso si vedono cadaveri di poveri gatti che ci hanno lasciato letteralmente la pelle...Furfy sta con noi da quando aveva quasi tre mesi e, a parte qualche visita al vicino prima che recintassi la terrazza, non e' mai uscito di casa. Ultimamente, pero', quando vede aprirsi la porta d'ingresso dell'appartamento vorrebbe scappare fuori. E' molto curioso e immagino che questa voglia di esplorare derivi sia dal suo carattere sia dall'eta' ancora giovane. Ho provato a fargli indossare una pettorina (il modello da usare come cintura di sicurezza in auto) e ho notato che la porta senza problemi. Quindi vi chiedo: secondo voi dovremmo assecondare il suo desiderio di esplorare il mondo al di la' della porta d'ingresso portandolo giu' nel cortile al guinzaglio o sarebbe solo uno stress inutile (sia per Furfy che per noi)? Nel Forum di MiciMiao dicono che "se si abitua e rinunci un giorno ad uscire...quello è escluso (a meno che fuori, non ci sia un tempo da lupi), perchè vi assillerà, miagolerà, vi metterà in croce farà di tutto per essere esaudito. E cercherà di sgattaiolare fuori anche da solo..."E se, quando non puoi portarlo a spasso, cerca di uscire da solo e combina qualche guaio o magari si fa male ?" Un altro fattore importante che, d'altro canto, mi spingerebbe a portare Furfy fuori e' che qui a casa gli siamo tutti affezionati e temiamo che un giorno, magari per una semplice distrazione, lui riesca a uscire da solo dalla porta e non conoscendo l'ambiente non sappia piu' fare ritorno. Quindi valutando tutti i pro e i contro, la vostra esperienza cosa mi consiglia?

Aggiornamento:

La discussione che mi ha fatto venire i dubbi: http://www.micimiao.net/forum/showthread.php?t=552...

7 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Ciao,

    purtroppo è vero che quando un gatto si abitua ad uscire, poi non vi rinuncerà facilmente.

    Per un caso come quello di Furfy, l'ideale sarebbe riuscire a rendergli la casa abbastanza "interessante" da tenerlo occupato tutto il giorno senza fargli combinare danni. Un esempio è quello di tenere diversi giochi (5/6) ma di fargliene tenere uno alla volta, per un periodo limitato (1-2 settimane, o fino a quando ci gioca). Una volta passato il periodo in cui si diverte con quel gioco, nasconderlo e tirarne fuori un altro. In questo modo sarà ogni volta impegnato con qualcosa di nuovo e divertente.

    Poi, nelle stanze più "nascoste" (non la cucina o quelle più usate) potresti costruirgli dei piccoli ripari, che lui si divertirà a scoprire. Basta ad esempio un cartone, con dentro uno straccio per stare al caldo. L'idea è questa: passerai con lui un po' di tempo in quella stanza, ma senza fargli notare la scatola. Lo ignorerai, facendo altre cose, e lui annoiato si metterà a guardare in giro. Quando noterà la scatola, sarà per lui come trovare un tesoro segreto, e così vi enterà, lo esplorerà, ci giocherà... In questo modo avrai trovato un altro modo per tenere il tuo micio occupato, lontano dalle cose che si rompono, e soprattutto dalla porta.

    Un ultimo consiglio che ti posso dare è quello di giocare il più possibile con lui durante il giorno e di assecondare tutti i suoi "slanci" pazzerelli. Così, dopo un po', sarà assonnato e si metterà tranquillo a sonnecchiare, lasciandovi tranquilli di uscire dalla porta senza problemi.

  • Elisa
    Lv 5
    1 decennio fa

    Da un lato è vero che se un gatto può apprezzare le gioie del mondo una volta, poi vorrà tornarvi... ma ti posso parlare della mia esperienza e di quella delle mie due pesti pelosette.

    Vivo in un appartamento al piano terra, con un grande giardino. Vivo in un quartiere residenziale, la strada davanti a casa mia non è molto trafficata, ma non mi piace l'idea che i miei mici stiano fuori tutto il giorno, e una strada, per quanto poco trafficata, rimane pur sempre una strada....

    Ho cercato di recintare il giardino il più possibile, di tappare tutte le fessure che vedevo, pur sapendo che se un gatto vuole "evadere" niente lo fermerà.

    All'inizio ero letteralmente terrorizzata... i miei due tesori in balia del mondo... non potevo sopportarlo.

    Li ho abituati con guinzaglio e pettorina, li ho fatti uscire prima uno alla volta, stavo con loro fuori circa mezz'ora ciascuno al giorno. Volevo vedere come si comportavano e far conoscere loro l'ambiente.

    Poi li lasciavo con la pettorina e un pezzetto di guinzaglio attaccato, in modo che se fossero andati in pericolo, sarei riuscita ad afferrarli.

    Poi ho visto che si comportavano bene.... a loro bastava il giardino, solo poche volte il maschio è uscito, ma rimaneva comunque nell'aiuola prima del marciapiede.

    Ma escono solo se io sono in casa. Li ho abituati ad uscire prima del pasto, così che quando li chiamo loro arrivano di corsa per mangiare. Li ho abituati anche che se tornano quando li chiamo vengono premiati (con un bocconcino).

    Sono bravissimi.

    Ma quest'inverno non li ho fatti uscire, e loro non me lo hanno mai chiesto. Anzi: a volte aprivo la portafinestra e loro mi guardavano come se fossi impazzita... uscire con quel freddo? Ho fatto anche provare loro l'ebbrezza della neve........ non gli è piaciuta tanto!!!!

    E comunque anche adesso se so ad esempio di dover uscire di casa in fretta, non li faccio uscire... magari loro danno una grattatina alla porta miagolando, ma è sufficiente un'occhiataccia per farli smettere.

    L'importante è non sgarrare mai. Si fa come dici tu. Punto. Deve capire questo.

    Quindi puoi portarlo senza problemi fuori con il guinzaglietto, ma deve capire che è una cosa che decidi tu.

    Inoltre se lo porti fuori, lui vedrà il mondo che lo circonda, quindi se un giorno dovesse uscire per lui sarà un mondo un po' più conosciuto rispetto ad adesso.

    Aggiungo che da quando i miei mici escono fuori sono molto meno curiosi di quello che accade al di là della finestra, e non tentano di "evadere". Forse sarà così anche per il tuo, non lo so.

    Ma ricordati che comunque un gatto vive bene anche in appartamento, se poi ha un balcone come il tuo si può considerare un papa.... non è indispensabile che tu lo porti fuori, solo se tu lo ritieni necessario.

  • 1 decennio fa

    potrebbe essere vero che se lo fai uscire 1 volta poi devi farlo uscire sempre, dovresti creargli dentro casa dei giochi in modo che lui dimentica il fatto che vuole uscire, tipo una bella palestrina, che so ad esempio il mio Baudelaire sterilizzato da circa 2 mesi è diventato + vivace di prima e gioca in continuazione anche con i pacchetti dei fazzoletti di carta glieli tiro e lui un pò ci gioca da solo fino a quando non apre il pakketto e si rovescia addosso tutti i fazzoletti, oppure fa lo scalatore sui mobili etc

    se hai casa grande prendigli un fratellino o una sorellina penso che poi si dimentikerà di uscire e voi starete molto + tranquilli..ciao

    p.s. sei iscritta su Micimiao? anche io..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    non farlo uscire, perche poi non potrai piu impedirglielo.

    cerca di interessarlo con giochini,palline e gioca con lui quando puoi.

    il mio nonostante l'eta (10 anni) gioca con me tutte le sere a rincorrere un tappo che gli tiro.

    adesso bastano tre lanci nel corridoio, quando aveva l'eta del tuo meno male che i nipotini lo facevano giocare loro.

    ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    NON LASCIARLO USCIRE, è ANCORA PICCOLO, POI SI CALMA^^

  • 1 decennio fa

    ciao,il problema fondamentale e' che tutti considerano il gatto come l'animale casalingo per eccellenza,invece e' proprio il contrario i mici per natura non sono per niente domestici anzi....loro si arrampicano saltano giocano esplorano la natura,il loro ambiente ideale e' fuori nn di certo in appartamento.poi ci sono gatti che si abituano all'uomo e alle sue abitudini ma la curiosita' di andare fuori l'avranno sempre,poi lui sulla terrazza e' come se stesse fuori quindi il problema rimarra sempre.

  • 1 decennio fa

    Ei ciao, beh qst e' una cosa normalissima x un gatto che sta smpr dentro io ho da smpr lo stesso problema! ho un gatto sterilizzato che sta in casa,xro' qnd ancora nn era sterilizzato lo facevo uscire in giardino e da allora vuole smpr uscire! beh se la strada e' molto trafficata ti consiglio di lasciarlo dentro xk e' smpr pericoloso! il mio x esempio qnd nn esce x un paio di giorno combinaa trpp guai! e bisogna farlo sfogare un po'! io ti consiglierei di comprargli qualke giocattolo anti stress! cosi' si stankera' dormira' e nn rompera' piu xD

    un bacio ciau

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.